Lady Granata Cittadella – Chievo Fortitudo Women 2-1
Chievo Fortitudo Women: Ferrarini, Menegazzi, Mele, Zappa, Bonotto, Bernardi, Zanotti (1st. Bottigliero), Cigolini, Sartori (1st. Schenato), Marcomini (27’st. Mazzi), Zoetti (1′ st. Faccio).
A disposizione: Magalini, Pachera, Mazzi, Bottigliero, Bragantini, Faccio, Schenato.
Allenatore: Carazzato
Cittadella: De Bona, Pellanda, Pozza, Squizzato, Coletto, Nardon, Cinetto, Giacobbo, Carpanese, Da Canal, Romito.
A disposizione: Zilio, Ferro, Boaretto, Bellemo, Fassin, De Gregori.
Allenatore: Schiavon

Partita tra vicine di tabellone, quella fra Chievo Fortitudo e Lady Granata. Le gialloblù cercano il riscatto dopo la sconfitta contro l’Inter contro un Cittadella con cui, all’andata, si erano attestate sul pareggio.

Questa volta, le padrone di casa riescono ad imporsi, grazie a un inizio gara un po’ a rilento. Già al 6′, primo brivido nella retrovie clivensi, quando l’esterno alto sfrutta un preciso passaggio filtrante per portarsi davanti alla porta: il tiro è angolato ma Ferrarini è attenta e devia fuori in tuffo. Il Cittadella si fa insistente in attacco e, al 13’, trova il gol che sblocca il risultato con Squizzato, che approfitta della temporanea assenza di marcatura per provare il tiro dal limite e sorprende Ferrarini.

Le clivensi soffrono sotto il pressing alto granata, ma al 23’ sono brave a sfruttare la prima occasione nella metà campo avversaria per recuperare palla in attacco. Dopo una serie di rimpalli la sfera finisce sui piedi di Zappa, che dal limite si coordina e insacca nell’angolino. La partita è molto combattuta, soprattutto a centrocampo, e il gioco si fa singhiozzato.

Nella ripresa, purtroppo, arriva la doccia fredda: il  Cittadella attacca in velocità sulla fascia destra, traversone teso centrale e inserimento della numero 5 che, smarcata, colpisce al volo a pochi passi dalla porta e va a segno. Il Chievo Fortitudo prova a inserire forze fresche e tornare con coraggio a giocare nella metà campo avversaria. Al 35’, occasione da brividi con Schenato, che controlla di petto un pallone spiovente in area e appoggia a Bottigliero a rimorchio, che colpisce bene. Il tiro è potente ma troppo centrale e il portiere del Cittadella blocca a terra. La Fortitudo ci crede, con aggressività pressa alto e recupera palloni preziosi, ma la difesa locale chiude la saracinesca e, a denti stretti, riesce a difendere il risicato vantaggio.

Finisce quindi 2-1 una partita sicuramente combattuta, che lascia dell’amaro in bocca per la prestazione ottima delle clivensi, che negli ultimi 40 minuti hanno giocato in quinta marcia, meritando il pareggio,
Appuntamento alla prossima settimana con un’altra partita tutta da giocare contro la Riozzese.