Zuccher: “A Roma per vincere”

Zuccher: “A Roma per vincere”

L’esordio stagionale è stato archiviato ed è ora di proiettarsi alla prossima sfida che si giocherà domani alle ore 15 a Roma alla stadio Mirko Fersini (Formello). Il Chievo Fortitudo Women si vedrà di fronte, nella prima trasferta stagionale, la formazione della Lazio di mister Asharaf Seleman che domenica scorsa ha esordito con un 2-2 contro San Marino. Le biancocelesti sono state avversarie della Fortitudo Mozzecane anche nello scorso campionato – chiudendo ottave – e nelle due sfide la Fortitudo ne è uscita con quattro punti. Infatti, all’andata le gialloblù si sono imposte per 2-0 mentre al ritorno l’incontro si è chiuso a reti inviolate. Le rose di entrambe le formazioni sono state perfezionate e sicuramente il tasso tecnico in campo darà luogo ad una partita intensa.

Mister Zuccher, alla vigilia di questo secondo test puntualizza: “La squadra in settimana ha lavorato molto bene. Anche ieri sera nell’ultimo allenamento ho visto le ragazze concentrate e senza troppa tensione. Le sensazioni per la partita di domani sono positive”.

Le biancocelesti daranno filo da torcere: “In estate si sono rinforzate molto. Non hanno l’obiettivo dichiarato di vincere il campionato ma saranno sicuramente tra le prime quattro posizioni. Si sono rinforzate nei ruoli dove mancava qualcosa e quindi è una squadra da tenere in forte considerazione, aggressiva, che corre tanto e brava tecnicamente. In casa loro non vorranno deludere. Ci aspetterà un ambiente ricco di tensione”.

La formazione gialloblù subirà qualche variazione rispetto alla sfida con Perugia: “Noi partiremo con lo stesso modulo di domenica scorsa ma ci sarà qualche cambio, uno in difesa e uno a centrocampo. Giocherà Faccioli al posto di Mascanzoni e Tardini al posto di Caneo”.  Conclude: “Andremo a Roma per provare a vincere e se non ci riusciremo cercheremo di portare a casa più punti possibili. Faremo la nostra partita”.

Under 17: buona amichevole con l’Avesa

Under 17: buona amichevole con l’Avesa

ChievoVerona- Avesa 1-3

Le Under 17 continuano il percorso di avvicinamento al proprio campionato.Indicazioni preziose, dall’amichevole giocata con l’Avesa, che nel primo tempo ha mostrato un certo equilibrio, con più tiri nella porta di Magalini da parte dell’Avesa, ma occasioni anche per il Chievo, concretizzate dal gol di Chiaramonte per l’1-1 provvisorio.

Nel secondo tempo, Mister Leoni prova sfrutta tutte le sostituzioni a disposizione. Il caldo si fa sentire con forza, ma il gioco cresce comunque. Bastano però due disattenzioni difensive delle clivensi per permettere agli avversari di segnare i due gol chesegnano il risultato definitivo.

Peretti: “E’ un nostro diritto puntare in alto”.

Peretti: “E’ un nostro diritto puntare in alto”.

Domenica è partito il campionato di serie B e il Chievo Fortitudo Women ha portato a casa la prima vittoria, dimostrando di essere una squadra già coesa e vogliosa di fare bene. Tra le ragazze che hanno trascinato la formazione gialloblù al successo, c’è sicuramente Rachele Peretti, “veterana” del gruppo che con le sue accelerazioni e la sua astuzia ha contribuiti a tutte e tre le reti realizzate. Peretti, riavvolge il nastro e ripercorre questa domenica speciale oltre a tracciare gli obiettivi di questa stagione.

Domenica avete giocato la prima partita di campionato. Al di là del risultato quali sono state le sensazioni?

Si sapeva che la prima partita sarebbe stata difficile, non tanto per l’avversario che ci saremo trovate di fronte ma per il nostro stato di forma. La prima mezzora abbiamo fatto un po’ fatica, partendo in salita ma dopo il primo gol ci siamo sbloccate e tutto è diventato più semplice. Iniziare con un 3-0 è un buon punto di partenza ma siamo ancora all’inizio e dobbiamo ancora automatizzare molte direttive del mister.

Tra tre giorni sarete a Roma a sfidare la Lazio. Si tratta della prima trasferta stagionale con una squadra tra le più attrezzate. Che partita ti aspetti?

Già dallo scorso anno abbiamo potuto vedere che le squadre del sud sono molto competitive ed è sempre difficile strappare punti in casa loro. Si tratta della prima trasferta di due giorni che affrontiamo e sappiamo che porta con sè stress a livello fisico e psicologico ma cercheremo di farci trovare pronte.

La rosa rispetto allo scorso anno è cambiata. Come hai visto le nuove compagne di squadra in questo primo periodo di stagione?

Le ragazze nuove che sono arrivate le conoscevo tutte per la mia esperienza passata nel Chievo Valpo e sia perchè alcune avevano già giocato nella Fortitudo. Personalmente sapevo che sarebbero state degli innesti di spessore sia a in campo ma anche a livello umano. Non hanno fatto fatica ad ambientarsi e credo che siamo un bel gruppo e che potremo toglierci delle belle soddisfazioni.

La stagione è appena iniziata e forse è presto per fare bilanci ma, vista la tua esperienza, secondo te questo collettivo dove può arrivare?

L’entusiasmo di partenza, anche derivante dall’affiliazione con il ChievoVerona, è stato importante ma noi siamo rimaste sempre le stesse per quanto riguarda la nostra essenza e il nostro impegno nell’arco della stagione. Questo passo professionale ci fa piacere ma i nostri obiettivi rimangono quelli degli scorsi anni, ovvero raccogliere il più possibile. Mancano ancora molte prove da superare per capire il nostro potenziale ma sappiamo di avere una rosa all’altezza delle migliori ed è un nostro diritto puntare in alto.

Domenica le tue potenzialità e la tua esperienza sono servite per permettere alla squadra di portare a casa il bottino pieno. Per questa stagione, hai qualche obiettivo in particolare che vorresti raggiungere?

In questi anni sto cercando di farmi trovare pronta e di lavorare il più possibile. Lo scorso anno sono riuscita ad allenarmi sempre senza avere infortuni e questo mi ha permesso di trovare continuità, che è sempre stata la mia lacuna. Diciamo che quello che vado cercando per la stagione è il benessere fisico che mi può consentire di esprimermi al meglio. Domenica anche se non ho segnato, è andata bene e sono riuscita ad aiutare la squadra. Se i gol arrivano tanto meglio ma l’importante è arrivare ad un obiettivo comune. Farei la firma per giocare tutte le partite così.

Il weekend delle giovani clivensi

Il weekend delle giovani clivensi

Weekend di metà settembre che scalda il campionato, per le categorie giovanili del Chievo Fortitudo Women, con gli ultimi appuntamenti amichevoli.

CFW – ACCADEMIA LORI: 5 – 5
Buon test finito in pari con tanti gol per le giovanissime fortitudine clivensi contro una vivace e volenterosa Accademia Lori. Gara sostanzialmente equilibrata, giocata a viso aperto da ambo le compagini. Nella prima parte di gara, le gialloblù tengono in mano il pallino del gioco, chiudendo in vantaggio di tre reti.
I biancorossi virgiliani non ci stanno e, complice un calo di intensità delle gialloblù, recuperano lo svantaggio al termine del secondo tempo. Terza e ultima frazione molto vivace, entrambe le squadre cercano il gol decisivo. Il team di mister Mirandola è ancora “un cantiere aperto”, ma la grinta vista sul rettangolo verde e qualche bella giocata lasciano ben sperare per il proseguo di stagione.

Le Esordienti gialloblù si arrendono al Rapid Jr, in una prova tostissima, contro un avversario indubbiamente di alto livello tecnico, che dimostra padronanza nello sviluppo del gioco. Risultato piuttosto pesante, ma le clivensi hanno fatto vedere anche dei buoni spunti, con un gol concretizzato che deve fare da stimolo per continuare il percorso di crescita della squadra.

Le Pulcine, invece, sono state impegnate nel Torneo Polirone. Prima uscita stagionale, per le piccole di Mister Ferrarini, e un bilancio complessivamente più che positivo. Le gialloblù hanno infatti giocato tre gare da venti minuti ciascuna, contro i pari età del Polirone Calcio. Prove equilibrate e ben combattute, perse con uno scarto minimo.vSpazio anche ai calci di rigore, in cui le Pulcine hanno vinto le prime due gare e perso la terza. Una giornata positiva, insomma, che ha evidenziato il lavoro da fare, in questa prima parte di stagione, con tanto impegno da parte delle atlete e dello staff tecnico per un anno ricco di soddisfazioni.

Primavera: esordio in salita con l’Inter

Primavera: esordio in salita con l’Inter

INTER-CHIEVO FORTITUDO WOMEN 8-0

Chievo Fortitudo Women: Magalini (20’st. Ferrarini) , Bonotto (29’st. Cigolini), Pachera (1’st. Schenato) Zappa, Malvezzi, Bernardi, Croin, Zanotti (17’ st. Bonfante) , Sartori (1’st. Rigon) , Mele, Zoetti

A disposizione: Leon, Marcomini, Mazzi, Bottigliero

Allenatori: Crestani, Carazzato

Si sapeva che sarebbe stata un’impresa impossibile. La Primavera gialloblù si schianta contro la corazzata Inter, nella prima partita di campionato, subito una trasferta contro una delle squadre favorite del girone.

Parte subito forte l’Inter, che al 5’ sfiora il vantaggio: punizione dalla sinistra per il colpo di testa del centravanti che si spegne a pochi centimetri dalla porta difesa da Magalini. Si fa vedere anche la Fortitudo, con un cambio campo di Zoetti per la prima sgaloppata sulla destra di Croin, che viene chiusa in angolo. Il primo gol dell’Inter arriva al 13′, da sviluppi di un calcio d’angolo il pallone viene toccato quel che basta per scavalcare Magalini.
L’Inter si fa insistente e al 17’ crea un’altra occasione, grazie a una rapida ripartenza in contropiede. Due minuti dopo, un errore difensivo porta l’attaccante nerazzurra al raddoppio, dopo una prima ribattuta da parte dell’estrema giocatrice gialloblù. E ancora un gran gol delle locali, che si portano sul 3-0, con un tiro dal limite che si insacca sotto l’incrocio dei palo.
Al 42’ arriva la prima, grande occasione per la Fortitudo: cambio campo di Zoetti per Croin, che punta la porta e salta il portiere, ma si allarga troppo e la sua conclusione, non abbastanza potente, viene intercettata. Il primo tempo si chiude sul 5-0, una sentenza pesante, con le gialloblù che cedono negli ultimi minuti.
Con un risultato praticamente blindato, i toni della partita si smorzano nel secondo tempo, e la partita termina 8-0.