Il settore giovanile dà grande soddisfazione alla Fortitudo Mozzecane: la Primavera, come detto dal responsabile del settore giovanile Valeriano Bragantini, dimostra impegno e serietà in allenamento e in partita. Contento delle ragazze è anche il tecnico Alberto De Vincenzi, che spinge affinché siano sempre concentrate, decise e consapevoli della necessità di migliorarsi sempre tecnicamente per poter arrivare a compiere il salto finale, quello della prima squadra; la scorsa stagione ha evidenziato l’importanza del lavoro svolto all’interno della Primavera, visto che più di una giocatrice ha esordito in prima squadra. Secondo De Vincenzi questo gruppo ha le qualità tecniche per poter puntare ai primi tre posti della classifica, il che significherebbe la possibilità di accedere ai playoff per la fase nazionale. Fondamentale sarà la preparazione atletica, dato che ci saranno trasferte faticose e bisognerà giocare su campi sintetici ai quali la ragazze sono poco abituate.

La prima partita di campionato, giocata l’8 ottobre contro l’Agsm Verona, ha visto le gialloblù perdere (0-5, ndr); nonostante questo il tecnico è rimasto soddisfatto della prestazione delle sue giocatrici nella partita contro la Virtus Padova (3-0, ndr), giocatasi il 14 ottobre, poiché hanno giocato bene tatticamente e tenuto fisicamente fino alla fine. La prossima partita si giocherà domani in trasferta contro il Clarentia Trento e, a detta di Alberto De Vincenzi, sarà una partita complicata ma anche una gara che le gialloblù potranno vincere grazie alla loro qualità e alla loro determinazione.

Le Giovanissime del Mozzecane, che sono l’unica squadra femminile del Veneto a giocare a 11 contro i maschi della loro stessa età, probabilmente vinceranno poche partite e soffriranno un po’ di più sul rettangolo verde, ma in compenso andranno incontro ad una crescita mentale e fisica non da poco, e questa è la cosa che più interessa alla società.

Per quanto riguarda invece le Esordienti a 9 e le Pulcine, si stanno svolgendo esercizi volti a migliorare la loro tecnica calcistica di base e a perfezionare il corretto posizionamento in campo. Quando si parla di Esordienti e Pulcine è necessario essere lungimiranti: non bisogna pensare anno per anno, ma è necessario puntare sulla loro crescita personale affinché in futuro possano arrivare a giocare in Primavera e in prima squadra.

 

Riccardo Cannavaro
Foto: Pierangelo Gatto Photo
Copyright © Tutti i diritti riservati