VITTORIO VENETO – FORTITUDO MOZZECANE 1-2

Vittorio Veneto: Reginato, Virgili, Piai, Foltran, Zanon, De Martin (44’ st Stefanello), Da Ros, Tommasella, Mantoani, Tonon (42’ st Mella), Ponte.

A disposizione: Caon, Mella, Sogaro, Sovilla, Stefanello, Coghetto, Modolo.

Allenatore: Fabio Toffolo.

Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Pecchini, Welbeck (14’ st Marconi), Signori, Caliari, Salaorni, Martani, Carraro, Peretti (44’ st Mele C.), Caneo, Gelmetti (38’ st Rotondo).

A disposizione: Venturini, Marconi, Mele C., Bonfante, Bottigliero, Rotondo, Tinelli.

Allenatore: Simone Bragantini.

Arbitro: Fabello (Trento).

Assistenti: Gava e Calabrò (Conegliano).

Reti: 2’pt autogol Carraro, 34’ pt autogol Da Ros, 29’ st Peretti su rigore.

Note: ammonite: 26’ pt Welbeck, 39’ pt Signori, 28’ st Tommasella, 32’ st Tonon.

Colpaccio della Fortitudo Mozzecane che vince nella complicata trasferta di Vittorio Veneto. Le gialloblù, in una partita sofferta e combattuta, portano a casa i tre punti che permettono di scavalcare il Vittorio Veneto e conquistare il terzo posto. La partita si accende subito, quando al 2’ Carraro infila Olivieri e regala il vantaggio alle padrone di casa. La reazione delle ospiti non si fa attendere e all’8’ Caneo, che in questa stagione ha dimostrato di essere una vera minaccia da fuori area, dai 25 metri colpisce l’incrocio con un tiro preciso e violento.

La Fortitudo attacca per trovare il pareggio e nel giro di sei minuti Gelmetti impegna due volte Reginato, prima provando a piazzare all’angolino basso e poi con una sberla da fuori area, ma in entrambe le situazioni il portiere blocca la sfera. Una grande occasione arriva al 31’, quando Martani filtra per Gelmetti che davanti al portiere non riesce a trovare il pareggio. Al 34’ cambia il risultato: calcio d’angolo battuto da Gelmetti e autogol di Da Ros in mischia, che prova ad allontanare la sfera ma tocca male e il pallone finisce nella sua rete. Il primo tempo si chiude sull’1-1.

Il secondo tempo vede, dopo una bella parata di Olivieri su di Piai al 4’ che salva il pareggio, una Fortitudo tutta all’attacco. Le ragazze di coach Bragantini hanno bisogno della vittoria e spingono per trovare il vantaggio, ma la porta di Reginato sembra stregata. La svolta arriva al 28’, quando Pecchini calcia di piatto al volo e Tommasella tocca col braccio: l’arbitro non ha dubbi e comanda il calcio di rigore; sul dischetto si presenta Peretti, che spiazza il portiere, ribalta il punteggio ed esulta con le compagne sotto i suoi tifosi. Le gialloblù tengono il vantaggio e anzi continuano ad attaccare, dando vita ad una vera battaglia negli ultimi venti minuti di partita. Dopo cinque minuti di recupero, con le giocatrici delle due squadra ormai stremate per gli alti ritmi di gioco, Fabello fischia e la Fortitudo può portarsi a casa tre punti d’oro.

Riccardo Cannavaro
Foto: Graziano Zanetti Photographer
Copyright © Tutti i diritti riservati