Dolcefrutta Group: Main sponsor del Chievo Fortitudo Women

Dolcefrutta Group: Main sponsor del Chievo Fortitudo Women

La stagione del Chievo Fortitudo Women è iniziata e un ruolo importante nella valorizzazione societaria lo svolgono anche gli sponsor che accompagneranno la società nell’arco di questa stagione.

Il Main sponsor della stagione 2019/20 sarà Dolcefrutta Group S.r.l. società ubicata a Roverchiara, in provincia di Verona. Un sodalizio giunto al terzo anno e che per la stagione 2019/20 vede la ditta veronese come primo Main sponsor. Per questo sarà presente sulla prima maglia gialloblù della Prima Squadra e della Primavera e su una maglia pre-gara.

Dolcefrutta Group S.r.l., grazie ad uno staff di professionisti che vantano esperienze decennali, si è specializzata nella commercializzazione dei migliori prodotti ortofrutticoli provenienti da varie regioni italiane. Nel corso degli anni hanno allargato il loro bacino, aprendosi all’esportazione verso i mercati del centro-nord Europa, con una particolare attenzione alle esigenze in continuo mutamento della grande distribuzione. La ditta, per ricambiare la prosecuzione del sodalizio, svolgerà nella propria sede di Roverchiara la presentazione ufficiale di tutte le squadre del Chievo Fortitudo Women, fissata in ottobre.

Alice Bianchini, vice presidente e responsabile marketing precisa: “Vogliamo valorizzare le aziende del territorio veronese perché sono proprio loro che ci danno la possibilità di crescere a livello organizzativo. Per noi sono importanti e ci permettono di aumentare la nostra visibilità e di far conoscere la nostra realtà”.

Benincaso: “Faremo il possibile per vincere il campionato”

Benincaso: “Faremo il possibile per vincere il campionato”

La seconda giornata di campionato è andata in archivio e la pausa di circa un mese che ci sarà prima della ripresa del campionato può servire alla squadra di Zuccher per assimilare meglio le novità introdotte proprio dallo stesso mister. Tra le ragazze della rosa più in forma c’è la centrocampista Alexa Benincaso, che con la sua qualità in mezzo al campo illumina il gioco. La numero 21 racconta questo inizio di campionato dalle sensazioni che sin qui le sono arrivate.

Domenica è arrivata la prima sconfitta stagionale. Al di là del risultato come hai visto la squadra?
Eravamo consapevoli che dovevamo riconfermarci sotto il piano del gioco. Sin dal riscaldamento eravamo sul “pezzo”, concentrare e vogliose di fare risultato. Abbiamo fatto un primo tempo pazzesco. Meritavamo di vincere ma siamo mancate negli ultimi trenta metri e questo ci ha penalizzato.

Il campionato riprenderà il 27 ottobre con la partita contro la Riozzese. Questa pausa può farvi bene?
Sicuramente ci farà bene. Stiamo ferme per tanto tempo ma continueremo ad allenarci e faremo delle amichevoli per non perdere il ritmo partita. Abbiamo la possibilità di colmare le mancanze che non siamo riuscite a colmare nelle prime settimane.

L’affiliazione con il ChievoVerona al contrario dello scorso anno vi fa scendere in campo con più pressione e responsabilità?
Devo dire che la società è migliorata tanto anche grazie all’unione con il Chievo. La dirigenza si sente che c’è e paradossalmente, al contrario dello scorso anno, abbiamo meno pressioni. Sappiamo di avere maggior visibilità e quindi sicuramente gli avversari ci temono di più. Nella squadra siamo tutte molto tranquille e come ci ha detto il mister dobbiamo continuare così.

La squadra, seppur il campionato sia appena iniziato, dove può arrivare?
Ad inizio anno eravamo tra le favorite nel vincere il campionato e dopo la partita contro la Lazio lo siamo a tutti gli effetti. Possiamo perderlo solo noi ma credo che con le qualità che ci sono nella squadra e senza le pressioni possiamo credere a questo obiettivo. Abbiamo le possibilità e faremo il possibile per vincerlo.

Hai qualche obiettivo per questa stagione?
Il primo obiettivo è vincere il campionato con la squadra. Personalmente invece vorrei confermarmi come una giocatrice che la società ritiene importante, oltre a ritrovare un equilibrio mentale riuscendo a gestire situazione nervose che adesso faccio fatica a gestire.

 

Come sono andate le amichevoli del nostro settore giovanile?

Come sono andate le amichevoli del nostro settore giovanile?

Under 17 amichevole contro il Vicenza
Quella di sabato è stata una partita molto combattuta. Alla distanza è uscita la miglior freschezza atletica e la maggior tecnica della compagine Vicentina. Quest’amichevole deve far crescere in determinazione e convinzione le nostre ragazze clivensi, e soprattutto cercare in ogni allenamento di concentrarsi e dare sempre di più in vista dell’esordio di campionato del 5 Ottobre.

 

Under 15 amichevole contro l’Hellas Verona 7-0
Termina con una roboante sconfitta dal punteggio tennistico la seconda amichevole settimanale delle giovanissime clivensi gialloblu.
Sconfitta maturata più per ingenuità e per le tante palle regalate alle cuginette avversarie, maggiormente dotate tecnicamente. Risultato mai messo in discussione, a testimonianza un solo tiro clivense alla porta avversaria.
Sconfitta da cui ripartire e  senza dubbio solo migliorare.

 

Esordienti amichevole contro Juniores Oppeano
Terza amichevole per le nostre ragazze clivensi contro un buon avversario.
Il primo tempo ci ha viste un po’ sotto tono, dove le nostre ragazze fanno fatica a trovare concentrazione e la giusta posizione in campo. Mentre il secondo tempo è stato decisamente migliore con maggior consapevolezza delle loro capacità. Terzo tempo pagato purtroppo da molte disattenzioni. Ragazze mai mollare!!

 

Pulcine amichevole contro i Boys Buttapietra
Seconda uscita stagionale per le Pulcine Clivensi di Mister Ferrarini.
Abbiamo visto grande impegno durante i 3 tempi da parte di tutte le atlete, nonostante il gap con i maschietti della stessa età.
Siamo
convinti che l’obiettivo di questa categoria non deve essere il risultato della singola partita, ma il miglioramento graduale delle bravissime atlete, che per parecchie di loro si tratta delle prime esperienze calcistiche. Forza Ragazze!!

Amichevole contro Redondesco 
Impegno infrasettimanale per le nostre Pulcine Clivensi sul campo della nostra Società Amica Redondesco.  Le bambine sono state divise in due squadre e hanno giocato sfide 5 a 5 con le pari età avversarie. Molto positivo l’impegno da parte di tutte le atlete con parecchi goal fatti e purtroppo anche qualcuno goal subito.
In ogni caso è stata una prova più che positiva, un’iniezione di fiducia per il proseguimento della stagione.

Primavera: Finisce 0 a 0 contro il Lady Granata Cittadella

Primavera: Finisce 0 a 0 contro il Lady Granata Cittadella

Chievo Fortitudo Women – Lady Granata Cittadella  0-0

Chievo Fortitudo: Ferrarini, Bonotto (24’ st. Mazzi), Pachera (8’ st. Bottigliero A.), Zappa, Bottigliero S., Bernardi, Croin (30’ st. Schenato), Zanotto, Marcomini (8’ st. Sartori), Mele (cap.) (24’ st. Cigolini), Zoetti.
A disposizione: Magalini, Leon.
Allenatori: Crestani, Carazzato.

Cittadella: De Gregori (35’st. Coletto), Ferro (19’st. Trevisan), Cinetto, Giacobbo, Carpanese, Romito (25’st. Bisfatta), De Bona, Pellanda, Bellemo, Squizzato, Fassin
A disposizione: Zilli, Nardon, Boaretto, Russo.
Allenatore: Schiavon.

Nella seconda giornata di campionato il Chievo Fortitudo Women scende in campo contro il Cittadella alla ricerca del riscatto dopo la dura sconfitta contro l’Inter. La nostra Primavera parte subito pressando alta in attacco e riesce a recuperare anche qualche prezioso pallone ma la difesa avversaria è molto attenta e chiude tutti i tentativi di contropiede. Al 10’ è il Cittadella a trovare il primo tiro nello specchio con la numero 18, la conclusione però è debole e Ferrarini para in sicurezza.

La partita è combattuta e le squadre, giocando molto compatte, faticano ad arrivare davanti alla porta. Al 36’ arriva la prima occasione clamorosa della partita per il Chievo Fortitudo Women: Croin, ricevuta palla al limite dopo un grintoso recupero palla in attacco, prova a scavalcare il portiere fuori dai pali, la sfera esce di pochissimo. Passano un paio di minuti e ancora le gialloblù arrivano vicino al gol: Marcomini da centrocampo serve con un preciso passaggio rasoterra in profondità Croin, che sguscia tra i difensori e controlla palla in area, il tiro è potente ma non angolato e il portiere riesce a deviare fuori.

Secondo tempo: al 7’ ancora il Chievo Fortitudo pericoloso, stavolta con Zoetti, che ricevuta la sfera in area dopo una manovra avvolgente rasoterra al limite, da posizione defilata rientra saltando la marcatura e tira in porta, ma la conclusione è troppo centrale. Al 17’ il Cittadella torna a farsi pericoloso sprecando una pericolosissima occasione: cross dalla bandierina destra, la punta granata controlla a due metri dalla linea di porta ma spara alto con il piattone. La nostra Primavera risponde poco dopo sempre con Zoetti che palla al piede sulla linea di fondo salta un paio di avversarie ma è troppo laterale e la conclusione finisce sull’esterno.

Il Chievo Fortitudo Women ci crede, corre, pressa e prova in tutti i modi a sbloccare il risultato, al 37’ l’occasione è sui piedi di Zanotti, che con una percussione in centro area si fa largo con grinta tra la difesa avversaria ed in scivolata prova il tiro rasoterra angolato che esce di un soffio.  Gli ultimi minuti sono molto concitati, con un Chievo praticamente all’assedio della porta del Cittadella, ma la squadra ospite resiste e la partita termina sullo 0-0.

Una partita che lascia un po’ di amaro in bocca, con un Chievo Fortitudo Women che avrebbe meritato qualcosa in più date le numerose occasioni create. È mancata forse un pizzico di lucidità sotto porta, ma la determinazione e  il gioco mostrato fanno ben sperare, e nel frattempo le nostre ragazze portano a casa il primo punto della nuova stagione.

Trasferta amara: la Lazio vince 1-0

Trasferta amara: la Lazio vince 1-0

LAZIO WOMEN – CHIEVO FORTITUDO WOMEN: 1-0

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Salvi, Faccioli, Pecchini, Carraro, Pavana, Caliari, Dallagiacoma (27’st Mascanzoni), Tardini (27’st Martani), Peretti (40’st Bertolotti), Boni, Benincaso (13’st Caneo). A disposizione: Olivieri, Salaorni, Faccio, Bottigliero. Allenatore: Zuccher.

LAZIO WOMEN: Vincenzi, Gambarotta, Santoro, Colini, Savini, Duò (15’st Vaccari), Castiello, Di Giammarino (15’st Clemente), Pittaccio, Palombi (1’st Pezzotti), Visentin (36’st Berarducci). A disposizione: Natalucci, Lombardozzi, Cianzi, Di Fazio, Pedullà. Allenatore: Seleman.

Arbitro: Fabio Cevenini (Siena). Assistenti: Gabrio Pulcinelli e Lorenzo Dario Puccini.

Reti: 28’st Pittaccio.

Trasferta amara per le gialloblù di mister Zuccher che dopo il convincente successo di domenica scorsa, incappano in una sconfitta a Roma contro le biancocelesti della Lazio.

A partire con il piglio giusto però sono le gialloblù che creano le prime occasioni con la coppia Benincaso-Boni che in un paio di circostanze si trovano a meraviglia ma non riescono a concretizzare. Le laziali si fanno vedere al 14esimo con un tiro di Visentin che però esce a lato. Dopo cinque minuti punizione favorevole per le biancocelesti: Pecchini commette fallo di mano e regala questa possibile occasione. La palla viene messa in mezzo, spizzata di testa ma non impensierisce la retroguardia del CFW.

Al 20esimo si rivedono in avanti le gialloblù: Boni parte a grande velocità, dalla trequarti mette in mezzo una palla che però Peretti non riesce a sfruttare. Un minuto dopo punizione per le gialloblù, tira Boni ma la palla si infrange sulla barriera. Al 22esimo occasionissima per Benincaso. Il portiere ribatte, Benincaso riceve la palla al limite dell’area ma a porta vuota sbaglia, complice anche il terreno inzuppato d’acqua per le avverse condizioni metereologiche.

Il primo tempo si conclude con qualche incertezza difensiva delle gialloblù che impensieriscono l’estremo portiere Salvi che però riesce a tenere la porta inviolata.

Nel secondo tempo, parte meglio la Lazio che prova a far capire subito che in questo secondo parziale la musica cambierà. Al 20esimo arriva il primo giallo per Caneo. Un brutto fallo che non fa esitare Cevenini che l’ammonisce.

La musica dopo 8 minuti cambia davvero: da una rimessa laterale ne scaturisce un tiro che Salvi riesce a parare ma non a trattenere. La palla capita sui piedi di Pittaccio che insacca. Il CFW prova a reagire ma al 39esimo arriva il doppio giallo a Caneo che spezza le velleità delle gialloblù di provare a trovare il gol del pareggio. L’ultimo pericolo arriva al 48esimo quando Salvi para un gol che sembrava già fatto.

Per le gialloblù da segnalare l’ottima prestazione di Giulia Caliari che in più occasioni ha dimostrato il suo ottimo stato di forma.

Photo credit: Marco Rosi

Fotonotizia s.a.s Lazio Women