Stagione 2019/20: ecco le date di inizio

Stagione 2019/20: ecco le date di inizio

Il Consiglio federale, riunitosi nei giorni scorsi a Roma, ha reso ufficiali le date di inizio della Coppa Italia e del Campionato di Serie B. La nuova stagione prenderà il via il 15 settembre per la Serie B, mentre la Coppa Italia avrà inizio domenica 29 settembre con la fase preliminare, dove a scendere in campo saranno le squadre di Serie B, tra cui la Fortitudo Mozzecane.

Con l’annata 2019/20 hanno deciso di apportare dei cambiamenti anche nel Campionato Primavera. Infatti, verrà introdotto un nuovo format che si articolerà in due gironi da 12 squadre ciascuno, anziché tre come nella passata stagione.

Rinnovo del direttivo: alcune novità

Rinnovo del direttivo: alcune novità

La Fortitudo Mozzecane in vista della nuova stagione, ha rinnovato le cariche del direttivo. Le novità principali riguardano il ruolo di vice presidente che verrà ricoperto da Alice Bianchini, già dirigente e responsabile marketing e l’entrata del consigliere Mario Marcomini. Rimangono invariate le cariche del presidente, Giuseppe Boni e del segretario Francesco De Giorgio. Oltre a loro, tra i soci entra nel gruppo Gianluca Sgreva, già responsabile del settore giovanile.

Il presidente Boni, si augura che questo gruppo possa dare buoni frutti: “Il mio auspicio è che questo gruppo possa collaborare come è stato fatto negli anni passati. Darsi da fare, essere presenti e adoperarsi per il bene della società, in tutti i sensi deve essere la filosofia di questo gruppo. Come ci si aspetta l’impegno, la passione e la partecipazione da parte di tutte le ragazze allo stesso modo mi aspetto che i dirigenti facciano altrettanto. La società, come il calcio femminile, sta crescendo sempre di più e l’impegno – conclude – è sempre più gravoso e importante e tutti devono essere consapevoli di questo e fare un passo in più”.

Fatica e infortuni al centro degli studi del capitano gialloblù Salaorni

Fatica e infortuni al centro degli studi del capitano gialloblù Salaorni

Francesca Salaorni – capitano della Prima Squadra e veterana del gruppo, nonostante i 25 anni, grazie ai 10 anni in gialloblù e alle 132 presenze tra serie A, A2 e B – oltre alla passione per il calcio ha continuato a studiare, intraprendendo dopo le scuole superiori gli studi in Ingegneria Biomedica all’Università di Padova nella laurea breve decidendo poi di specializzarsi nei due anni di magistrale in Ingegneria Biomedica al Politecnico di Milano. Un indirizzo che gli ha dato la possibilità di unire l’utile al dilettevole. Infatti, ha approfondito i due principali freni degli sportivi: “l’odiata” fatica e gli infortuni che spesso complicano i piani degli sportivi.

Proprio la centrocampista gialloblù spiega su cosa sta lavorando: “Per la mia tesi magistrale mi sto concentrando sull’incidenza della fatica negli infortuni delle calciatrici. Tramite dei test di analisi funzionale come il single hop test e il cmj test facciamo uno screening alle calciatrici coinvolte mentre con il test a navetta sui 5 metri per un massimale di 5 minuti al 70% della massima capacità aerobica, analizziamo la biomeccanica della corsa e l’attivazione muscolare”. Nel laboratorio, le ragazze coinvolte nei test vengono munite di marker nei punti di repere anatomici, ovvero dei pallini che vengono letti dalle telecamere a raggi infrarossi presenti nel laboratorio e che permettono di ricostruire la persona nel monitor. Inoltre, vengono installati nei soggetti gli Mg sulla gamba dominante per valutare il lavoro muscolare nei cambi di direzione.
Nel percorso del test a navetta, sono state installate delle pedane di forza dinamometriche che servono per valutare il peso che viene impresso dall’arto al momento del cambio di direzione. “Una volta effettuati i test – continua Salaorni – andrò ad analizzare i video delle compagne tramite determinati programmi, studiando in particolare le variazioni degli angoli durante la corsa tra ginocchio,
caviglia e anca e vedendo quanto questi si discostano da quelli fisiologici corretti”. Al centro dei suoi studi c’è anche un secondo aspetto, non per questo meno importante: “Andrò a valutare anche quanto la fatica incide sulla variazione di questi angoli e in particolare sul legamento crociato anteriore, uno dei maggiori infortuni che si verificano nelle calciatrici”. Sembra, dagli studi che emergono che le calciatrici siano più predisposte a questo tipo di infortunio per la loro conformazione fisica e ormonale.
I test sono partiti in maggio e Salaorni si dice fiduciosa di avere qualche conclusione prima di dicembre. Si tratta di un’analisi che può essere d’aiuto anche per le giocatrici gialloblù che si sono sottoposte ai test ma non solo: “I miei studi possono essere utili anche in un’ottica preventiva, in particolare per vedere e capire cosa incide nella dinamica degli infortuni in modo tale da permettere agli allenatori o ai preparatori di lavorare in maniera mirata durante la preparazione e il campionato per limitare il più possibile gli infortuni di questi distretti”.

Finora questi test sono stati effettuati solamente sui calciatori e quindi questo lavoro del capitano gialloblù può aprire una nuova pagina per gli addetti ai lavori nel calcio femminile.

Copyright © Tutti i diritti riservati

Nuovi volti nello staff comunicazione e media!

Nuovi volti nello staff comunicazione e media!

La Fortitudo Mozzecane, dopo aver presentato il nuovo logo, lanciato sabato 1 giugno alla cena di fine anno, ha introdotto delle novità anche nell’ambito della comunicazione e dell’ufficio stampa. Alice Bianchini, dirigente e responsabile marketing, prima di presentare le new entry, ci tiene a ringraziare a nome della società chi non farà più parte della Fortitudo: “Il responsabile dell’ufficio stampa Riccardo Cannavaro, rimasto con noi per due anni, non farà più parte del team. Lo ringraziamo perché ha contribuito a far crescere la società e gli auguriamo il meglio per le sue future esperienze lavorative”. 

La seconda uscita riguarda uno dei due fotografi della società, in questi anni responsabile della Prima Squadra: “Con molto dispiacere dobbiamo salutare il fotografo della Prima Squadra Graziano Zanetti.Per problemi lavorativi non ci garantiva più la disponibilità e quindi le nostre strade si sono divise. Crediamo molto nell’importanza delle foto perché fanno parlare di noi e raccolgono i momenti salienti di tutta la stagione e devo dire che con lui siamo cresciuti molto anche da questo punto di vista. Lo ringraziamo per quanto fatto in questi cinque anni”.

Queste due uscite, sono state coperte con nuovi innesti. Spiega Bianchini: “Per quanto riguarda l’ufficio stampa abbiamo ingaggiato Matteo Zanon che si occuperà a 360° della comunicazione della Prima Squadra. Mentre per l’ambito foto e media, entra a seguire la Prima Squadra Pierangelo Gatto, già con noi da due anni con il Settore Giovanile. Lui ci consce bene, conosce la nostra filosofia e alla nostra proposta ha accettato molto volentieri. Inoltre, sempre per l’ambito media a rinforzare l’organico entra Enrico Perini, ex fotografo del Mozzecane maschile e appassionato di video che con il suo entusiasmo ci aiuterà a crescere sia nell’ambito fotografia per il Settore Giovanile, e con i video per la Prima Squadra. Lui e Pierangelo lavoreranno in sinergia e siamo convinti che con i nuovi innesti possiamo crescere e far conoscere sempre di più il nome della Fortitudo”.

Fortitudo Mozzecane
Foto: Pierangelo Gatto
Copyright © Tutti i diritti riservati

Pulcine: quinto posto al Torneo di Borghetto

Pulcine: quinto posto al Torneo di Borghetto

Sveglia presto per le Pulcine fortitudine, protagoniste al torneo di Borghetto.

Falsa partenza per le gialloblù, che per la prima sfida scendono in campo con il Valeggio Blu, subendo una sconfitta. Dopo una pausa ristoratrice, però, le Pulcine ritrovano concentrazione. Tocca al San Polo, e malgrado arrivi la seconda sconfitta, in campo si vede un gioco positivo,in crescita rispetto alla prima gara. Cambio del modulo di gioco, e contro Lugagnano ecco emergere il vero potenziale delle gialloblù, che conquistano un pari piuttosto stretto, esprimendo intensità di gioco, aggressività, e mancando la porta in più di una occasione.

Con i risultati della prima giornata, le nostre Pulcine si aggiudicano quindi la finale per il 5°-6° posto. Tocca il Valeggio Rosso, come sfidante. Nel tempo regilamentare. le nostre ragazze danno il meglio di sè, e solo per poco non chiudono in vantaggio. Si va ai rigori, finisce 3-4 per la Fortitudo mozzecane, che quindi si aggiudica un meritato 5° piazzamento.