FORTITUDO MOZZECANE  – CLARENTIA TRENTO = 3 – 4
Reti: 3’ Torresani, 30’ Peretti, 35’ Caneo, 68’ Slomic, 72’ Torresani, 85’ Zangari, 92’ Tonelli
FORTITUDO: Olivieri, Fasoli, Welbeck, Dal Molin,  Salaorni, Caliari, Peretti (78’ Zangari), Brutti, Martani (60’ Zorzi), Caneo (72’ Rasetti), De Vincenzi (88’ Signori)  AD Venturini Allenatore Comin
CLARENTIA TRENTO: Valzogher (46’ Larentis), Lenzi, Ruaben, Torresani, Tommaselli, Nardelli, Dauriz (46’ Rovea), Marighetti (46’ Slomic), Tonelli, Rosa (85’ Bllama), Zappini (70’ Maurina)  AD: All. Gadda
Arbitro:  Paolo Salaorni di Villafranca Assistenti,
Ammonite:
Espulse:
La Fortitudo disputa un ottimo primo tempo con tante bellissime azioni con palla a terra e movimenti di squadra, ma poi perde il bandolo della matassa ed esce nuovamente sconfitta. Preoccupa un po’ il calo fisico e mentale del 2° tempo ed i troppi errori, spesso inspiegabili, evidenziati sia in fase offensiva che difensiva. Qualche elemento tende a portare ancora troppo palla anche se le tre reti segnate e le tante occasioni da rete sono di buon auspicio. Questo era l’ultimo test senza punti in palio, ma da domenica prossima si dovrà fare sul serio, essere un po’ meno belle ed un po’ più concrete. Le tante giovani devono adattarsi in fretta alla categoria e quindi badare molto di più alla sostanza.
Pronti via, respinta della difesa che Torresani, dai 30 metri, ribatte dentro indovinando una bella traiettoria che s’infila sotto la traversa; al 5’ Dal Molin s’inventa una gran palla nel corridoio per Martani che calcia bene ma Valzogher chiude bene lo specchio e ribatte; al 18’ Caneo si destreggia bene al limite e poi serve Peretti che al volo di sx sfiora l’incrocio; al 24’ dopo una punizione della Brutti, De Vincenzi ha due tentativi per spedire la palla in fondo al sacco ma non riesce nell’intento; al 26’ De Vincenzi mette in moto Caneo che dopo un dribbling serve bene la Brutti che inspiegabilmente non tira e lascia scorrere la palla ma alle spalle ci sono solo avversarie; al 29’ Rosa pesca bene Zappini sul fronte opposto ma Olivieri riesce a farsi valere; al 30’ ancora Caneo, nonostante un fallo riesce a trovare l’inserimento della Peretti che da appena dentro l’area fionda un tiro imparabile sotto la traversa;  al 35’ Valzogher sbaglia l’appoggio, Peretti ruba la palla e ricambia il favore alla Caneo che insacca a porta vuota; al 38’ De Vincenzi, dopo un bello scambio Caneo-Peretti, si trova a tu per tu con Valzogher senza trovare l’idea giusta x batterla; al 40’ Zappini fallisce un tiro al volo da buona posizione; al 45’ Tonelli si libera bene al limite dell’area, scarta il portiere, ma un prodigioso recupero della Fasoli salva il risultato.
Al 48’ gran palla “no look” della Torresani per Zappini che spara addosso ad un’ottima uscita della Olivieri; al 51’ ottimo affondo della Martani sulla dx, servizio all’indietro per la Peretti che calcia bene ma centrale; al 68’ lungo rinvio del portiere che Caliari spizzica di testa all’indietro, mettendo fuori gioco anche Fasoli e per Slomic è un gioco da ragazzi eludere l’uscita della Olivieri con un pallonetto (vedi rete San Bonifacio); al 70’ un bel corner lungo della Dal Molin trova la zuccata mirata della Peretti che si stampa sulla traversa; al 72’ punizione della Tonelli, liscio della Welbeck e Torresani pronta in mischia insacca il 2-3; ancora una gagliarda Torresani spara un sx dalla distanza che sbatte sulla parte superiore della traversa; al 82’ cross e contro cross del Clarentia con palla che corre avanti ed indietro e pericolosamente vicina alla linea di porta; al 85’ Brutti pesca Rasetti in profondità che tira fuori un dribbling meraviglioso ma sciupa tutto con un sx da dimenticare; al 86’ Zangari ruba palla al difensore centrale ed insacca col portiere fuori dai pali il 3-3; al 87’ Rasetti ha una palla d’oro per chiudere la partita ma a pochi metri dalla porta angola incredibilmente troppo il tiro; al 88’ è De Vincenzi ad innescare Rasetti ma Larentis si oppone felicemente; al 92’ dopo una lunga azione contrastata e confusa la palla arriva sul fronte opposto alla Tonelli che tira fuori l’istinto del killer uccidendo la Fortitudo.
Domenica 2 Ottobre alle ore 15.00 a Pradelle di Nogarole Rocca ci sarà il battesimo della nuova Fortitudo, dell’allenatrice Comin e di tante ragazze giovani al debutto nella categoria. Avversario di turno saranno le Azalee, una squadra solida e ben organizzata, che è stata la sorpresa della scorsa stagione e che metterà a dura prova la formazione veronese. Un invito per tutti gli appassionati di calcio femminile ad essere presenti ed a sostenere le nostre giovani gialloblù.
AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’. E poi ti saluto per sempre”.
Giuseppe Boni