Fortitudo Mozzecane – ChievoVerona 0-0

ChievoVerona: Raicu, Maffei, Mombelli, Rizzioli, Tunoaia, Volpato (1’st Cigolini), Olivini, Bertini (13’st Zappa), Lonati, Zoppi, Bonenti.

A disposizione: Sesti, Zanardo, Spano, Micheli, Piatti.

Allenatore: Brutti.

Fortitudo Mozzecane: Perina, Bonfante, Schenato, Menegazzi (38’st Rebecchi), Malvezzi, Adami, Zoetti (25’st Leon), Bottigliero A. (34’st Taverna), Messetti (25’st Scarcelli), Croin, Mele.

Allenatore: Malvezzi, Mirandola

 

Sfida importante sul campo di San Zeno, dove Fortitudo e Chievo si giocano nell’ultima giornata del girone di andata il primo posto per raggiungere con pari punti il Tavagnacco. La tensione è palpabile e la partita inizia subito con grande intensità. All’ 8′ la Fortitudo manca un’ occasione clamorosa con Croin che lanciata da Zoetti in profondità verso la porta anticipa in corsa tutta la difesa e prova il pallonetto sul portiere in uscita, ma il tiro è troppo debole e viene intercettato. Il Chievo prova a gestire la sfera e, sfruttando la velocità delle proprie fasce, serve numerosi palloni insidiosi in area ma la difesa gialloblù respinge ogni tentativo offensivo. La Fortitudo fatica a costruire gioco e prova a rendersi pericolosa soprattutto con le ripartenze. Al 21′ ancora Croin sfiora il gol calciando troppo centrale a pochi passi dal portiere. Le squadre combattono su ogni pallone e si susseguono continui cambi di fronte, ma scarseggiano i tiri in porta. Al 33′ ancora Fortitudo che sbaglia un gol quasi fatto con Bonfante che ricevuta palla dopo una mischia a due metri dalla linea di porta, non mantiene la lucidità e calcia fuori.

Nella ripresa, il Chievo parte subito in attacco e si rende pericoloso con un tiro di testa che esce sopra la traversa. La Fortitudo è costretta in difesa e fatica ad uscire dall’assedio clivense. I ritmi cominciano a calare ed entrambe le squadre provano a sbloccare la partita con cambi di fronte repentini, senza riuscire ad essere veramente pericolose. Al 27′ è il Chievo a sfiorare il gol con il proprio esterno alto che, dopo una cavalcata sulla fascia, calcia defilato sul primo palo e il tiro esce di pochissimo. Ancora Chievo pericoloso con Zoppi, che porta palla al piede fino al limite, ma Adami interviene all’ultimo in scivolata, impedendo la conclusione. Nell’azione successiva ancora il nostro capitano decisivo in scivolata strappa la palla dalla linea di porta, dopo l’uscita a vuoto del portiere. Al 39′ finalmente risponde la Fortitudo con Mele che si coordina su un cross spiovente in area e calcia in porta: una palla insidiosa ma esce a lato. Negli ultimi minuti entrambe le squadre cercano disperatamente il gol della vittoria, ma la partita termina zero a zero, preannunciando un girone di ritorno tutto da giocare, dove sicuramente le nostre ragazze daranno del filo dal torcere a tutti.

Francesca Castagna
Copyright © Tutti i diritti riservati