Chievo Verona- Fortitudo Mozzecane 3-0

Fortitudo Mozzecane: Perina, Bonfante, Schenato, Menegazzi (1’st Zoetti) Malvezzi, Adami, Bottigliero A. (36’st. Taverna), Rebecchi, Mele (1’st Messetti), Croin, Bottiglieto S. (36′ st. Scarcelli)

A disposizione: Ferrarini, Mazzi, Leon, Taverna, Scarcelli.

Allenatore: Malvezzi, Mirandola

Chievo Verona: Sargenti, Maffei, Bonenti, Rizzioli, Tunoaia, Zappa (16′ st Zoppi), Olivini, Cigolini, Marchiori, Micheli (16’st Vilpato), Lonati.

A disposizione: Raicu, Zoppi, Spano, Volpato, Zanardo.

Allenatore: Brutti

La Primavera Fortitudo non riesce ad avere la meglio sulle fortissime avversarie del Chievo, in una partita combattuta su entrambi i fronti e che ha regalato emozioni. Fortitudo forse troppo distratta nel primo tempo, ma che avrebbe meritato un gol nella seconda frazione di gioco. Peccato chiudere con una sconfitta un campionato avvincente e aperto fino alla fine, che in alcuni momenti ha visto le gialloblù vere protagoniste. Anche grazie alle emozioni condivise, il gruppo si è rafforzato ed è pronto ad affrontare con maggiore consapevolezza gli appuntamenti dei prossimi mesi.

Nei minuti iniziali di gioco è la Fortitudo che realizza la prima occasione, con un colpo di testa di Bottigliero A. in area piccola, che viene intercettato in tuffo dal portiere. Il Chievo risponde con un uno due in velocità tra esterno e punta, ma il centrale Malvezzi chiude bene all’ultimo il tiro. Al 20′, un cambio di gioco improvviso del Chievo trova l’esterno sinistro libero: tiro rasoterra sul palo ad incrociare, ma Perina si tuffa e con la punta delle dita salva in angolo. Al 25′ conclusione molto insidiosa di Croin dal limite, un destro che si spegna a lato di pochi centimetri, facendo tremare la porta del Chievo. Al 27′, però, è la squadra di casa a passare in vantaggio con Lonati che, trovata smarcata in area piccola, su cross rasoterra appoggia facile in porta. Passano solo tre minuti e la Fortitudo subisce il secondo gol, con Zappa che, lasciata indisturbata al limite dell’area, calcia un fendente alla sinistra di Perina. La Fortitudo soffre la buona gestione di palla del Chievo, al 40’ ancora un grande intervento di Perina che con ottimi riflessi intercetta il tiro di rientro dell’esterno sinistro clivense, a pochi passi dalla linea di porta.

Nella ripresa, è ancora il Chievo a dettare il gioco. Nel primo minuto sfiora il 3-0 con un inserimento della punta che nell’uno contro uno che non supera il nostro ultimo uomo. Al 14′, la Primavera gialloblù si risveglia con un bel tiro di Messetti a cercare l’angolino basso, ma il tiro si spegne di pochissimo a lato. Al 19′, punizione pennellata di Malvezzi, ma il portiere ben posizionato tocca fuori all’ultimo. Sull’angolo ancora Fortitudo vicinissima al gol con Bonfante che, conquistata palla nella mischia, spara alto. Al 23′ il Chievo risponde con un palo, sulla ribattuta arriva la punta clivense, ma ancora un’insuperabile Perina tiene in vita la difesa gialloblù. Nel recupero, arriva il definitivo 3-0 su azione in contropiede.

 

Francesca Castagna
Copyright © Tutti i diritti riservati