Juventus – Chievo Fortitudo Women 5-0
Chievo Fortitudo Women: Ferrarini, Pachera (25′ st. Cigolini), Mele, Zappa, Bonotto, Bernardi, Mazzi (7′ st. Sartori), Zanotti (35’ st. Marcomini), Schenato, Zoetti, Bottigliero.
A disposizione: Magalini, Menegazzi, Cigolini, Bragantini, Sartori, Marcomini.
Allenatori: Crestani, Carazzato
Juventus: Soggiu, Sciberras, Airola, Maino, Masu, Giacchetto, Distefano, Accornero, Scarpelli, Carrer, Gianesin.
A disposizione: Beretta, Brscic, Giordano, Silvioni, Toniolo, Eletto.
Allenatori: Spugna

Lunga e complicata trasferta, per la nostra Primavera gialloblù, fino a Torino per sfidare la capolista Juventus, squadra rimasta imbattuta, con in attivo tutte vittorie di misura e un solo pareggio. Ma le nostre ragazze hanno tutta l’intenzione di vendere cara la pelle, mettendo sul piatto l’organizzazione difensiva studiata e provata in settimana, e tanta aggressività.

L’affondo juventino però non si fa attendere, e al 4’ arriva un gol un po’ fortuito: su un fuorigioco segnalato dall’assistente, ma fatto proseguire dall’arbitro, il Chievo abbassa la guardia e, su cross in mezzo, la spunta in area piccola di testa Giachetto. Al 14’ la Juve va in raddoppio su un corner di dubbia attribuzione: nella mischia la vince Sciberras, che calcia a pochi passi dalla porta e insacca. La Fortitudo non si demoralizza e, forte di una buona organizzazione nella fase di pressing, concede poco nulla alla Juve, riuscendo anche a recuperare qualche pallone in avanti. Ma i tiri prodotti sono fuori dallo specchio. Alla mezzora, calcio d’angolo conquistato dal Chievo, ben battuto da Zoetti, con la palla che vola sul secondo palo. Pachera stacca, ma sfiora solo di pochi centimetri. Al 40’, una buona triangolazione libera Schenato in profondità sulla linea di fondo: la punta gialloblù riesce a servire rasoterra in mezzo, ma è rapido il centrale bianconero a spazzare.

All’inizio della ripresa, la Fortitudo è poco reattiva nel liberare l’area da una situazione pericolosa, la palla sparata in alto a campanile ritorna sui piedi di Distefano, che mette a terra e calcia un rasoterra che passa tra gambe gialloblù, finendo nell’angolino. La Juve preme sull’acceleratore, a quel punto, per rimarcare il distacco, e all’11’ l’esterno alto juventino, chiusa nell’angolo, riesce comunque a servire un rasoterra teso in area su cui arriva in corsa dalle retrovie Giachetto che appoggia di piattone in porta. Le gialloblù cedono terreno e si chiudono nella propria metà campo, ma al 27’ subiscono un gol fotocopia al precedente, ancora ad opera di Distefano che, lasciata libera dalla marcatura in area, appoggia in porta facile su cross rasoterra.

Insomma, un primo tempo giocato benissimo dalle nostre ragazze, che a parte le occasioni dei due gol hanno concesso pochissimo alle juventine, grazie a un’ottima gestione delle marcature, riuscendo a costruire anche qualche azione offensiva. Nel secondo tempo, la stanchezza e qualche sbavatura di troppo hanno fatto allungare il risultato a favore di una Juventus che non ha sprecato un colpo. Si tornerà in campo l’8 marzo, in trasferta a Sassuolo.