Primavera: la beffa del 90′

Fortitudo Mozzecane – Brixen Obi= 1-2

Fortitudo: Perina, Schenato, Bottigliero A , Rebecchi ( 10’st Menegazzi ), Adami G., Bonfante, Croin, Zanini, Tinelli, Dal Frà (27’st Zoetti ), Mele A. (40’st Scarcelli).
A disposizione: Menegazzi, Mazzi, Zoetti, Scarcelli.
Allenatore: Alberto De Vincenzi.

Brixen: Graus, Filippi, Senoner, Oberhuber, Recca, Doremann, Maloku, Strickner, Stokner, Sellemond, Brugger.
A disposizione: Serra, Moroder, Thievemann, Aver.

 

Partita molto importante a livello di classifica quella disputata sabato dalla nostra Primavera contro il Brixen, in vantaggio di soli 3 punti sulle gialloblù.
La tensione si percepisce fin dai primi minuti, il Brixen vuole mantenere la seconda posizione in classifica e la Fortitudo è pronta a lottare con le unghie e con i denti  per portargliela via.
Al 7′ arriva il primo tiro in porta da parte del Brixen dopo lo smarcamento della punta in area di rigore, ma Perina blocca sicura a terra. La Fortitudo risponde mancando una clamorosa occasione al 12′ : Tinelli controlla in mezzo a tre una rimessa laterale e lancia Croin sulla fascia, cross rasoterra in area per Dal Frà che davanti al portiere non rimane lucida e calcia contro l’ultimo uomo. La partita è combattuta soprattutto in mezzo al campo, dove si lotta su ogni pallone, concedendo poche manovre di gioco.  Il Brixen diventa molto pericoloso al 25′; ancora dopo un bell’inserimento, la loro punta  tenta infatti un pallonetto teso ma Perina vola e salva la porta. La Fortitudo risponde subito con Tinelli che in azione personale semina la difesa, ma davanti al portiere non riesce a piazzare il tiro. Al 29′ il Brixen passa in vantaggio: lancio lungo da centro campo per la punta inseguita solo da Adami, Perina esce ma la punta tocca per la compagna tutta sola che appoggia a porta vuota.  La Fortitudo non molla e al 39′ ci prova con Mele A. che si invola sulla fascia, supera con una finta la propria avversaria e va alla conclusione, ma il portiere blocca a terra.

2° tempo.

La Fortitudo riparte con cattiveria e determinazione alla ricerca del gol del pareggio e al 5′ si rende pericolosa in area con Tinelli, che su un preciso cross a giro di Bottigliero manca l’impatto con la palla. All’ 11′ ci prova anche Zanini con una conclusione dal limite ma il tiro è troppo centrale. La nostre ragazze assediano l’area del Brixen ma si fatica a trovare spazi per arrivare alla conclusione. Al 25’ Schenato prova dalla distanza, il tiro è ben indirizzato sotto la traversa ma il portiere para con la punta delle dita. Passano pochi minuti e al 28′ la neoentrata Zoetti riporta finalmente il punteggio in parità con un eurogol: ricevuta palla sulla trequarti sinistra piazza un tiro a giro direttamente sul secondo palo sorprendendo il portiere e mandando in visibilio tutto il tifo gialloblù. La tensione è alle stelle e si susseguono occasioni da entrambe le parti nei minuti finali, con ogni squadra alla ricerca disperata del gol del vantaggio. Al 46′ arriva per la Fortitudo il colpo del ko;  l’arbitro fischia rigore per un fallo in area  di Bonfante sull’attaccante del Brixen, Perina vola fino all’angolo basso della porta e per un soffio non riesce a trattenere la palla che rotola in rete per l’1-2 finale.

Un vero peccato per le nostre ragazze che hanno lottato con anima e corpo per tutta la partita, la sconfitta negli ultimi minuti di gioco brucia molto ma fa parte dei rischi del mestiere. Il campionato è ancora lungo e da martedì si riparte a lavorare con più grinta e ancora più voglia di riscattarsi.

Marta Magalini
Foto: Pierangelo Gatto Photo
Copyright © Tutti i diritti riservati