In casa Fortitudo altre due giocatrici della rosa della scorsa annata si aggregano allo scacchiere del mister Diego Zuccher. Si tratta di Alessia Pecchini e Alexa Benincaso.

“La consapevolezza di aver ancora tanto da dare, dentro e fuori dal campo, mi ha spinto a rimanere per un altro anno e non posso che esserne contenta. L’evoluzione del calcio femminile e l’innalzamento del livello del nostro campionato sono uno stimolo forte per continuare a mettersi in gioco ma allo stesso tempo richiedono sempre più impegno mentale e fisico. Mi aspetto una stagione avvincente, vissuta da protagoniste. L’obiettivo principale – continua Pecchini – è sempre migliorarmi, individualmente e nel collettivo, cercando di imparare il più possibile dallo staff e dalle mie compagne”.  Il difensore classe ’92 a proposito delle novità societarie dice: “Sicuramente l’affiliazione con il Chievo è un traguardo importante, soprattutto per chi come me è cresciuto in questa società, oltre che uno stimolo in più per alzare l’asticella degli obiettivi, senza però dimenticare quelle che sono le nostre radici”.

Per la bergamasca classe ’96 c’è voglia di ripartire: “Sono contenta di essere rimasta. Lo scorso anno sono partita senza aspettative ma sono rimasta molto contenta, soprattutto per il rispetto e la considerazione che la società dà a ognuno di noi. Tutto ciò mi ha spinto verso questa unica direzione”. Per quanto riguarda la nuova stagione la centrocampista precisa: “C’è tanta voglia di fare bene e mi auguro che si parta con la consapevolezza giusta e la voglia giusta. L’umiltà e la tanta voglia di non arrendersi devono essere le nostre prerogative, com’è nel dna della Fortitudo”.

Copyright © Tutti i diritti riservati