Il week end delle piccole fortitudine

Il week end delle piccole fortitudine

La partita delle Esordienti con il Rosegaferro sancisce una battuta d’arresto per le fortitudine, che si devono arrendere all’ottimo livello espresso dalla squadra avversaria, vivace e solida. Le ragazze del Mozzecane, a tratti, fanno fatica a costruire un gioco imprevedibile, non riuscendo quindi a impensierire gli ospiti, che mantengono il vantaggio. Brave comunque le gialloblù a non darsi mai per vinte, arrivando anche a siglare dei bei gol.

 

Anche le Pulcine non riescono a battere il Vigasio, ma la partita di ritorno è tutta un’altra storia rispetto a quella d’andata. Le piccole fortitudine, infatti, hanno saputo difendersi con grande grinta, mettendoci impegno e voglia e, in particolare durante il terzo tempo, giocandosela alla pari con gli avversari.

 

Bravissime invece le bambine dei Primi Calci, che vincono sull’Azzurra Nogarole grazie a una prova tutta cuore. Tanto impegno, risultato mai in discussione, e una bella iniezione di fiducia per continuare insieme il percorso di crescita.

Francesca Castagna
Copyright © Tutti i diritti riservati

Pulcine e Esordienti: un grandissimo week end per la Fortitudo

Pulcine e Esordienti: un grandissimo week end per la Fortitudo

Due vittorie su due delle categorie più giovani di casa Fortitudo, una splendida dimostrazione di quanto il percorso cominciato con questa stagione, anche se è solo ai primi passi, sta già dando risultati, soprattutto in termini di entusiasmo delle piccole atlete.
 
Prova fantastica delle Esordienti contro il Gabetti Valeggio, al giro di boa del campionato invernale. Le giovani gialloblù la spuntano, inanellando la terza vittoria consecutiva in un ruolino di marcia davvero eccellente. Cinque partite giocate, 9 reti realizzate fin qui da 5 differenti marcatrici. Numeri eccellenti, per la squadra.
Le Pulcine vincono sull’Union Best, un risultato mai messo in discussione, con tanta determinazione e spirito di gruppo messi in campo dalle fortitudine.
Spostata la partita dei Primi Calci, che giocheranno un’amichevole mercoledì con il Redondesco.
Francesca Castagna
Copyright © Tutti i diritti riservati

Pulcine: Babies gialloblù

AZZURRA NOGAROLE – FORTITUDO MOZZECANE 3-2 (4-0; 1-0; 4-4)

FORTITUDO: Ballerini, Maioli, Perina, Bertaiola, Gamberoni, Foggetti

Reti: Maioli 3, Gamberoni

Si chiude così la stagione calcistica 2017-2018 delle babies gialloblù con un’ennesima prova convincente nonostante il risultato non ci veda vincitori di questa gara, ma a parte il primo tempo regalato agli avversari e non per scarse capacità ma bensì perché la maratona di ieri a Borghetto e giocare in 6vs6 su un campo da 7 ci ha visti nettamente andare nel pallone; ma nelle altre due frazioni di gioco, con qualche accorgimento tattico e capite le posizioni da tenere per non andare in affanno la musica è cambiata.
Ballerini da 10 in pagella, inizia l’anno calcistico molto confusionata, la palla passa di qua e di la senza tanto capirne e poi ora che succede? Toh, un portierino da far invidia a tutti, si tuffa, si accartoccia, para con i piedi come il mitico Garella e persino neutralizza anche qualche calcio di rigore!!! Esempio di buona volontà e spirito di squadra e sacrificio. Grazie Ilaria
Maioli da 10 in pagella, data la sua giovane età si presenta di certo, con un fisico del genere, non una calciatrice ma potrebbe essere una cestista di basket, invece nonostante un 40 di piede da governare oggi ti rifila una strepitosa tripletta, che in altri campionati esteri si sarebbe pure portata a casa il pallone del match. Grazie Giorgia
Perina da 10 in pagella, arriva da 6 anni di hip hop e con il calcio non ha nulla a che vedere, nei primi allenamenti la palla sembrava impazzire al contatto con lei, invece ora una terzina di fascia con una discreta gamba. Grazie Nicole
Bertaiola da 10 in pagella, il capitano (o capitana che dir si voglia), colei che in ogni dove quando come e perché si è caricata la squadra sulle spalle dando ordine in difesa e proponendo per l’attacco, equilibrata in ogni circostanza e pronta di sicuro al salto di categoria, oggi è mancato solo il gol ma andandoci molto vicina colpendo un palo, rimane comunque un’annata da lode. Grazie Sofia
Gamberoni da 10 in pagella, inizio dell’anno vuole giocare in porta e per ogni allenatore che gli si presenta un’idea del genere è oro che cola, in più succede che è pure brava, si muove bene, comanda la difesa, richiama la difesa, para e si getta sui palloni senza paura, salva partite e su campi al limite della praticabilità ti sfodera anche un ottimo senso di calcolo del rimbalzo del pallone; ora invece gioca fuori dimostrando un buon piede e segna!!! Grazie Silvia
Foggetti da 10 in pagella, la più mingherlina di tutte, una ventina di kili in tutto quando è vestita, ma con un nervo e una visione della porta che alla sua età (classe 2010) difficile da trovare in qualsiasi vivaio, dotata di una discreta tecnica e buon piede, di sicuro tra le più promettenti in casa Fortitudo. Grazie Elisa
Sgreva da 10 in pagella, il (la) bomber della squadra, ormai è stato perso il conto delle reti segnate quest’anno da lei, più di 40 in 22 gare ufficiali (senza tornei e amichevoli), una punta che in futuro potrebbe tingersi d’azzurro se continua su questi livelli, con un sinistro micidiale e chirurgico, dove non arriva col fisico arriva con grinta e rabbia, vede la porta come poche!!! Grazie Alessia
Pozza da 10 in pagella, sinceramente forse all’inizio dell’anno era tra le meno equipaggiate per questo sport, credendo che il calcio era una scampagnata tra amiche con quei due occhioni e quella vocina con la risposta sempre pronta ad ogni richiamo, e invece ora? Terzina di fascia con un bel sinistro, colpisce la palla di testa, batte calci d’angolo pericolosi, padroneggia sia in fase difensiva che in quella offensiva, insomma la corsia di sinistra è completamente sua!!! Ah, eppure quando è servito ha giocato pure in porta. Grazie Asia
Cappellaro da 10 in pagella, all’inizio distratta e disordinata, arrivata al calcio come figlia d’autore (mamma ex calciatrice) e prima bambina nella Fortitudo come seconda generazione, di sicuro una grande responsabilità da sopportare, ne esce che al suo primo anno fa notevoli progressi su fondamentali e di impostazione, istintivo era prendere la palla con le mani, ora l’istinto è calciare la palla con i piedi e per di più con una buona precisione. Dote in più rispetto alla mamma, da quanto si narra, di una ottima grinta da vendere!!! Grazie Giorgia
Bonetto da 10 in pagella, l’altra capitana della squadra denominata 2010, altro esempio di chi non molla mai e non si da mai per vinta, ottima tecnica e tenacia dentro al campo, mai una parola fuori luogo fuori dal campo, sempre composta e un carattere morbido ne fa solo che esaltare le sue qualità di trascinatrice, e alla prima da capitano da non dimenticare pure che ha siglato anche una doppietta!!! Grazie Sara
Harim da 10 in pagella, la meno dotata all’inizio di tecnica, ma con un duro lavoro e molto impegno si è vista poter ricoprire più ruoli, dal portiere all’attaccante, se continua così con questa grinta può raggiungere buoni livelli. Grazie Yousra
Zampini da 10 in pagella, tecnicamente la più dotata, con una postura da vera calciatrice, con i suoi piedi potrebbe illuminare il gioco ovunque, nel calcio maschile potrebbe indossare la casacca numero 10 tranquillamente, resta da vincere una leggera paura, più una cosa mentale che se dovesse accantonarla non ce né più per nessuno. Grazie Lidia
Magalini da 10 in pagella, la più piccolina di tutto il gruppo (classe 2011), la più sorridente di tutto il gruppo, la più timida, la più ordinata, la più impacciata all’inizio, la più silenziosa, la più….e tanto la più!!! Colpire la palla di testa non è cosa semplice, e lei lo fa; colpire la palla convinta non è cosa semplice, e lei lo fa; ascoltare non è cosa semplice, e lei lo fa. Grazie Mysia
Concludendo tutto, penso che una frase non sia mai stata la più azzeccata, e cioè…. crederci sempre e mollare mai!!!
Si perché questo gruppo ha insegnato che se si crede in un progetto i risultati arrivano nonostante le difficoltà e le premesse che non erano di certo confortanti.  Va dato merito in primis alle ragazze per il sacrificio, e poi a tutti coloro che hanno girato attorno a queste campionesse, staff e gruppo genitori senza mai abbattersi e sempre positivi!!!
Buone vacanze

Torneo “In riva al Mincio”

Torneo “In riva al Mincio”

FORTITUDO MOZZECANE – SETTIMO PESCANTINA 0-2
FORTITUDO MOZZECANE – VALEGGIO ROSSO 0-2
FORTITUDO MOZZECANE – VALEGGIO BLU. 0-6

FORTITUDO MOZZECANE – VALEGGIO ROSSO 0-2
FORTITUDO MOZZECANE – SETTIMO PESCANTINA 0-3

FORTITUDO: Magalini A., Pozza (Bonetto), Perina (Magalini M.), Bertaiola, Maioli, Sgreva (Foggetti), Gamberoni (Ballerini)

Torneo in riva al Mincio, nella suggestiva rinomata e ricca di storia borgata Borghetto di Valeggio S/M., al quale era impossibile non accettare l’invito a partecipare.
La Fortitudo si presenta a questa manifestazione come unica squadra totalmente di fiocco rosa, contro compagini di elevato nome ma quel che più desta preoccupazione è il fatto di non partecipare alla nostra categoria ma bensì quella superiore per alcune, e per altre addirittura due, alla quale abbiano partecipato le nostre calciatrici nei campionati autunnali e primaverili, cioè primi calci 2009 e piccoli amici 2010. Ci siamo inseriti nella categoria pulcini 2008, quindi giocando a 7 e non a 5 come nostra abitudine, mettendo in formazione annate dal 2007 al 2011, con la consapevolezza di dover continuare a raccogliere palloni in fondo alla nostra rete, e invece che succede? Si, è vero, abbiamo pur perso tutte e 5 le partite, ma comunque facendo traballare le gambe ai pari età maschietti, e in più di qualche occasione sfiorando, e c’è da dire che alla fine del torneo ci si sarebbe aspettato di diritto, il gol!!! Solo in una partita c’è stato un switch off generale delle gialloblù dove tutto evidentemente è andato storto, ma nelle altre quattro creando in media almeno 4/5 occasioni da rete, che vuoi per imprecisione (vedi Foggetti però classe 2010) che per sfortuna come la traversa (vedi Gamberoni classe 2008 e di norma portiere) la palla non è entrata. Quindi dopo tutto ciò c’è da fare un grossissimo applauso a tutte indistintamente, e da dire che è aumentata la consapevolezza della crescita delle Fortitudine in maniera esponenziale. Le ragazze hanno ricevuto complimenti da tutti, e dico proprio tutti, gli addetti ai lavori; rimasti a bocca aperta nel vedere come le ragazzine di mister Turina e Boni, che per l’occasione di oggi erano una squadra unica, si sono comportate in campo con voglia e dedizione tecnico-tattica, caparbie e arcinie nel voler tenere il campo. Riporto qualche frase che ci è stata riferita come “complimenti ci avete messo in seria difficoltà”, o “ma questi però hanno anche un paio di ragazzine in campo!!!”, eh no sono tutte ragazzine gli è stato risposto, quindi comunque convinti di aver di fronte dei pari sesso ma proprio perché questa grande differenza non si è notata.
Brave brave brave veramente, vista anche la giornata completamente estiva, questo però, per chi ci lavora sopra su queste ragazze, non deve essere un traguardo ma un buon punto di partenza dove costruire la Fortitudo Mozzecane C.F. del futuro.
Facciamo inoltre una nota di merito all’arbitro della finale del 3/4 posto, gara diretta dal famoso Sig. Cinciripini della sezione di Ascoli Piceno in alias Alessandro Maioli (papà di Giorgia Maioli), rivisitato in arte e forma moderna più tondo che lungilineo.

LP

Pulcine 2009: Double Face

FORTITUDO – VALEGGIO = 1-2 (1-0, 1-2, 2-3)

 

FORTITUDO: Gamberoni (Ballerini), Bertaiola (Bonetto), Maioli, Perina (Pozza),  Foggetti (Harim) ALL Turina

Reti: Maioli (3), Foggetti

 

Penultima giornata di campionato, finalmente con una bella giornata di sole. La Fortitudo gioca bene i primi due tempi, ma fa troppa confusione negli ultimi due. Contro i tecnici giocatori del Valeggio (esempio nr.17) le babies gialloblù sono quadrate, ben disposte in campo e con continue e pericolose controffensive che consentono di vincere il primo set e perdere immeritatamente il secondo. Nel terzo set dopo un buon avvio ed essere andati in vantaggio si spegne la luce ed i rossoblu trovano troppo facilmente varchi per andare in goal. Da dimenticare il quarto tempo, ma da segnalare la buona prova della Maioli, valeggiana doc, che segna una tripletta contro i suoi compaesani. Complimenti.