A.S.D Riozzese – Chievo Fortitudo Women 4-1

Chievo Fortitudo Women: Magalini, Mazzi (6’st. Leon), Bottigliero A. (1’st. Pachera), Cigolini (9’st. Zappa), Bottigleiro A., Bernardi, Bonfante, Zanotti, Schenato (26’st. Croin), Mele (Cap.), Zoetti (26’st. Marcomini).
A disposizione: Ferrarini, Sartori, Bonotto.
Allenatori: Crestani, Carazzato

A.S.D. Riozzese: Affaba, Baffi, Bedini, Borghi, Colantuono, Fasani, Lardini, Lo Bosco, Tommaseo, Vecchini, Zanetti.
A disposizione: Barbieri, Barbieri, Degli Espositi, Lavigna, Mazza, Palazzoli.
Allenatore: Amici

 

La vittoria continua a sfuggire alla Primavera del Chievo Fortitudo Women. In trasferta, sul campo della Riozzese, le gialloblù partono subito forte, e all’11’ sbloccano il risultato con Schenato che, servita in profondità dal nostro esterno alto Bonfante, anticipa con una zampata sia il difensore che il portiere avversari, insaccando in gol.

Al 21’ la Riozzese tenta di rispondere da rimessa laterale, con un cambio campo la punta si libera per il tiro da fuori. La palla esce alta, e le gialloblù rispondono immediatamente, ancora con Schenato, che approfittando di uno spazio centrale per penetrare e provare il tiro rasoterra angolato. Bravo il portiere della Riozzese a deviare.

La partita è molto combattuta, al 30’ la Riozzese sfiora il gol su contropiede, con tiro del centravanti a pochi passi dalla linea di porta. Provvidenziale Magalini, che para con grandissima freddezza. Il Chievo Fortitudo Women vuole mettere in sicurezza il risultato, fa un gioco molto verticale sfruttando la velocità del tridente offensivo, ma fatica a costruire soluzioni efficaci. Merito anche della tenace difesa della Riozzese, che non concede spazi.

Nel secondo tempo, gli equilibri mutano: la Riozzese si fa molto combattiva, allo scoccare del 5’ trova il gol del pareggio con Lo Bosco, che servita in area, angola il piattone e sorprende il portiere. Al 19’, le gialloblù tornano pericolose con Zanotti, che ricevuta palla, dopo una serie di scambi al limite, tira una cannonata che scende di poco sopra la traversa. Ma la Riozzese è molto aggressiva e al 22’ Borghi porta in vantaggio le compagne, accentrandosi con un tiro a giro a lunga distanza. Il Chievo Fortitudo Women prova a cambiare passo e sfruttare i cambi freschi. Ma la difesa va in difficoltà sui cambi di gioco in contropiede.

E, al 39′, è proprio un contropiede a beffare la nostra ultima linea, con Barbieri che anticipa su cross rasoterra difensore e portiere e trova il gol.
Al 44’ la Riozzese sigla il risultato in un’azione rocambolesca, dopo una traversa e tre parate di Magalini che non può nulla sulla quarta ribattuta di Mazza.

Le gialloblù comunque giocano in avanti con tenacia, e nei minuti di recupero sfiorano il gol con Croin. Nonostante il risultato, il Chievo Fortitudo Women si dimostra quasi più combattivo nel secondo tempo, con più attenzione alla costruzione di gioco nella fase finale. Molto cinica la Riozzese, a sfruttare i vuoti difensivi creati dalla ricerca, a volte troppo insistita, del gol.