Come trasformare una cosa negativa in una bellissima occasione di solidarietà? L’idea è venuta alla Prima Squadra e alla Primavera del Chievo Fortitudo Mozzecane, che hanno deciso di utilizzare i soldi delle multe interne per fare una donazione all’Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, una delle struttura che, in questo momento, affronta in prima linea l’emergenza Coronavirus. Un piccolo, grande contributo di partecipazione, un’idea concreta per dare una mano a chi ne ha più bisogno.

Non è finita qui, perchè mentre le normative in vigore richiedono ai cittadini di rimanere il più possibile a casa, la Primavera clivense lancia un messaggio di responsabilità con l’iniziativa “Io resto a casa per…”. Le giocatrici hanno scattato dei selfie con persone care: genitori, nonni, fratelli, che grazie al sacrificio di tutti possono essere protetti dal contagio. Un modo per essere famiglia, e allo stesso tempo partecipare in modo attivo a uno sforzo di tutta la comunità, rivolgendosi soprattutto ai più giovani.

Speriamo tutti di tornare in campo al più presto, a fare quello che amiamo di più. Con la consapevolezza e l’orgoglio di aver fatto la nostra parte.