Tre colpi alla Jesina e tre punti d’oro

Jesina – Fortitudo Mozzecane 1-3

Jesina: Ciccioli, Picchiò, Crocioni (Becci 13’ st), Battistoni, Scarponi, Bellucci (Verdini 36’ st), Fiorella (Guidobaldi 43’ st), De Sanctis, Piergallini (Vaccarini 30’ st), Fontana, Zambonelli (Gambini 25’ st).

A disposizione: Cantori, Becci, Gambini, Modesti, Vaccarini, Verdini, Guidobaldi.

Allenatore: Emanuele Iencinella.

Fortitudo Mozzecane: Venturini, Pecchini, Mele C. (Welbeck 32’ st), Signori, Marconi, Malvezzi, Martani (Boni 39’ st), Piovani, Peretti, Caneo (Bottigliero 27’ st), Gelmetti.

A disposizione: Olivieri, Salaorni, Welbeck, Bottigliero, Boni.

Allenatore: Simone Bragantini.

Arbitro: Torreggiani (Civitavecchia).

Assistenti: Massani (Jesi), Mosca (Ancona).

Reti: 20’ pt Peretti, 39’ pt Bellucci, 43’ pt Gelmetti, 36’ st Martani.

Note:  ammonita Fiorella al 10’ st.

La Fortitudo Mozzecane riesce a ottenere tre punti fondamentali in trasferta a Jesi. Le ospiti, in una partita che le ha viste dominare a tratti il gioco e creare varie occasioni, hanno segnato tre gol e hanno chiuso la gara col risultato finale di 1 – 3. Il match ha poi offerto al pubblico gialloblù il ritorno in campo di Deila Boni, giocatrice più prolifica della storia del club, che non calcava ufficialmente il rettangolo verde dal 1 dicembre 2013. L’attaccante è entrata negli ultimi dieci minuti di gioco, subentrando a Martani, autrice del terzo ed ultimo gol della Fortitudo.

La partita inizia subito in maniera movimentata, con entrambe le squadre che provano a creare azioni pericolose, ma che allo stesso tempo sembrano temere le possibili ripartenze avversarie. La prima grande occasione è delle gialloblù, che vanno vicine al vantaggio al 12’, quando Pecchini mette il cross sul quale per pochi centimetri non riescono ad arrivare di testa Gelmetti e Marconi. Al 19’ Martani, la numero 9 gialloblù, si invola verso l’area, dribbla e conclude; la deviazione non si trasforma in autogol solamente grazie al provvidenziale intervento del difensore sulla linea di porta. Il vantaggio arriva appena un minuto dopo: al 20’ Gelmetti calcia in area una punizione da posizione defilata sulla quale arriva Peretti, che di piatto spinge in rete. Al 24’ le padrone di casa per poco non trovano il pareggio, grazie a Battistoni che da fuori area prende la traversa con un tiro potente. Il pareggio della Jesina arriva al 39’ su calcio di rigore: Bellucci spiazza Venturini. Le ospiti però non si lasciano abbattere e mantengono il ritmo di gioco alto; premiate dalla loro tenacia trovano subito il 2-1 grazie a Gelmetti, che al 43’, su assist di Martani, spinge in rete.

Nella ripresa la Fortitudo prova subito a chiudere la partita con Peretti, che al 5’ calcia forte incrociando sul secondo palo, ma il portiere avversario riesce a parare in due tempi. La seconda grande occasione arriva al 28’, quando Mele, liberatasi dell’avversaria con un dribbling, mette in mezzo per Gelmetti, che controlla e tira in girata ma viene murata dalla difesa. Al 36’ la partita viene chiusa: Gelmetti lotta in area e la palla arriva sui piedi di Martani, che fredda infila all’angolino di destro e vanifica le speranze avversarie di poter recuperare lo svantaggio. Risultato finale 1 – 3 e tre punti d’oro conquistati in una trasferta non semplice.

Riccardo Cannavaro
Foto: Graziano Zanetti Photographer
Copyright © Tutti i diritti riservati