Primavera: con il Ravenna una sconfitta beffarda

Primavera: con il Ravenna una sconfitta beffarda

Chievo Fortitudo Women -Ravenna 2-3

CFW: Ferrarini, Menegazzi, Mele A., Zappa, Bonotto (26’ Bragantini), Bernardi, Mazzi (5′ st.Zanotti), Cigolini(18′ st. Pachera), Schenato, Marcomini, Zoetti (26′ st. Sartori).
A disposizione: Magalini, Pachera, Zanotti, Bragantini, Sartori.
Allenatori: Crestani, Carazzato

RAVENNA: Sargenti, Amadori, Omokaro, Nicolini, Campi, Cundari, Matteucci, Benelli, Jaszczyszyn, Babini, Cardona.
A disposizione: De marchi, Crociani, Mirabello, Graziani, Tosoni, Ruggeri.
Allenatori: Vernacchio

La Primavera torna sul campo di San Zeno per affrontare il Ravenna, cercando di confermare la buona prestazione della scorsa settimana. Ed è proprio il Chievo ad imporsi ad inizio gara, sbloccando il risultato già al 13’: Zappa serve in diagonale in profondità Zoetti, che dal limite prova il tiro. Il portiere respinge, ma il nostro esterno alto ci crede ancora e, sulla ribattuta, questa volta trova il giusto spiraglio e insacca. Le nostre ragazze, presa fiducia, tornano dopo una decina di minuti vicinissime al gol: corner di Cigolini teso nel mezzo, mischia selvaggia su cui la spunta Mele che calcia in porta. ma il difensore del Ravenna strappa in scivolata la palla dalla linea di porta.

Al 26’ il Ravenna riagguanta in pareggio sull’unica occasione concessa nella prima frazione: calcio di punizione indirizzato in porta, Ferrarini prova bloccare a terra ma il pallone scivola via ed è svelta l’attaccante ravennese Jaszczyszyn, ad arrivare per prima e con una zampata appoggiare in porta. Il Chievo si rende spesso pericoloso sui numerosi calci d’angolo guadagnati, ma manca sempre il tocco decisivo.

Dopo l’intervallo, le squadre rientrano in campo, ma i ritmi della partita non crescono di intensità. La Fortitudo spinge di più in avanti, faticando però ad arrivare alla conclusione. Al 18’ le retrovie clivensi si riscuotono con un brivido, quando un retropassaggio del nostro centrale mette in difficoltà il portiere in rinvio. Ne approfitta il Ravenna per provare la conclusione, ma Bernardi è rapida nel recupero e di testa respinge. Al 21’ la Fortitudo torna finalmente pericolosa: Menegazzi parte in percussione sulla destra, riuscendo a servire con un cambio di campo Zoetti in area, controllo di piattone e cannonata nell’angolino che riporta la Primavera in vantaggio.

La partita si riaccende, le squadre si allungano, concedendo contropiedi da entrambe le parti. Al 44’, Il Chievo si trova ancora beffato da calcio piazzato, stavolta su corner: colpo di testa dell’attaccante ravennate, deviazione involontaria del centrale gialloblù, Ferrarini è reattiva e vola per respingere ma la palla finisce in rete. La Fortitudo abbassa la guardia e il Ravenna ne approfitta per tentare l’arrembaggio finale: al 5’ minuto di recupero, cross in mezzo rasoterra dalla destra che taglia fuori i centrali, Ferrarini va in tuffo ma riesce solo a deviare, la palla prosegue la corsa su cui si avventa la numero Cardona, che sigla il
2-3 finale.

Tanto amaro in bocca, per una vittoria tenuta in tasca per gran parte della partita e strappata all’ultimo da un Ravenna che ha mostrato più determinazione nella fase finale. La prestazione delle nostre gialloblù rimane buona per ampi  tratti, ma meno intensa del solito, quando è venuta a mancare un po’ di incisività nel mettere in cassaforte il risultato. Ora testa alla prossima partita, a caccia del riscatto!

Serie B: le gialloblù sbancano 3-0 Perugia

Serie B: le gialloblù sbancano 3-0 Perugia

PERUGIA-CHIEVO FORTITUDO WOMEN: 0-3

PERUGIA: Bayol, Serluca, Monetini, Ferretti, Tuteri, Fiorucci (22’st Piselli), Angori (9’st Ceccarelli), Federiconi, Bylykbashi (9’st Zelli), Di Fiore, Boyle. A disposizione: Petrarca, Rosmini, Brozzetti, Moscatelli, Bortolato, Urso. Allenatore: Recchi.

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Olivieri, Pecchini, Faccioli, Caliari, Bonfante (36’st Mele), Peretti (16’st Bertolotti), Tardini, Carraro, Dallagiacoma (31’st Faccio), Martani (31’st Carabotti), Boni (16’st Mascanzoni). A disposizione: Salvi.  Allenatore: Dalla Pozza.

Arbitro: Campagni (Firenze) Assistenti: Tagliaferri (Faenza) Pasi (Ravenna).

Reti: 5’pt e 17’st Martani; 21’st Mascanzoni.

Il Cfw vince e convince anche in trasferta. Le gialloblù di Dalla Pozza infatti tornano dalla trasferta di Perugia con il bottino pieno. Era quello che tutti auspicavano visti i soli due punti raccolti in trasferta nel girone di andata. Una partita dove nel primo tempo, chiuso sull’1-0, è prevalso l’equilibrio mentre nel secondo, con il secondo e definito terzo gol, le clivensi hanno legittimato la superiorità.

“Il buongiorno si vede dal mattino” e infatti, alla prima occasione il Cfw passa in vantaggio. Al 6′ Faccioli con un lancio dalle retrovie, scavalca la difesa avversaria e trova Martani che con il suo piedino fatato scavalca l’estremo difensore del grifo e porta in vantaggio la compagine gialloblù. Al 12′ altra occasione per il numero 9: Dallagiacoma si invola sulla fascia destra, mette in mezzo un cross buono per Martani che però di testa, da buona posizione, non riesce a sfruttare a dovere. Al 26′ è Peretti che prova a impensierire Bayol: Martani controlla in area, appoggia fuori per Peretti che scarica un rasoterra che finisce non lontano dal palo. Una prima mezz’ora a senso unico dove il Cfw ha pieno controllo della situazione. Al 42′ arriva il primo tentativo delle perugine: da una punizione laterale l’americana Boyle (arrivata da poco a Perugia) di testa impegna severamente Olivieri che mette in corner. Dal calcio d’angolo, ben orchestrato, viene pescata sul dischetto del rigore Di Fiore che svirgola il tiro.  Sul secondo palo prova ad approfittarne Monetini che però non riesce a insaccare.

Nel secondo tempo il copione è sempre lo stesso: Cfw all’attacco alla ricerca di incrementare e mettere al sicuro il risultato. Al 5′ Peretti da calcio d’angolo trova Carraro che di testa mette fuori di poco. Al 17′ arriva il raddoppio, ancora con Martani. Bertolotti, entrata un minuto prima al posto di Peretti, pesca ottimamente con un filtrante Martani che con una girata al volo non lascia scampo a Bayol e fa doppietta. Dopo altre due occasioni firmate da Dallagiacoma e il duo Martani-Faccioli, al 21′ arriva il terzo gol che chiude definitivamente i conti. Mascanzoni sfrutta alla perfezione un errore della difesa, entra in area e con un diagonale che bacia entrambi i pali, trafigge l’estremo difensore perugino.

Con questi tre punti le clivensi iniziano il girone di ritorno con il piede giusto e mantengono il sesto posto con 17 punti, a meno otto dalla Lazio (terza), prossima avversaria all’Umberto Capone di Vigasio.

 

Serie B: a Perugia parte il girone di ritorno

Serie B: a Perugia parte il girone di ritorno

Il weekend gialloblù inizierà oggi con la partenza per Perugia dove domenica alle 14.30 all’Antistadio Renato Curi, le gialloblù affronteranno le rivali del Perugia. Una partita che, al di là del divario in classifica tra le due formazioni, può riservare delle insidie, come precisa il mister gialloblù Moreno Dalla Pozza: “Il Perugia nonostante occupi l’ultimo posto in classifica nelle ultime prestazioni si è ripreso ma noi vogliamo cominciare a raccogliere punti anche in trasferta”. Infatti, nel girone d’andata le clivensi hanno raccolto solamente due punti fuoricasa. Invertire il trend potrebbe rivelarsi molto prezioso ai fini di agganciare le prime della classe.

” Sono una squadra vivace – continua il mister – che ha iniziato a prendere forma anche grazie all’inserimento di alcune giovani della Primavera”. Nella gara d’andata le gialloblù si imposero 3-0 con le reti firmate da Dallagiacoma e Boni (doppietta). Il mister in vista della sfida di domani, è fiducioso: “Confido molto nelle mie ragazze e nel fatto che si possa continuare a scendere in campo con lo spirito delle ultime partite”. Unica defezione in casa gialloblù sarà quella di Francesca Salaorni, infortunata alla caviglia.

Serie B: i numeri del girone di andata delle gialloblù

Serie B: i numeri del girone di andata delle gialloblù

Il girone d’andata si è concluso domenica con la vittoria per 6-0 contro la Novese. Dati alla mano, le prime undici partite stagionali di serie B hanno avuto un andamento altalenante. Infatti, le gialloblù hanno ottenuto 4 vittorie, 2 pareggi e 5 sconfitte per un totale di 14 punti che equivalgono al sesto posto in classifica (primato del San Marino con 26 punti). Facendo un parallelo con la stagione scorsa, il 13 gennaio 2019 le gialloblù di mister Bragantini avevano messo in cascina 21 punti, scaturiti da 6 vittorie 3 pareggi e 2 sconfitte portandole a chiudere la prima parte di stagione al terzo posto (primo posto dell’Inter con 33 punti).

Nella stagione in corso il cammino non è iniziato come auspicato. Infatti, dopo la vittoria alla prima giornata con il Perugia (3-0), sono arrivate due sconfitte con Lazio e Riozzese. Alla quarta giornata è arrivato un pareggio contro la Roma e la giornata seguente un’altra sconfitta a Ravenna. In cinque giornate solo 5 punti che hanno iniziato a far traballare la panchina di mister Zuccher. Il riscatto, nelle partite successive non c’è stato e nonostante la vittoria contro il Cittadella (1-0), contro Napoli (5-1) e San Marino (3-2), le attuali dominatrici del campionato, sono arrivate due sconfitte che hanno fatto propendere la decisione di sollevare dall’incarico il mister clivense. Con la ripresa del campionato dopo la sosta natalizia, sulla panchina gialloblù è arrivato Moreno Dalla Pozza. Sotto la guida del mister ex Cittadella la rosa ha ripreso a macinare punti conquistando due vittorie e un pareggio. Pe risollevare morale e classifica serviva maggior convinzione ed equilibrio in campo e, guardando ai risultati, la strada imboccata con Dalla Pozza sembra quella giusta.

Analizzando la fase difensiva e offensiva, nella prima parte di stagione le gialloblù hanno incassato 17 reti (6 incassate nel primo tempo e 11 nel secondo) risultando la settima miglior difesa e realizzato 20 gol (7 Dallagiacoma, 5 Boni, 3 Mascanzoni, 1 Peretti, 1 Bertolotti, 1 Carraro, 1 Carabott e 1 Martani) guadagnandosi la quarta piazza tra le formazioni più prolifiche. Riavvolgendo il nastro alla passata stagione, i dati si equivalgono e questo può essere un dato positivo seppur siano sette i punti in meno in classifica rispetto al girone di andata 2018/2019. Un dato certamente da migliorare in vista del girone di ritorno è quello riguardante le vittorie esterne. Infatti, se sul terreno di casa (l’Umberto Capone di Vigasio e il sintetico dell’Olivieri Stadium i due campi dove sin qui si sono disputate le partite in casa) in sei partite le gialloblù hanno realizzato 12 punti, in trasferta su cinque partite hanno raccolto solo 2 punti.

Una maggior costanza di rendimento potrà rendere ancor più concreti i sogni di gloria della società clivense.

 

Il weekend delle piccole gialloblù

Il weekend delle piccole gialloblù

In campo le Under 15 clivensi, nello scorso weekend, per affrontare la tostissima capolista Padova Cf. Rimaneggiate per i tanti malanni di stagione, e sotto una pioggia battente, le gialloblù non si sono mai perse d’animo, dimostrando un grande carattere e lottando su ogni pallone. Il risultato va a favore delle patavine, ma la prestazione della squadra veronese è stata di ottimo livello, tanto da permettere alle avversarie di assicurare il risultato solo nei minuti finali.

Non un impegno di campionato, ma un’amichevole, invece, per le Esordienti. A Riozzo, contro le padrone di casa della Riozzese, il Chievo Fortitudo Women si presenta in campo con 7 Esordienti e 4 Pulcine. La prima parte di gara è contraddistinta da un po’ di leggerezza, con le avversarie che conducono il gioco. Nel secondo e terzo tempo, arriva una bella reazione che cresce minuto per minuto, tanto che a tratti qualche bello scambio e azioni efficaci portano a tirare in porta e a sfiorare il gol in più occasioni. Importante, quindi continuare su questa strada, lavorando sulla concentrazione e sulla grinta in campo.

Terminiamo con l’amichevole che le Pulcine hanno disputato con l’Us Cadore Femminile. Una utilissima sgambata, quella di sabato, per le giocatrici dei mister Ferrarini e Panozzo. Quattro tempi ottimamente giocati, nonostante la pioggia e il campo pesante che non hanno reso facile la partita. Tante buone azioni, un buon possesso palla e parecchi gol all’attivo per le clivensi, vittoriose e soddisfatte della prova. Un applauso va anche alle avversarie, che nonostante la sconfitta hanno dimostrato tanto impegno.