Alle ore 15 le gialloblù del Chievo Fortitudo Women sono scese in campo contro la formazione bergamasca dell’Orobica. Sul campo di San Zeno di Mozzecane, sotto le direttive dell’arbitro Paolo Salaorni, le ragazze di mister Zuccher si sono imposte per tre reti a zero. Un test che ha permesso al mister di sperimentare più soluzioni tattiche in vista della ripresa del campionato, fissata per domenica 27 ottobre.

Il primo tempo parte con la formazione ospite più convinta: due tiri in porta nei primi 16 minuti fanno capire che le intenzioni delle bergamasche, militanti in serie A, sono quelle di dimostrare la superiorità di categoria. Il CFW si fa avanti al 21′ quando Tardini dal limite dell’area scarica il tiro che il portiere respinge, Rigon si precipita sulla palla ma calcia alto a due passi dalla porta. Un minuto prima il mister ha rivoluzionato la squadra: sia nel primo tempo che nel secondo infatti, dopo 20′ ha fatto uscire le undici in campo per inserire le altre. La formazione delle subentrate dimostra subito più solidità e infatti al 26′ arriva il gol di Bertolotti. Il portiere Salvi, lancia per Boni che allarga sulla destra per Bertolotti che avanza e al limite dell’area dopo aver evitato un difensore lascia partire il tiro che finisce alla sinistra del portiere. Il primo tempo finisce così.

La ripresa inizia con l’undici gialloblù composto da un mix di giocatrici delle due formazioni inserite nel primo tempo. L’andamento dei primi minuti si ripete: sono le grigie dell’Orobica a farsi pericolose, in due occasioni (colpiscono un palo). Il CFW si fa vedere al 9′ con una punizione calciata in mezzo all’area, Salaorni è nella traiettoria ma non riesce a tirare in porta. Al 20′ cambio delle undici che si rivela propizio per l’andamento della contesa. Infatti, al 28′ arriva il gol del 2-0 siglato da Dallagiacoma. Carraro scambia sulla sinistra con Peretti, l’esterno sinistro cambia gioco trovando Dallagiacoma che avanza indisturbata, entra in area e trafigge il portiere. Passano due minuti e la partita viene chiusa: al 30′ ancora Dallagiacoma, anticipando il portiere in uscita dopo aver tagliato sul primo palo, con un tocco di fino insacca la rete del definitivo 3-0.

Nei minuti finali le gialloblù, forse per il risultato ormai deciso e un po’ di stanchezza, si fanno schiacciare e in un paio di occasioni rischiano di subire gol con l’ex attaccante Pinna.