Serie B: Real Meda, Simone Perrotta «applaude» il 3-3 della Fortitudo su Twitter

Su Twitter appare un «like» di lusso. Direttamente dallo smartphone o dal tablet di un campione del mondo. Il cuore della Fortitudo Mozzecane batte forte: Simone Perrotta applaude il gol dell’amica Veronica Brutti e il 3-3 strappato all’ultimo minuto contro il Real Meda. L’ex centrocampista di Roma, Chievo Verona e della Nazionale azzurra di Marcello Lippi (salita sul tetto del mondo nel 2006) ha infatti registrato il suo apprezzamento al tweet gialloblù «Brutti su punizione dal limite realizza il pareggio finale». D’altronde, Perrotta non è nuovo al sostegno per la metà rosa del pallone italiano: in giugno, il consigliere federale dell’Associalciatori si era schierato a favore del calcio femminile, dichiarando a Iogiocopulito.ilfattoquotidiano.it che per dare alle atlete pari dignità rispetto agli uomini «occorre renderle professioniste. Facendo una lega femminile che non sia sotto il controllo della Lega Nazionale Dilettanti». E, ora, ecco spuntare il suo plauso social sul profilo Twitter della Fortitudo Mozzecane. Un «like» di lusso, è proprio il caso di dirlo. Anzi, di «cinguettarlo».
Matteo Sambugaro
Copyright © Tutti i diritti riservati

Serie B: Brutti-gol al 96’. La Fortitudo Mozzecane agguanta il Real Meda all’ultimo respiro

FORTITUDO MOZZECANE-REAL MEDA 3-3
Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Sossella, Welbeck, Dal Molin, Salaorni, Caliari, Piovani, Martani (11’ st Peretti), Caneo (25’ st Zangari), De Vincenzi (17’ st Rasetti), Brutti. All: Comin
Real Meda: Pizzi, Roma, Vergani, Dubini, Coppola, Ragone, Fusi (22’ st Molteni), Moroni (26’ st Buttò), Coda, Stucchi, Sironi (15’ st Arosio). All: Zaninello
Arbitro: Franco di Cuneo. Assistenti: Guzzetti e Vinco di Verona
Reti: 27’pt autogol Sossella (RM), 6’ st Coda (RM), 27’ st Peretti (FM), 30’ Zangari (FM), 37’ st Stucchi (RM), 51’ st Brutti (FM)
Note: ammonite Rasetti, Salaorni (FM) e Coppola, Roma (RM). Espulsa Dubini al 50’ st (RM). Recuperi: 3+6
L’urlo di gioia arriva al minuto 96. L’abbonamento al segno «x» continua. La Fortitudo Mozzecane agguanta il 3-3 sul campo di Pradelle contro il Real Meda al fotofinish, dopo una partita ricca di colpi di scena e, allo stesso tempo, di rimpianti. Non bastano i venticinque minuti iniziali di dominio gialloblù (i migliori dall’inizio del campionato) e la voglia di rimontare due volte lo svantaggio: le ragazze di mister Comin conquistano il terzo pareggio consecutivo in tre giornate, rimandando ancora l’appuntamento con la prima vittoria della nuova annata.
Salaorni e compagne cominciano la gara con autorità, prendendo possesso della manovra e andando vicine al gol in diverse occasioni: tra il 5’ e il 7’ Brutti ci prova due volte dalla distanza, all’11 Caneo viene lanciata in profondità e si presenta a tu per tu con Pizzi, però il suo destro a giro finisce a lato, e al 20’ sempre la numero dieci gialloblù scappa sulla fascia e serve in area De Vincenzi che calcia a botta sicura ma Vergani salva la palla sulla linea di porta.
Il Real Meda gioca di rimessa e colpisce al 27’: Moroni crossa la sfera dalla destra, Olivieri sbaglia l’uscita, il pallone sbatte sulla testa di Sossella e termina in rete (0-1). L’autogol è una vera e propria doccia fredda per la Fortitudo Mozzecane: in cinque minuti, dal 28’ al 33’, la formazione lombarda cerca senza fortuna lo 0-2 con le conclusioni da lontano di Sironi e Moroni, entrambe alte. Sul finire del tempo, però, le gialloblù rialzano la testa e si riaffacciano dalle parti di Pizzi: al 39’ il sinistro da fuori di Welbeck non inquadra lo specchio, al 44’ Martani lavora palla al limite dell’area, poi si gira e tira: traiettoria centrale, il portiere para.
La ripresa è un’altalena di emozioni continue. Pronti, via e arriva il raddoppio del Real Meda: al 6’ Coda riceve il pallone in area e calcia di prima intenzione, Olivieri respinge ma la stessa numero nove lombarda è più lesta di tutte e ribadisce la sfera in rete (0-2). Al 15’, poi, il destro dalla distanza di Fusi coglie il palo e fa tremare ancora le padrone di casa. Comin, allora, inserisce Peretti per Martani, Rasetti per De Vincenzi e Zangari per Caneo, ridisegnando il tridente offensivo, con Piovani punta centrale. E, in una manciata di minuti, la Fortitudo Mozzecane riacciuffa avversarie e risultato: al 27’ Welbeck crossa in area dalla sinistra, Vergani in spaccata intercetta il pallone, Rasetti e Coppola provano ad intervenire ma la sfera capita tra i piedi di Peretti che, a due passi dalla porta, sigla l’1-2; al 30’ Sossella effettua un traversone dalla destra, la neo-entrata Zangari prende il tempo alla difesa avversaria e, di testa, segna il 2-2 e il suo primo gol in serie B.
Le due squadre vogliono vincere e si danno battaglia. Al 37’ è di nuovo il Real Meda a colpire: Stucchi ruba palla a Zangari sulla trequarti, prende la mira e con il sinistro sorprende Olivieri con un tiro dai 20 metri. Le gialloblù non ci stanno e reagiscono sessanta secondi dopo: Rasetti calcia da fuori, la difesa mura la conclusione, il pallone carambola a Dal Molin che, da dentro l’area, fa partire un destro a palombella. Traversa.
Le emozioni non sono finite, anzi. Al 47’ il Real Meda ha l’occasione per chiudere la gara, però Coda (dopo aver saltato Caliari ed essersi presentata davanti ad Olivieri) sbaglia la mira e il tiro termina sul fondo. Gol «mangiato», gol subito: già, perché al 50’ Piovani riceve palla da Peretti, punta la porta e viene fermata fallosamente al limite dell’area da Dubini (poi espulsa). Brutti batte la punizione, la sfera sbatte sulla testa di Roma e cambia direzione, sorprendendo Pizzi. La Fortitudo Mozzecane esulta in unico abbraccio, il 3-3 è conquistato all’ultimo respiro.
Matteo Sambugaro
Foto: Graziano Zanetti Fotography
Copyright © Tutti i diritti riservati

P7: SENZA STORIA

LUGAGNANO – FORTITUDO MOZZECANE =   0 – 3 (0-2, 0-2, 0-5)

Fortitudo:  Magalini (Giovannini), Venturelli, Chiaramonte, Pena, Ferracuti, Morganella, Zampieri  All. Salaorni

Reti: Morganella (5), Ferracuti (3), Zampieri

Le piccole della Fortitudo vincono l’ultima gara del girone d’andata senza sudare troppo e lo fanno con una goleada di larghe proporzioni, nonostante un pessimo terreno di gioco. Peccato per le numerose assenze in casa gialloblù che non hanno permesso una certa rotazione e sperimentazione della formazione. La superiorità non è mai stata messa in discussione anche se nei primi due tempi c’è stata qualche difficoltà nel trovare la via del goal. A sbloccare il risultato ci ha pensato la Zampieri con un tiro cross che si è insaccato sotto la traversa per la sua prima rete con la nuova maglia, poi ci ha pensato la solita Morganella ad esibirsi in alcuni tiri di ottima fattura e nel terzo tempo si è destata anche la Ferracuti che ha chiuso definitivamente la pratica. Bene tutta la squadra, anche se da verificare contro avversari più tosti ed ottimi anche alcuni interventi dei portieri.

Giuseppe Boni

SERIE B: FORTITUDO MOZZECANE, LA COOPERATIVA DEL GOL

Chiamatela la «cooperativa del gol». Sei reti realizzate, sei marcatrici diverse. Un’imprevedibilità offensiva, dopo due giornate di serie B, fondata su un gioco corale, e di squadra, più che sulla singola individualità. La Fortitudo Mozzecane va all’assalto e punge sempre con un’attrice diversa, perché al tavolo del gol si siedono in molte e segnare diventa la pietanza principale. Tanto da scomodare e dover aggiornare perfino i libri della storia gialloblù.
ATTACCO 2016/17 POLIEDRICO. Nelle prime partite di campionato, le ragazze allenate da Fabiana Comin hanno colpito sei volte (terzo miglior attacco insieme alla Pro San Bonifacio), mettendo a referto quattro reti al debutto contro l’Azalee (4-4) e due contro il Clarentia Trento (2-2). I gol, come precisato, sono stati tutti siglati da marcatrici differenti: Alice Martani, Veronica Brutti, Rachele Peretti e Zoe Caneo hanno segnato alla formazione di Gallarate, Nana Welbeck e Beatrice Piovani hanno invece fatto male al club trentino. Una vera e poliedrica «cooperativa del gol», capace di rendersi pericolosa da più posizioni e con più interpreti. Basti pensare, infatti, che la Fortitudo Mozzecane ha realizzato le proprie marcature già con due attaccanti (Caneo e Martani), tre centrocampiste (Peretti, Brutti e Piovani) e un difensore (Welbeck), trovando la via della rete quattro volte su azione, una su calcio d’angolo e una su rigore.
Una curiosità: dopo due giornate di serie B, nessuna squadra del girone C ha fatto meglio delle gialloblù in questo dettaglio. Solo l’Azalee tiene il passo di Francesca Salaorni e compagne, avendo registrato lo stesso numero di atlete nella classifica cannonieri.
SEI IN GOL DOPO DUE GARE: RECORD. La Fortitudo aggiorna la pagina dei record. Mai negli otto campionati disputati precedentemente in serie B (ex A2), il club di Mozzecane aveva mandato in gol sei calciatrici diverse dopo le prime due sfide. Persino nella stagione 2011/12, culminata con i 70 punti finali in graduatoria e la promozione in A, la squadra non era riuscita ad ottenere tale traguardo: in quell’annata andarono a referto in cinque (Rachele Perobello, Lisa Faccioli, Deila Boni, Elena Nicolis e Alessia Pecchini). Da segnalare, inoltre, le tre marcatrici del 2010/11 (Deila Boni, Giulia Rizzi e Lisa Faccioli), del 2013/14 (Rachele Peretti, Francesca Rasetti e Zoe Caneo) e del 2015/16, quando a realizzare le reti furono Francesca Signori, Rossella Cavallini e Nana Welbeck.
Proprio quest’ultima è protagonista di un’ulteriore curiosità: i due gol segnati in maglia Fortitudo Mozzecane dal difensore di origini ghanesi sono arrivati entro le prime due partite di campionato (uno nel match inaugurale 2015/16 e uno due settimane fa) e sono valsi entrambi un 1-1, sia finale come contro l’Orobica, sia momentaneo come con il Clarentia Trento.
Matteo Sambugaro
Foto: Graziano Zanetti Fotography
Copyright © Tutti i diritti riservati

Serie B: Superato esame Padova

F. Mozzecane > Olivieri, Sossella, Welbeck, Piovani, Malvezzi, Caliari, Peretti, Brutti, Rasetti, Zorzi, De Vincenzi

Padova > Orlando, Amidei, Mazzuccato, Rapesi, Peruzzo, Sarain, D’Antonio, Cattuzzo, Fabbruccio, Ferrato, Giubilato

Vista la sosta del campionato per gli impegni delle Nazionali la Fortitudo ha ospitato il Padova per un’amichevole sul campo di San Zeno. Il Padova, primo nel girone B di Serie B, parte subito forte colpendo il palo della porta difesa da Olivieri. Al 20′ Ferrato in contropiede salta l’estremo difensore gialloblù ma non inquadra lo specchio della porta. Un minuto più tardi Cattuzzo si inserisce da rimessa laterale tirando una rasoterra di facile presa.
Al 29′ la Fortitudo si fa vedere con Rasetti che da ottima posizione di esterno sx spara fuori.
Bellissima azione personale sempre di Rasetti che dal fondo appoggia dietro ma Peretti e Zorzi mancano l’aggancio.
Brutti a 3′ dalla fine del primo tempo batte in modo rapido una punizione che sorprende Orlando costretta a salvarsi in angolo.
Finisce il primo tempo sullo 0-0.
Nel secondo tempo mister Comin fa entrare Caneo per De Vincenzi e Dal Molin per Brutti.
La squadra di casa oggi in divisa blu entra in campo più convinta e al 51′ Rasetti riceve palla spalle alla porta si gira e tira. Orlando devia in angolo.
Cross di Sossella 5′ più tardi con la solita Rasetti che si smarca e tira colpendo l’incrocio dei pali. Al 60′ esce Peretti per Martani, al 74′ Zorzi lascia il posto a Zangari.
A 10′ dal termine della gara Orlando in uscita fuori area blocca fallosamente Zangari.
Dalla successiva punizione nasce un corner dagli sviluppi del quale Martani realizza il gol del vantaggio.
Due minuti più tardi la stessa Martani raddoppia inserendosi al centro della difesa padovana.
Esce Rasetti ed entra Signori.
All’85’ Ferrato accorcia le distanze con un rasoterra dal limite dell’area.
Nel minuti di recupero Dal Molin realizza un eurogol da centrocampo fissando il risultato finale sul 3-1 per la squadra di Mozzecane.

Deila Boni