Serie B: NUOVO ALLENATORE SERIE B

Serie B: NUOVO ALLENATORE SERIE B

c37d72_020c0bc0955548249077ac49b48c8e9dmv2_d_1512_1512_s_2Fabiana Comin è la nuova allenatrice della squadra di Serie B della Fortitudo Mozzecane per la stagione 2016/17.
Il nuovo mister, classe 1970, proviene dal Verona Calcio Femminile (Primavera e vice della Serie A). Da giocatrice (portiere) vanta una lunga esperienza ad alti livelli sia di club (Fiammamonza, Bardolino, Foroni e Milan) che in Nazionale. Ha vinto due scudetti con il Foroni e uno con la maglia del Bardolino Verona. Ha anche conquistato una Coppa Italia
e tre Supercoppe.
Come allenatrice nel 2007/08 ha allenato allievi e juniores di Garda e Ambrosiana, vincendo con il Garda il titolo provinciale e portando la juniores alle fasi regionali.
Nel femminile ha esordito allenando il Venezia 1984 in serie A nel 2010 per poi passare l’anno successivo al Verona.
Fabiana Comin oltre ad avere il patentino UEFA B ha da poco conseguito il titolo di preparatore portieri professionista.
Ecco le prime parole della neo allenatrice gialloblù: “Sono contenta di aver accettato l’incarico affidatomi, sono entusiasta della nuova esperienza che mi accingo ad intraprendere. Ringrazio comunque Longega e la società Agsm Verona per questi 5 anni, auguro alla società di continuare a confermarsi ai vertici del calcio femminile.
A Mozzecane porto il mio entusiasmo e la mia esperienza.. per ora non ci poniamo particolari obiettivi, lo scopo è quello di migliorarsi sempre e costruire giocatrici di grande valore.”

Deila Boni

I NUMERI DI UN’INTERA STAGIONE

Non è affatto una novità che l’avvio di campionato della Fortitudo sia stato alquanto incerto ed infatti alla 7° giornata (Natale 2015) le gialloblù si trovavano all’ultimo posto con soli 2 punti all’attivo, ma poi le cose sono migliorate tanto da finire il campionato con un crescendo invidiabile. Una logica conseguenza di questo fatto si riscontra nella classifica che confronta l’andata col ritorno, dove la Fortitudo si piazza al secondo posto (+7 punti) alle spalle del Valpolicella primo con +8.
La Fortitudo, nella prossima stagione, dovrà cercare di fare meglio sul proprio terreno visto che ha raccolto più punti fuori casa che in casa ed infatti mettendo a confronto le due classifiche (interna/esterna) viene fuori che risulta essere la squadra col maggior incremento di punti fatti fuori casa (+5), mentre, l’altra veronese, il Valpolicella è quella che ha perso più punti fuori casa (-8) rispetto alle partite casalinghe. Ne va di seguito che anche le reti subite rispecchiano i dati precedentemente esposti ed infatti la Fortitudo con 23 reti subite in casa e solo 14 fuori casa ottiene un -9 che non ha rivali nella categoria.
La Fortitudo ha potuto contare su 3 colonne portanti che rispondono ai nomi di Salaorni, Piovani e Cavallini, le quali hanno giocato 22 partite su 22 ed addirittura la Piovani ha totalizzato 1980 minuti su 1980 (il massimo possibile). Questo genere di atlete, prive di infortuni, squalifiche e con tanta qualità sono solamente 33 In tutto il campionato. Un piccolo gradino sotto rileviamo le partecipazioni di Welbeck, Caliari e Sossella che hanno perso una sola gara nel corso del campionato (21 presenze su 22).
L’aspetto più positivo, e di prospettiva, della stagione Fortitudo riguarda l’età media della squadra che risulta essere con 20,4 anni la seconda di tutto il girone alle spalle del solo Villacidro (19,6), formazione sarda che probabilmente ha un po’ esagerato con le date di nascita ed ha pagato il conto con la retrocessione. L’altra veronese, il Valpolicella, si trova dalla parte diametralmente opposta con l’età media più vecchia (26,7 anni) del girone A. La Fortitudo ha portato al ballo delle debuttanti in categoria numerose atlete (Ciresola, Cutarelli, De Vincenzi, Dellera, Gastaldelli, Ivanova, Piovani, Tinelli, Venturini, Voltolini e Welbeck), senza contare che molte delle altre rimanenti avevano avuto in passato poche presenze da titolare.
Purtroppo tra le tante voci positive ce ne è qualcuna anche negativa come il record di sterilità casalinga più lungo del campionato visto che tra la 2° e la 10° giornata la Fortitudo ha raggiunto i 398 minuti senza segnare nemmeno una rete in casa (Pizzoletta, San Zeno, Mozzecane).
Il Valpolicella ha dimostrato di avere una rosa di tutto rispetto in quanto è riuscito a segnare ben 8 reti con giocatrici partenti dalla panchina in 8 partite diverse ma anche la Fortitudo si è ben comportata sotto questo punto di vista e grazie ad un intelligente turn-over ha messo a segno 8 reti in 7 partite diverse grazie alle subentranti (3 Cutarelli, 2 Rasetti e Rizzi ed 1 Welbeck). Rasetti è stata capace di fare una doppietta a Milano contro la Bocconi con solo 23 minuti a disposizione.
Sotto il profilo disciplinare la Fortitudo deve fare qualche passo in avanti perchè sono un po’ troppe le espulsioni subite (3) avvenute a carico di Rizzi, Caneo e Caliari, anche se nel girone A, il Caprera la fa da padrone avendone beccate 5. Interessante la curiosità che riguarda il numero di ammonizioni subite dalle avversarie quando si trovavano ad affrontare la Fortitudo. Difficile individuarne la ragione ma sono state 27 (più di due a partita), un valore che nessuna altra squadra ha saputo produrre.
Molto buono anche lo score della Cavallini (19 reti) che sale per l’ennesima volta sul podio delle bombers anche se questa volta si deve accontentare del gradino più basso, ma va considerato l’elevato coefficiente di difficoltà vista la forza della sua squadra veronese. Complimenti alla classe 95 (Ferrario Chiara) che pur giocando nelle Azalee ha dominato la classifica cannonieri del girone A segnando la bellezza di 28 reti.
Nel girone A Francesca Rasetti si trova al primo posto delle giocatrici più subentrate (13 casi), mentre Chiara De Vincenzi si trova al primo posto di quelle sostituite (12 casi).
L’arbitro Luca Baldelli di Reggio Emilia ha diretto più gare (5) di tutti nel girone A (Fortitudo vs Como = 0-1); ci sono due finali di gara che si sono verificati più volte (9) rispetto a tutti gli altri: un prevedibile 1-1 (per la Fortitudo vs Orobica andata e ritorno + Meda), ma sorprende moltissimo la vittoria in trasferta per 0-3 (per la Fortitudo vs Valpolicella ko e Oristano ok). Nell’ultima giornata di campionato (22°) si è raggiunto il record di 34 reti segnate che rapportato al numero di partite giocate (6) porta ad una media di quasi 6 reti a partita. L’Intermilano ed il Meda con 8 rigori a favore a testa sono le formazioni che ne hanno beneficiato maggiormente (Fortitudo=3), mentre il Villacidro, l’Orobica e l’Oristano sono state quelle più penalizzate avendone subiti 6 contro (Fortitudo=3).

Giuseppe Boni

TORNEO VOLTA MANTOVANA 6° GIORNATA

P7 – FINALE COI BOTTI

ROVERBELLESE – FORTITUDO MOZZECANE =   2 – 4 (0-3, 2-1, 0-0)

Fortitudo: Sala(Giovannini), Menegazzi, Pelorosso, Venturelli, Scarcelli, Ferracuti, Morganella (Chiaramonte) All. Boni

Reti: Ferracuti (2), Morganella, Pelorosso

La Fortitudo termina il torneo di Volta con una prestazione di grande livello in condizioni metereologiche a dir poco avverse (e forse pericolose); sotto una pioggia battente, in mezzo a tuoni e fulmini, le pizzette non hanno avuto per niente paura ed hanno di nuovo sfoderato gli artigli, riscattando ampiamente la deludente prestazione del giorno prima. La delusione  arriva solo dal non accesso alle semifinali ed appare alquanto singolare che 9 punti conquistati su 18 non siano stati sufficienti ad arrivare all’obiettivo del 4° posto utile (Castellana e Voltese, 3° e 4° appaiate a 10 punti).

Il primo tempo è stato determinante visto che si è concluso sul 0-3 nonostante le ottime parate della bravissima portierina avversaria (unica femmina del torneo oltre alla Fortitudo); bellissima la 2° rete della Ferracuti che con una finta si beve l’avversario diretto e poi insacca di sinistro; anche il secondo tempo prosegue su buoni livelli fino a quando due tackles praticamente consecutivi persi consentono ai mantovani di rientrare in partita; a questo punto Pelorosso ruba palla a centrocampo, avanza per qualche metro e spara un tiro che s’insacca all’incrocio dei pali (applausi) ripristinando le giuste distanze. Molto intenso anche il terzo tempo ma purtroppo senza nessuna rete da ambo le parti, anche perché le condizioni climatiche erano diventate insostenibili.

Complimenti a tutte le ragazzine per la partecipazione e l’impegno profusi durante tutto l’anno ma soprattutto per i grandi miglioramenti raggiunti ed ora: BUONE VACANZE!!!

MISTER MANGANOTTI CI SALUTA

La Fortitudo comunica che mister Lucio Manganotti ha preso un’altra strada per la stagione 2016-17, ma, pur essendo molto dispiaciuta (ultimamente pochi allenatori avevano concluso l’intera stagione) per l’abbandono, desidera ringraziarLo per quanto ha dato quest’anno alla nostra società e gli augura le migliori fortune al rientro nel mondo maschile.

E’ certamente un allenatore molto preparato sotto il profilo tecnico, difficilmente ripete due allenamenti uguali, cerca continuamente di mettere le ragazze in condizione di dover decidere con la propria testa quale sia la scelta migliore da fare ed in conseguenza di tutto ciò ha fatto crescere moltissimo sia individualmente che collettivamente il gruppo di ragazze che aveva a disposizione, molte delle quali alle prime armi nella categoria.

Dopo un avvio difficile, ma comprensibile per svariate ragioni, la Fortitudo ha preso forma ed andare a vedere le sue partite è stato veramente un piacere. Le Manganotti girl’s hanno sempre mostrato una filosofia di gioco ed un’identità precisa di squadra.

Grazie mister per la serietà e correttezza esibita fino all’ultimo istante.

IN BOCCA AL LUPO MISTER LUCIO!!!!

TORNEO VICOFERTILE

Grazie alla regia della perfetta organizzazione della società parmense si è svolto questo torneo che chiude gli impegni agonistici della formazione primavera gialloblù. Le ragazze di mister De Vincenzi si sono ottimamente comportate e senza perdere nemmeno una partita, a testimonianza del grande equilibrio generale fra le formazioni  partecipanti, hanno concluso al 3° posto. Una due giorni di sport che ha coinvolto tante ragazze, allenatori, dirigenti e genitori e che si è conclusa con una soddisfazione generale. Ultimo appuntamento fissato giovedì sera a San Zeno per mangiare qualcosa in compagnia e fare gli Auguri di BUONE VACANZE A TUTTI.

PERUGIA – FORTITUDO MOZZECANE =   1 – 1 (4-1 dcr)

Rete: Magalini

Fortitudo: Perina, Valenza (Mazzi), Adami G, Dellera, Malvezzi (Adami F), Menegazzi (Scarcelli), Gastaldelli (Savioli), Magalini, Bonfante, De Vincenzi, Zoetti (Zanini) AD Terrazzani, Semeghini, Rebecchi, Tinelli All. De Vincenzi

Nonostante il gran caldo parte bene la Fortitudo creando subito un paio di occasioni da goal alle quali fa seguito una bella rete della Magalini. Raggiunto il vantaggio segue una fase di gioco confuso ed il Perugia ne approfitta per pareggiare. Nel secondo tempo la Fortitudo spreca altre due nitide occasioni da rete per cui il match si chiude in parità. Ai rigori le umbre sono più fredde e si portano a casa 2 punti.

PORDENONE – FORTITUDO MOZZECANE =   1 – 2

Rete: Gastaldelli (2)

Fortitudo: Perina, Bonfante, Adami G, Dellera, Mazzi (Valenza), Zanini, Semeghini (Malvezzi), Magalini, De Vincenzi, Scarcelli (Menegazzi), Gastaldelli AD Terrazzani, Rebecchi, Adami F, Zoetti, Savioli, Tinelli All. De Vincenzi

Altra partita di cartello tra due squadre che si giocano la semifinale. Il Pordenone parte fortissimo e sbaglia tre occasioni clamorose e così la Fortitudo ne approfitta passando in vantaggio con Gastaldelli dopo respinta del portiere; ad inizio 2° tempo è sempre la Gastaldelli a siglare il raddoppio su contropiede ben orchestrato, ma le friulane non mollano e su azione da calcio d’angolo ottengono il 2-1 che riapre la partita.  Il match s’incattivisce un po’ ma la Fortitudo regge e porta a casa la vittoria.

SEMIFINALE: VICOFERTILE – FORTITUDO MOZZECANE =   0 – 0 (3-2 dcr)

Rete:

Fortitudo: Terrazzani, Bonfante, Adami G, Dellera, Malvezzi, Zanini, Zoetti (Scarcelli), De Vincenzi, Magalini, Menegazzi, Gastaldelli AD Perina, Rebecchi, Adami F, Mazzi, Semeghini, Savioli, Tinelli, Zoetti All. De Vincenzi

Buon avvio della Fortitudo ma la prima occasione da rete spetta alle padrone di casa; una buona azione sulla dx porta al cross che Gastaldelli mette a lato di un soffio di testa da buona posizione; partita molto equilibrata con poche occasioni da rete che si conclude giustamente sullo 0-0 e purtroppo ai rigori la Fortitudo perde per la seconda volta.

FINALE 3°-4°: PERUGIA – FORTITUDO MOZZECANE =   2 – 2 (3-4 dcr)

Rete: De Vincenzi (2)

Fortitudo: Perina, Bonfante (Semeghini), Mazzi (Adami G), Dellera, Magalini, Malvezzi,  Scarcelli (Adami F), Menegazzi, Savioli (Zoetti), De Vincenzi, Gastaldelli (Zanini) AD Terrazzani, Bonfante, Rebecchi, Tinelli All. De Vincenzi

Al primo tentativo il Perugia passa in vantaggio grazie ad un bel contropiede, la Fortitudo non sembra in partita e subisce anche il raddoppio; quando ormai i giochi sembrano fatti le veronesi hanno un moto d’orgoglio e grazie alla De Vincenzi dimezzano prima lo svantaggio grazie ad una fiammata della pegognaghese che dopo pochi minuti in mischia riesce ad ottenere anche la rete del 2-2 finale e completare il risveglio. Al terzo tentativo la Fortitudo riesce a vincere ai rigori e conquistare un lodevole 3° posto. Da segnalare anche che la nostra Perina Martina è stata premiata come miglior portiere.