Passione e crescita. La ricetta per le esordienti

Passione e crescita. La ricetta per le esordienti

Loris Lubiato, insieme ad Alberto Vanoni, gestisce e allena le esordienti. Loris svolge la funzione di Team Manager e dirige il gruppo, mentre Alberto prepara le giovani gialloblù in campo e insegna loro i fondamentali. Ecco le parole di Lubiato:

Loris, quali sono gli obbiettivi per il campionato esordienti quest’anno?
«Non abbiamo la priorità del risultato, il vero obbiettivo è il gruppo. La vittoria ovviamente è importante, ma lo è soprattutto per il morale, affinchè le ragazze siano ripagate dagli sforzi fatti in allenamento e affinchè crescano come gruppo e dal punto di vista individuale e tecnico. Voglio che le ragazze crescano e abbiano la giusta mentalità per fare, in futuro, il salto di qualità e di categoria».

Quali sono i principi calcistici che vuoi che le ragazze apprendano?
«L’allenatore è Alberto Vanoni. Io collaboro con lui nella gestione del gruppo. Seguo le ragazze e posso parlare al suo posto, ma lui spiega i fondamentali e insegna la tecnica di base, perché è un gruppo disomogeneo sia per età sia per tecnica; per questo cerchiamo di alzare il ritmo e l’intensità in allenamento. Il mister fa esercizi volti coesione tra i vari reparti, in modo che in campo tutte abbiano idea della loro posizione, sappiano cosa fare quando hanno la palla e possano sviluppare un bel gioco. io e Alberto quindi ci basiamo su esercizi di controllo palla e passaggio. L’obbiettivo è, in partita, controllare il gioco e fare gioco».

Quanto è importante che le ragazze crescano in vista della Primavera e, perché no, della prima squadra?
«È fondamentale che abbiano la giusta mentalità. Prima della crescita tecnica devono mantenere la passione per il calcio se vogliono andare avanti. La passione la mantengono con il divertimento che noi cerchiamo sempre di trasmettere. Abbiamo sedici giocatrici e agli allenamenti ci sono sempre tutte, o quasi; questo vuol dire che si divertono e credono in quello che fanno, altrimenti non sarebbero così costanti».

Giocatrici così giovani come vivono la competizione e l’agonismo?
«La competizione è importante ma non è centrale, per ora. È normale che ci sia lo stress agonistico, ma non deve esserci esasperazione. Quando alleni ragazze di età giovane bisogna insegnare loro a non mollare quando si è in difficoltà, a non darsi per vinte, motivarle a dare il massimo. Loro devono credere in sé stesse e non si devono demoralizzare. Noi cerchiamo di tenerle sul pezzo ma sempre partendo dal divertimento».

Per fare il salto di qualità che competenze e caratteristiche devono sviluppare le “tue gialloblù”?
«A livello puramente calcistico devono mantenere la passione per questo sport. Poi, cosa che ritengo importantissima, devono imparare a gestirsi in tutto: l’alimentazione è fondamentale, perché non basta essere tecnicamente dotate, bisogna curare il proprio corpo e la propria salute. Devono poi essere brave a organizzarsi con la scuola e con lo studio. In altre parole devono curare tante altre cose oltre che la passione per il calcio, devono diventare sempre più responsabili e aver cura di sé, perché hanno vari impegni. Inoltre devono continuare a credere in ciò che fanno, senza demoralizzarsi mai».

Riccardo Cannavaro
Copyright © Tutti i diritti riservati

Primavera, ecco il calendario

Primavera, ecco il calendario

La Divisione Calcio Femminile della Figc ha pubblicato il calendario del Campionato Primavera. La competizione, che vede 22 formazioni partecipanti, sono state inserite in tre gironi, secondo un criterio di vicinanza grografica. La Fortitudo Mozzecane milita nel girone 2, insieme a Castelvecchio, Chievo Verona Valpo, Tavagnacco, Lady Granata Cittadella, San Zaccaria e Hellas Verona.

Si comincia domenica 14 ottobre, mentre l’ultima giornata sarà il 24 febbraio. A metà marzo sono previsti i quarti di finale, il 13 e 14 aprile appuntamento con la Final Four che riunirà le migliori quattro formazioni.

Clicca QUI per vedere il calendario completo (sezione CALENDARIO)

Francesca Castagna
Copyright © Tutti i diritti riservati

Il week end delle giovanili

Il week end delle giovanili

Settimana intensa, quella appena terminata, per le Esordienti, che mercoledì scorso hanno giocato a Roverbella, vincendo 3-0, con un gol in ciascuno dei tre tempi ridotti del match. Un autogol e due reti di Guernelli per il tabellino, e complessivamente una partita molto buona, seppur contro un avversario di poca esperienza. Sabato, poi, le Esordienti sono state impegnate contro il Marmirolo, vincendo per 1-3. Una rete nel primo tempo e due nel terzo, a firma Guernelli, Chiaramonte e Gavioli, e soprattutto un gioco in crescita, con buoni spunti nel fraseggio, e una buona intensità di gioco nel terzo tempo, con la rimonta del gol subìto dalle fortitudine. Da registrare anche il debutto di De Pietri e Morselli. Il prossimo appuntamento domani, martedì 2 ottobre, contro una rappresentativa tedesca.
Pulcine e Primi Calci protagoniste ieri mattina a San Michele Extra contro l’Audace. Le prime hanno affrontato avversari delle annate 2008/09, in quattro tempi da 15 minuti ciascuno, giocando senza cambi in panchina a causa dei primi malanni stagionali. Le seconde, invece, hanno disputato un’amichevole 5 contro 5 con bambini del 2010, anche loro con quattro tempi da 10 minuti ciascuno più rigori finali. Tre nuove giocatrici hanno fatto il loro debutto nelle due partite, Ludovica per le Pulcine e Sara e Lisa per i Primi Calci. Tanto impegno e un bel gioco di squadra, per le categorie più giovani del Mozzecane, che stanno ben assimilando il lavoro degli allenatori.
Francesca Castagna
Foto: Pierangelo Gatto Photo
Copyright © Tutti i diritti riservati
Primavera: buon test contro il Chievo Valpo

Primavera: buon test contro il Chievo Valpo

Fortitudo Mozzecane – Chievo Valpolicella 1-5
FORTITUDO: Perina (Ferrarini), Mazzi (Pachera), Menegazzi, Bottigliero A. (Scarcelli), Zanca, Adami G., Leon (Bernardi), Malvezzi, MEssetti, Croin (Panozzo), Mele A. (Scè). All.: Malvezzi/Mirandola.
Arbitro: Scarcelli
Reti: Mele A.
Il Chievo si impone, dimostrandosi pronto per affrontare un campionato importante, in casa del Fortitudo Mozzecane, comunque protagonista di una buona prova, segnata da un risultato fin troppo severo.Nei primi 15 minuti del match, infatti, le padrone di casa mettono in campo un gioco positivo, ma l’ultima mezzora del primo tempo segna il predominio avversario, con un calcio corale e quattro reti messe a segno. Ripresa più equilibrata, che si conclude con un gol per parte. C’è ancora molto da fare, in casa gialloblù, il lavoro prosegue per acquisire il giusto equilibrio e la necessaria intensità del collettivo.
Francesca Castagna
Foto: Pierangelo Gatto Photo
Copyright © Tutti i diritti riservati
Esordienti, un altro test in crescita

Esordienti, un altro test in crescita

Sabato scorso le Esordienti di mister Vanoni hanno affrontato in un’amichevole da tre tempi i pari età maschi della Cavrianponti. Un test molto utile alle ragazze, con un risultato finale di 2-2, e che ha fatto registrare dei buoni progressi rispetto alla scorsa settimana. Il massimo della condizione non è ancora raggiunto dalle ragazze del Mozzecane, però il match, nel complesso, è stato ben interpretato, in particolare in attacco dove è arrivato il contributo di tutte le effettive messe in campo. Mercoledì sera, un altro appuntamento, sul campo di Malavicina, contro la Roverbellese, sempre categoria Esordienti maschile. E poi, Sabato si va a Marmirolo per continuare i test di preparazione.
Ecco anche il commento del presidente Giuseppe Boni, che fa il punto sul settore giovanile fortitudino: “Le amichevoli vanno prese senza dare loro troppo peso, stiamo sistemando tutte le caselle a livello organizzativo in modo che tutto funzioni al meglio possibile. Per il momento, anche quest’anno siamo riusciti a creare dei gruppi numericamente buoni, dalle 17-18 Allieve e Esordienti a una dozzina di Pulcine, fino alle 7-8 Primi Calci. L’importante, per noi, è continuare a crescere. Abbiamo messo insieme delle squadre interessanti, quest’anno le Allieve giocheranno un campionato femminile, novità importante. E le iscrizioni rimangono aperte, il Mozzecane aspetta a braccia aperte chiunque voglia provare a giocare insieme a noi”.
Francesca Castagna
Copyright © Tutti i diritti riservati