PERMAC VITTORIO VENETO – CHIEVO FORTITUDO WOMEN 1-3

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Magalini, Pachera, Mele, Cigolini (37’ st Mazzi), Bonotto, Zappa, Faccio (20’ st Menegazzi), Bottigliero, Schenato, Zanotti (37′ st. Bragantini), Zoetti (30’ st Sartori).
A disposizione: Marcomini, Mazzi, Bragantini, Sartori, Bernardi, Menegazzi.
Allenatori: Crestani, Carazzato
VITTORIO VENETO: Da Ronch, Fattorel (32’ st Gallina), Gava C., Modolo (19’ pt Chies), Martinis, Da Ros, Gava, Gallon (32’ st. Cartelli), Trevisiol (8’st Bortolin), Campagna, Brovedani (8” st Perin).
A disposizione: Facchin, Gallina, Cartelli, Chies, Bortolin, Righetto, Perin.
Allenatore: Zoni

La Primavera torna in campo in trasferta contro il Vittorio Veneto, alla ricerca del riscatto dopo la sconfitta all’ultimo minuto della scorsa settimana. Un risultato che arriva, meritatissimo, grazie a una grande prova di maturità delle gialloblù.

La partenza è fulminante, dopo nemmeno un giro di lancetta arriva subito il primo gol: lancio in avanti per Faccio sulla bandierina destra, finta e cross al centro, la palla rimbalza in area e arriva per prima Zoetti, che di controbalzo trova la conclusione vincente e insacca nell’angolino. Il Vittorio Veneto, dopo la doccia fredda, si riorganizza, ma è ancora il Chievo che si fa pericoloso al 17’, quando viene innescata Zoetti sulla fascia sinistra.

Al 32’, da registrare una occasione clamorosa per le padrone di casa: la punta servita in area vince il contrasto con il centrale e calcia potente rasoterra in porta, ma Magalini è reattiva a tuffarsi e ribattere di piedi nel mezzo. In questa fase, la Fortitudo è un po’ titubante nelle giocate, e per non esporsi troppo non sfrutta a pieno gli spazi concessi dalle avversarie.

Il secondo tempo, però, vede nuovamente una partenza a tutta birra. Al 2’ Mele affonda sulla fascia sinistra e crossa in area trovando Cigolini, che prova la conclusione al volo svirgolando la palla. Ma la sfera rimane lì e la nostra centrocampista è svelta a ricordinarsi per il secondo il tiro, questa volta ben indirizzato rasoterra sulla diagonale vincente. 0-2, le gialloblù prendono il largo, ma all’8′ il Vittorio Veneto riapre la partita con Trevisol, che sfruttando la propria fisicità riesce a staccarsi dalla marcatura, trovando il tiro vincente alla destra di Magalini. Al 18’, però, le gialloblù si riportano a distanza di sicurezza ancora con Zoetti, che dai 30 metri prova una difficile conclusione direttamente in porta. La palla scende insidiosa e si insacca sotto la traversa. Vittorio Veneto prova a rispondere, sempre dalla lunga distanza, ma Magalini non si fa mai sorprendere. La partita, comunque, rimane aperta ed avvincente, i brividi continuano fino alla fine: al 44’ un tiro spiovente delle locali scende verso la porta insiodissimo, ma Magalini vola e respinge sopra la
traversa. Il Chievo, a quel punto, stringe i denti nel recupero, e blinda il risultato fino al triplice fischio.

Ottimo l’approccio alla partita delle nostre ragazze, che hanno saputo fin da subito concretizzare le occasioni costruite e hanno ben reagito al cambio di modulo imposto dalle numerose assenze. Una prestazione in crescendo, insieme alla fiducia e alla consapevolezza delle proprie capacità. Appuntamento alla prossima giornata con il derby veronese!