Dalla Pozza: “Con la Novese conta solo vincere”

Dalla Pozza: “Con la Novese conta solo vincere”

Domani alle 14.30 allo stadio Umberto Capone di Vigasio, il Chievo Fortitudo Women affronterà la Novese, terzultima con 9 punti, due in meno delle gialloblù. Si tratta dell’undicesima giornata nonchè ultima partita del girone di andata e Boni e compagne vogliono chiudere questa prima parte in bellezza, presentandosi al giro di boa con la consapevolezza che i giochi sono ancora aperti.

“Sarà una battaglia perchè sia noi che loro vogliamo portare a casa i tre punti e sono convinto che ne uscirà una partita molto combattuta” dice il mister clivense Mroreno Dalla Pozza. La Novese non sta attraversando un buon periodo: nelle ultime cinque partite infatti ha racconto 4 sconfitte e un pareggio. Vorranno sicuramente dare ossigeno alla classifica per ritrovare la convinzione di inizio stagione. Le gialloblù allo stesso tempo vorranno tornare alla vittoria dopo il pareggio amaro di domenica scorsa a Cesena. “La Novese non la conosco come squadra – continua Dalla Pozza – ma in settimana mi sono documentato e posso dire che da come giocano sarà una partita avvincente”. Le due formazioni si sono già incontrate in questa stagione nel terzo turno di Coppa Italia dove le gialloblù si sono imposte per 3-1. Molte cose sono cambiate da entrambe le parti e sicuramente domenica assisteremo ad un copione diverso.

“L’obiettivo è vincere – sentenzia il mister – e al di là dalla squadra che ci troviamo di fronte, vogliamo chiudere il girone di andata con una vittoria”.

Salaorni: “Con la Novese vogliamo i tre punti”

Salaorni: “Con la Novese vogliamo i tre punti”

Una domenica al giro di boa. La partita contro la Novese chiuderà, per il Chievo Fortitudo Women, il girone d’andata. Vincere è l’imperativo categorico delle ragazze di Dalla Pozza per infilare il terzo risultato utile consecutivo e per ricominciare poi, a Perugia, il girone di ritorno con la consapevolezza che ancora nulla è perduto. Francesca Salaorni, giocatrice di lungo corso con la maglia gialloblù, si proietta sull’undicesima giornata di campionato, partendo dal pareggio di Cesena.

Domenica a Cesena la vittoria è svanita all’ultimo minuto. Un punto guadagnato o due persi?

Non mi aspettavo di subire gol al 90esimo perchè il Cesena sembrava in calo e noi riuscivamo ad uscirne sempre bene. Sapevamo che mancava veramente poco alla fine ed eravamo concentrate e motivate perchè volevamo portare a casa i tre punti. Forse abbiamo commesso una serie di errori individuali che ci hanno portato a subire il gol. Questi errori possono essere un punto di partenza per le prossime partite.

Il mister dopo la partita contro il Vittorio Veneto aveva sottolineato l’importanza di lavorare sulla zona difensiva. Domenica la difesa ha risposto bene e siete riuscite ad evitare le ripartenze che contro il Vittorio Veneto vi hanno fatto soffrire. Si cominciano a vedere i frutti di questo lavoro?

Ogni settimana lavoriamo sia sulla fase difensiva e sia su quella offensiva. Sappiamo che il valore di una squadra si misura anche dal numero di gol che subisce e per questo ogni domenica scendiamo in campo dicendoci che non vogliamo subire gol. Con il Vittorio Veneto in molti frangenti abbiamo subito azioni di ripartenza e commesso errori mentre con il Cesena abbiamo giocato molto meglio e loro sono state pericolose solo su punizioni o calci d’angolo. Questa è sicuramente una nota positiva e il mister ce l’ha ribadito in settimana. Dobbiamo comunque continuare a lavorare per essere ancor più solide.

Domenica ultima partita del girone di andata in casa contro la Novese. Contano solo i tre punti?

Si, l’obiettivo come ogni domenica sono i tre punti. Dovremo essere brave a non considerarla una partita facile. Quest’anno la Novese l’abbiamo già incontrata in Coppa Italia ma sarà una partita sicuramente diversa. Loro sono terzultime con 9 punti e hanno cambiato allenatore. Stanno vivendo una situazione difficile ma si tratta comunque di una squadra che si chiude e bisognerà affrontarla come tutte le altre formazioni del girone. Quest’anno il livello del campionato è molto equilibrato e ogni partita può riservare delle insidie.

Come valuti questa tua prima parte di stagione?

Sono abbastanza soddisfatta di come sto facendo. Ho avuto un paio di infortuni ravvicinati che a inizio stagione mi hanno costretto a stare fuori più di un mese. Adesso mi sento bene e in forma. Ci sono degli aspetti che voglio migliorare e su cui sto lavorando insieme alla squadra.

 

 

 

 

Serie B: 1-1 a Cesena

Serie B: 1-1 a Cesena

CESENA-CHIEVO FORTITUDO WOMEN: 1-1

CESENA: Pacini, Battistini (24’st Laface), Oliva, Pastore, Casadei, Cuciniello (40’st Carlini), Nagni, Beleffi, Porcarelli, Zani, Cama. A disposizione: Petralia, Bernardi, Gallina, Bizzocchi, Siboni. Allenatore: Rossi.

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Olivieri, Pecchini, Faccioli, Salaorni, Caliari (40’st Mascanzoni) , Peretti (31’st Caneo), Carraro, Tardini, Dallagiacoma, Boni, Martani (31’st Carabott). A dispozione: Salvi, Bonfante, Bertolotti, Mele. Allenatore: Dalla Pozza.

Arbitro: Di Loreto (Terni). Assistenti: Donati e Preci.

Reti: 15’pt Dallagiacoma; 45’st Cama.

Note: ammonite 37’pt Faccioli, 42’st Laface, 47’st Oliva.

Un pareggio che sa di beffa. Il Chievo Fortitudo Women torna dalla trasferta romagnola con un punto. Un primo tempo dove le gialloblù sono riuscite, senza patemi, ad amministrare il vantaggio mentre nel secondo tempo le avversarie hanno provato a essere più pericolose riuscendo a trovare al 45esimo il gol del pareggio.

Le bianconere provano a far capire chi comanda sin da subito. Infatti, dopo due minuti provano la conclusione che però finisce fuori. Al 10′ si fanno vedere le gialloblù: punizione dal limite dell’area sinistro di Boni che Faccioli prova a concretizzare di testa ma la palla finisce alta. Al 15′ arriva il vantaggio clivense. Salaorni rinvia una palla che diventa buona per Martani che sulla sinistra scatta sul filo del fuorigioco sorprendendo la difesa. La numero 9 gialloblù mette in mezzo una palla bassa che Dallagiacoma (sesto gol stagionale), tutta sola, calcia in rete. Il gol arriva dopo che le romagnole, nei primi dieci minuti, hanno spinto e tenuto un ritmo alto.

Le occasioni calano ma al 37′ il Cesena si fa vedere nell’area gialloblù. Da un fallo al limite dell’area sinistro di Faccioli scaturisce una punizione pericolosa che Olivieri respinge, la palla però rimane in area ma la difesa, dopo alcuni secondi di panico, spazza via. Nei minuti finali del primo tempo le bianconere si rendono pericolose in più occasioni: al 38′ con un colpo di testa, al 39′ con un tiro in porta e al 42′ con Cama che cadendo prova a insaccare una palla arrivata da un cross dalla sinistra, ma il pallone si spegne a lato.

Il secondo tempo inizia con il freno a mano tirato da parte di entrambe le formazioni. Le 22 in campo si studiano e cercano di approfittare di qualche sbavatura avversaria. Il primo vero pericolo arriva al 21′ quando Caliari mette in angolo una palla vagante in area che stava diventando propizia per Nagni. Un minuto più tardi, Cama dal limite dell’area stoppa la palla e in precario equilibrio calcia in porta ma Olivieri si fa trovare pronta e respinge. Il Cfw in alcuni tratti si fa schiacciare dalle bianconere che spingono, alla ricerca del pareggio.

Al 26′ arriva la prima occasione del secondo tempo delle gialloblù di Dalla Pozza. Carraro, dopo una bella azione del trio Dallagiacoma-Peretti-Boni, servita da quest’ultima calcia alto. Al 34′, su  una azione partita sulla destra da Carabott (subentrata a Martani), Dallagiacoma calcia in porta ma Pacini respinge e tiene vive le speranze delle romagnole. Al 35′ ghiotta occasione per le padrone di casa. Nagni, dall’altezza del dischetto, dopo un cross dalla destra si trova la palla sui piedi e prova il tiro che però finisce alto. Dieci minuti più tardi, quando sembrava ormai fatta per le clivensi arriva il gol del Cesena. Sulla destra, Cama viene servita dentro l’area, l’attaccante si gira e indisturbata lascia partire un tiro che scavalca Olivieri e fa esplodere di gioia compagne e tifosi.

Un pareggio che, per come è scaturito per le gialloblù sa di beffa ma, ai punti è il risultato più giusto.

 

 

Dalla Pozza: “Vogliamo dare continuità ai risultati positivi”

Dalla Pozza: “Vogliamo dare continuità ai risultati positivi”

A Cesena per dare continuità. E’ questo l’imperativo che le gialloblù e lo staff si sono prefissati per risollevare la classifica. Domani infatti, alle ore 14.30 scenderanno in campo in Emilia Romagna, per la decima partita di campionato, contro il Cesena di Roberto Rossi, formazione a pari punti in classifica con il Cfw.

“La squadra la conosco abbastanza bene. E’ il terzo anno che la incontro e si tratta di una squadra molto quadrata. Dovremo affrontarla con la massima attenzione” dice il mister Moreno Dalla Pozza. Continua: “Le ragazze le ho viste motivate e abbiamo molta voglia di dare continuità ai risultati positivi”. Conclude: “Per quanto riguarda la formazione manterremo il 4-3-3 di domenica scorsa su cui stiamo puntando. Deciderò in mattinata se fare qualche cambio rispetto alla partita con il VIttorio Veneto”.

Pecchini: “Dobbiamo confermarci già da domenica a Cesena”

Pecchini: “Dobbiamo confermarci già da domenica a Cesena”

L’anno nuovo in casa gialloblù è iniziato positivamente. Domenica scorsa infatti, le ragazze di mister Dalla Pozza sono riuscite a imporsi per 3-2 contro il Vittorio Veneto. Una prova convincente che, seppur un calo nel secondo tempo, fa ben sperare per i prossimi impegni, a partire da domenica contro il Castelvecchio (Cesena). Alessia Pecchini, terzino di spinta, domenica è stata una vera spina nel fianco della difesa trevigiana, andando persino vicino al gol. Pecchini, racconta il momento della squadra e l’impegno di domenica a Cesena.

Alessia, domenica, dopo la sosta e il cambio di mister, contro il Vittorio Veneto sono arrivati i tre punti dopo un periodo difficile. Può essere la partita della svolta?

Domenica sì, era un po’ la partita della svolta. Era fondamentale iniziare il nuovo anno e il nuovo percorso con i tre punti. Siamo riuscite a portarli a casa e questo ci è servito sia per il morale e sia per la classifica. Ora dobbiamo confermarci già a partire da domenica contro il Castelvecchio. I tre punti sono importanti ma dobbiamo essere consapevoli che non abbiamo ancora fatto niente e che dobbiamo raccogliere ancora tanti punti.

Contro il Vittorio Veneto nel primo tempo avete dominato mentre nel secondo avete lasciato campo alle avversarie e la partita si è riaperta. Questa differenza di prestazione tra il primo e il secondo tempo a cosa credi sia dovuta? A un calo di concentrazione oppure a un calo fisico?

Il primo tempo è stato a senso unico e potevamo, e questo è il rammarico più grande, chiudere la partita visto le tante occasioni che abbiamo creato e che non siamo riuscite a concretizzare. Abbiamo speso tanto fisicamente e nel secondo tempo abbiamo abbassato la concentrazione e loro hanno preso coraggio e fiducia. Dovremo cercare di non ripetere questa atteggiamento ma essere più costanti.

Domenica ci sarà la trasferta di Cesena contro il Castelvecchio. Le avversarie sono a dieci punti, come voi. Che partita ti aspetti?

Domenica sono riuscite a pareggiare contro la Lazio a Roma quindi scenderanno in campo determinate e vogliose di fare bene. Noi dobbiamo solo pensare a fare la nostra partita cercando di dare ancora di più di quello che abbiamo dato domenica scorsa e con umiltà portarci a casa il risultato. Si tratta di uno scontro diretto quindi sarà fondamentale staccarle per salire ancora più in alto.

Nell’ultima partita sei andata vicina al gol e sei stata una spina nel fianco per la difesa avversaria. Come valuti questa tua prima parte di campionato?

Inizialmente ho avuto due infortuni ravvicinati, uno durante la preparazione e uno all’inizio del campionato quindi ci ho messo un po’ per entrare in condizione. Adesso mi sento molto bene e quando la squadra gioca bene tutti ne traggono giovamento. Domenica sono riuscita ad attaccare ed essere pericolosa e sono contenta di aver contribuito alla vittoria.