Primavera: a testa alta

Fortitudo – Verona Women 1-2

Fortitudo: Perina, Adami, G.(10′ Menegazzi), Schenato, Malvezzi, Fasoli, Croin, Dal Molin, Bottigliero S (60′ Zoetti)., Zanini (cap.), Mele A., Dal Frà.
A disposizione: Menegazzi, Zoetti, Scarcelli, Bottigliero A., Mazzi
Allenatore: De Vincenzi

Verona Women: Forcinella, Zanoni, Santinato, Pasini, Giubilato, Poli, Fenzi, Gobbi, Franco, Esquilli, Taverna, Martignoni, Barbieri, Pulliero, Cavalca, Toldo.
Allenatore: Padovani

Arriva la prima partita di campionato del girone di ritorno e le nostre ragazze si trovano ad affrontare in casa il Verona Women, alla ricerca del riscatto dopo il pesante risultato in Coppa Veneto.

La Fortitudo parte con la giusta convinzione e al 11′ crea già un’occasione pericolosa con un cross teso di Dal Molin su punizione, che viene spizzicato di testa ma poi respinto dalla difesa avversaria. Il Verona risponde qualche minuto dopo sempre con un colpo di testa che finisce appena sopra la traversa. Al 19′ la partita si sblocca: Dal Molin crossa in area dalla fascia destra, la respinta arriva sui piedi di Bottigliero che dal limite prova il tiro; deviata da un difensore, la palla cambia traiettoria e beffa il portiere. La gioia del vantaggio purtroppo  ha vita breve, passano infatti due minuti e Poli con un potente tiro dalla tre quarti sorprende Perina fuori dai pali e riporta il punteggio in parità. Il Verona cerca di affondare la difesa locale con lanci filtranti  ma è sempre ben chiuso dalla coppia centrale Fasoli-Malvezzi. Quasi allo scadere del primo tempo però, la Fortitudo si addormenta su un contropiede del Verona: al 44′ Franco, lanciata in velocità da centrocampo, scende sulla fascia sinistra praticamente indisturbata e da posizione molto defilata piazza il tiro, superando Perina. La Fortitudo prova subito a rispondere con un tiro di Croin da fuori area che si spegne a lato di un soffio.

Secondo tempo. La Fortitudo cerca di riagguantare il pareggio con un paio di punizioni guadagnate da un’agguerrita Dal Molin, manca però sempre l’ultimo tocco decisivo. Al 17′ il palo salva la porta locale  gialloblù su un tiro insidioso dalla fascia sinistra. La Fortitudo soffre l’assalto del Verona ma non demorde e lotta su ogni pallone con carattere. Al 23′ Perina con pronti riflessi nega il gol della punta Veronese su un tiro rasoterra sul primo palo. Al 35′ ancora Perina è chiamata in tuffo a salvare la porta sul tentativo di Pasini. Al 43′ proprio Pasini viene espulsa per doppia ammonizione e la Fortitudo si lancia, sfruttando la superiorità numerica, in un ultimo disperato assalto per strappare il pareggio, ma il tempo a disposizione ormai è finito e la partita si chiude sul risultato di 1-2.

Una bella prestazione da parte delle nostre ragazze che, nonostante la sconfitta,  si sono battute a testa alta meritando forse qualcosa di più.

Marta Magalini
Copyright © Tutti i diritti riservati