14 punti. Uno in meno proprio rispetto alla Roma, sconfitta dalle nostre gialloblù (2-1, ndr), tre in meno del Ravenna, seconda dietro la capolista Inter. Una Fortitudo che ha ingranato la marcia giusta e si prepara alla trasferta romana contro la Lazio.

Contro la Roma è stata una vittoria importante, che ha dato continuità al bel risultato con il Milan e ha dato consapevolezza del valore delle gialloblù.

«Tre punti contro una squadra come la Roma sono un risultato importante. La prestazione è stata ottima fino a tre quarti di gara, perché fino a quel momento la Roma non ci aveva mai procurato problemi veri. Siamo riuscite a contenerle. Avremmo potuto fare il terzo gol perché vi era la giusta attenzione e la voglia di giocare palla. Alla fine siamo andate un po’ in riserva quindi dobbiamo lavorare ancora tanto per saper gestire tutti i 90 minuti ad alto livello; dobbiamo essere più costanti per tutta la partita. In ogni caso abbiamo superato la prova».

Come dice mister Bragantini la ricetta giusta per una squadra vincente è una mentalità vincente. Umiltà, divertimento, volontà e lavoro: ecco come si arriva ad ottenere risultati esemplari.

«Saremo bravi se alla fine del girone d’andata saremo tra le prime tre della classifica. Questo è il nostro obbiettivo. Dobbiamo raccogliere tutto ciò che creiamo rimanendo sempre con i piedi per terra. Umili ma con voglia di fare sempre il massimo. La mentalità vincente è fondamentale, perché aiuta a vincere anche quando non si riesce ad esprimere un bel gioco; il bel gioco non sempre dà la vittoria, la grinta e la voglia sono indispensabili. Qual è la mentalità giusta che tutti dobbiamo avere? Provare a prendere l’Inter. Questo è l’atteggiamento che bisogna avere. Ora testa alla Lazio, una squadra che sta raccogliendo meno di ciò che in realtà vale».

Vincere. L’importanza del gruppo, giocatrici e staff, per ottenere successi, e delle vittorie per puntare in alto.

«Sono contento di tutte le ragazze, molto contento. I bei risultati, come le ultime vittorie, ci sono grazie a tutte loro e a tutto lo staff. Tutto nasce dal lavoro di tutti, dall’allenamento, che è la base, dalla voglia di far bene e dare sempre di più. Se si lavora bene, con sacrificio, divertimento e voglia di costruire qualcosa si arriva sempre. I risultati di ora vanno spartiti tra tutti. Domenica sarà importante vincere. Ci servono vittorie per arrivare alla salvezza matematica così come ci servono vittorie per salire e arrivare più in alto possibile. In poche parole serve vincere».

Riccardo Cannavaro
Foto: Graziano Zanetti Photographer
Copyright © Tutti i diritti riservati