Serie B: tutto pronto per la trasferta di Ravenna

Serie B: tutto pronto per la trasferta di Ravenna

La condizioni climatiche non sono delle migliori ma, nonostante ci possa essere la possibilità che la partita non venga disputata, mister Zuccher e le ragazze gialloblù sono pronti e fiduciosi per la sfida contro la formazione del Ravenna. Infatti, dopo il turno di Coppa Italia, si ritorna in campo per la quinta giornata di campionato.

Le avversarie vengono da un inizio di campionato non proprio positivo (un punto dopo quattro partite) ma il mister garantisce che non ci sarà nulla di scontato: “Si tratta di una buona squadra che, dopo l’ottimo terzo posto della scorsa stagione, in estate si è rinforzata molto e hanno allestito una squadra per vincere il campionato. Per un insieme di cose hanno solo un punto ma la classifica non rispecchia la qualità della squadra”.

Continua: “La partita sarà tosta. Giocano con un 4-3-3 e sono una squadra fisica che cerca di costruire gioco e di sfruttare le ripartenze. La pioggia scesa in questi giorni sicuramente influenzerà il gioco ma cercheremo lo stesso di giocare a calcio e di non metterla solo sull’agonismo”.

Conclude Zuccher: “Con fiducia andiamo a Ravenna per portare a casa più punti possibili. C’è ottimismo e la squadra è pronta per la partita”.

La società gialloblù è sempre più plastic free

La società gialloblù è sempre più plastic free

La società gialloblù, con in primis il presidente della Fortitudo Giuseppe Boni, ha deciso di limitare al massimo il consumo di plastica, in particolare durante le cene che le varie squadre fanno al campo di San Zeno.

“La mia indole ecologista – dice Boni – unita alla campagna dei ragazzi di “Fridays for Future” mi ha spinto a pensare a cosa potevamo fare, come società, per limitare l’inquinamento e soprattutto il consumo di plastica”. Un monito che il presidente vorrebbe non si fermasse solo alle cene di squadra che si svolgono al campetto: “Tutti i venerdì sera con la Prima Squadra facciamo la cena e tutte le volte si facevano sacchetti pieni di piatti, bicchieri e posate di plastica. Da quest’estate ho introdotto questo concetto e mi piacerebbe venisse raccolto da tutte le famiglie delle ragazze coinvolte”.

Una percentuale che, seppur bassa può portare ad allargare a macchia d’olio questo modus operandi che può fare bene all’ambiente. “La plastica purtroppo non è esclusa al 100% ma un 80-90% sì. Abbiamo comprato piatti e bicchieri di plastica lavabili e ci hanno donato delle posate in ferro”. Una decisione che vede le ragazze in prima linea: “A fine cena due-tre ragazze a turno hanno il compito di raccogliere il tutto, sciacquare e mettere in lavastoviglie”. In questo modo i rifiuti vengono dimezzati, come precisa Boni: “Gli unici rifiuti di plastica sono le vaschette che utilizziamo per mettere il cibo e le bottigliette di plastica dell’acqua gassata”. Infatti, anche il consumo di bottiglie di acqua è diminuito grazie all’uso dell’acqua del rubinetto che durante le cene viene messa in apposite caraffe.

Conclude il presidente: “Sarei contento se anche altre società, vedendo la nostra iniziativa, decidessero di adottare queste misure che possono portarci ad un futuro migliore”. In casa Chievo Fortitudo Women le novità “sul fare del bene all’ambiente” non sono finite.

Chievo Fortitudo Women e Valdichienti Ponte: la collaborazione è ufficiale

Chievo Fortitudo Women e Valdichienti Ponte: la collaborazione è ufficiale

E’ partita dalle sorelle Elisa e Chiara Cinti l’idea di collaborazione tra la società gialloblù e la società dove le due giovani sono cresciute, il Valdichienti Ponte. Un connubio per far crescere sempre di più il calcio femminile.

Elisa, collaboratrice all’interno della società, racconta da dove è partita l’idea: “Ho appeso definitivamente gli scarpini al chiodo e avendo un po’ più di tempo libero ho deciso di lanciare questo progetto. Nelle Marche il calcio femminile non è molto sviluppato e per questo ho pensato di fare qualcosa per le bambine che volessero avvicinarsi a questo mondo evitando che facciano tanti chilometri per andare ad allenarsi”. La stessa Elisa, ha vissuto sulla sua pelle questa esperienza e per questo ha deciso di dare una chance in più alle bambine che amano il pallone e che non hanno la possibilità di farsi scarrozzare.

“La società Valdichienti Ponte è stata molto favorevole al progetto. Anche loro volevano creare una squadra femminile e quindi è stato subito accettato. Ne ho parlato poi con Massimiliano Rossi e anche da parte della società clivense c’è stata piena collaborazione”.

Le idee si sono concretizzate e la collaborazione è partita: “Siamo partiti con un volantinaggio per promuovere il nuovo settore giovanile femminile che nascerà nelle scuole e nelle società sportive. Prossimamente faremo un open day per far conoscere ancora meglio il progetto per poi iniziare effettivamente con gli allenamenti”.

Elisa, dopo anni con la maglia della Fortitudo ha voluto ricambiare la fiducia della società proponendo questa unione: “Con la Fortitudo mi sono trovata benissimo e tutt’ora è una grande famiglia. Gli stessi valori che ho ritrovato nella Fortitudo e nel Chievo maschile li ho ritrovati nel Valdichienti Ponte ed è per questo motivo che abbiamo deciso di collaborare insieme”. Conclude: “Il calciatore non è un numero ma è autentico in sè e questo per noi è particolarmente importante”.

Il weekend delle piccole gialloblù

Il weekend delle piccole gialloblù

Nell’intenso weekend delle categorie più giovani, grande prova delle Under 15 di mister Mirandola, nel test in Valpolicella vinto contro la Polisportiva Negrar. Primo tempo un po’ in sordina, in cui le gialloblù faticano ad imporsi e a sfruttare al meglio gli stretti spazi di gioco. La rete che muove le acque è di Guernelli, che con una rapida e prepotente azione in solitaria arriva a tu per tu con l’estremo difensore, insaccando la sfera.
Soddisfazione anche per Bortolotti, al primo gol in assoluto con la maglia gialloblù, a pareggiare i conti, ma il Negrar si porta nuovamente in vantaggio, e la sfida è sempre più tumultuosa. Nella terza e decisiva frazione di gioco, arriva il meritato vantaggio, grazie alle grandi giocate di Scaglioni e Guernelli. Una bella iniezione di fiducia, aspettando di riprendere il campionato, domenica, in casa del Vicenza B.

Sfida in famiglia per le Esordienti clivensi, che su un campo pesante per la pioggia hanno incontrato i “cugini” del ChievoVerona C. Il risultato finale premia gli avversari, ma le ragazze gialloblù sono scese in campo con grande concentrazione, dimostrando di contrastare bene l’ostico avversario fin dall’inizio. Ben applicati gli insegnamenti del mister, che hanno fruttato due reti e una buona prestazione, che vede il team in crescita costante.

Bella partita anche per le Pulcine clivensi, che partono subito bene sul campo sintetico di Negrar. Nei giochi 3>3 fioccano i gol, poi i tre tempi successivi si dimostrano equilibrati e combattuti fino in fondo. Buone risposte da un gioco ordinato in difesa, e tante occasioni da gol. La strada è quella giusta, il lavorodi crescita continua per arrivare alle giuste soddisfazioni.

In campo anche le piccole dei Primi Calci, che hanno ospitato sul campo di San Zeno le squadre del Povegliano e del Dossobuono. Fortunatamente, il tempo è stato gradevole e soleggiato, ma il campo era un po’ pesante per le piogge dei giorni scorsi, e le gialloblù hanno iniziato con un’po di timidezza. I pari età del Dossobuono, così, hanno avuto la meglio, ma quando è tornata la confidenza con il campo, nella seconda partita contro il Povegliano, le gialloblù hanno conquistato la loro prima vittoria, godendosi la giornata di sport e divertendosi in gruppo.

Under 17: con la Spal arriva la sospirata vittoria

Under 17: con la Spal arriva la sospirata vittoria

SPAL- CHIEVO FORTITUDO WOMEN 1-3

Sotto un sole splendente, a Ferrara, arriva finalmente la prima vittoria delle ragazze gialloblù, che dopo un periodo di rodaggio in crescendo hanno messo in campo una prestazione veramente convincente.

Iniziano subito molto bene le clivensi, sfiorando il gol in più di una occasioni. Le padroni di casa, invece, vanno a segno al loro primo tentativo. Una sfortuna che potrebbe portare sconforto alla squadra. Invece, a differenza delle partite precedenti, le ragazze trovano subito la carica per recuperare, e a 5 minuti dalla fine del primo tempo arriva un gran tiro da fuori di Chiaramonte che sorprende l’estremo difensore e porta le squadra all’intervallo sull’1-1.

Nel secondo tempo, dopo 10 minuti, sempre Chiaramonte su punizione manda di potenza la palla sotto l’incrocio. Alla metà del parziale, poi, sigla la personale tripletta su un’azione di contropiede. Negli ultimi 20 minuti, con la panchina che comincia ad allungarsi, via a una girandola di sostituzioni, e in campo ci sono altre occasioni da ambo le parti.

La prossima sfida si giocherà a Pordenone, per cercare la seconda vittoria consecutiva.