Allieve: sconfitta senza rimpianti contro l’Hellas Verona

Allieve: sconfitta senza rimpianti contro l’Hellas Verona

Fortitudo Mozzecane – Hellas Verona 1-2
Fortitudo Mozzecane: Ferrarini, Mazzi (Parente), Pachera, Bragantini, Veneri, Ronca, Quaini, Bonotto, Sartori, Marcomini, Zanotti
All. De Battisti Ferrarini
Hellas Verona: Pena, Lovato, Lembo, Fusini, Mazzi, Cabrera, Bertasello, Plechero, Vallani, Genesini, Martignoni (De Cao)
All. Cona
Reti: Zanotti (Fortitudo); Fusini, De Cao (Hellas Verona)

Le Allieve fortitudine escono a testa alta dal match contro l’Hellas Verona, rimediando una sconfitta di misura. Nella prima frazione di gioco, le gialloblù si comportano molto bene, non lasciano respirare il Verona, aggredendo in ogni zona del campo la squadra avversaria e mettendola più volte in difficoltà. Le fortitudine passano meritatamente in vantaggio, poi controllano fino al termine del primo tempo con efficacia.

Il secondo tempo comincia anch’esso in modo positivo, con una buona disposizione in campo delle ragazze di mister De Battisti e Ferrarini, brave a ribattere colpo su colpo le iniziative del Verona. Quando però la partita sembra essere sotto controllo, in cinque minuti l’Hellas trova due reti, dovute anche ad un piccolo calo di concentrazione. La Fortitudo riprova nel finale a pareggiare la partita, ma la fortuna non è dalla sua parte. Comunque una prestazione che non lascia rimpianti alle fortitudine, protagoniste di una prestazione molto convincente a livello di gioco, forse la miglior partita della stagione fino a qui, condizionata solo dalla sfortuna di non aver portato a casa una vittoria che sarebbe stata meritata.

 

Francesca Castagna
Photo: Pierangelo Gatto
Copyright © Tutti i diritti riservati

Primavera: amichevole okay con l’Orobica, testa alla Coppa Veneto

Primavera: amichevole okay con l’Orobica, testa alla Coppa Veneto

Fortitudo Mozzecane – Orobica 6-0

Fortitudo Mozzecane: Perina, Schenato, Joyce, Adami, Malvezzi, Bottigliero A., Bottigliero S., Leon, Rebecchi, Menegazzi, Zoetti, Mele, Croin, Bernardi, Mazzi.

La Primavera fortitudina è tornata in campo, dopo la chiusura della stagione, contro l’Orobica, per un’amichevole che fa da test utile in vista del torneo di Coppa Veneto, che si terrà nel mese di maggio.

 

Le ragazze gialloblù iniziano subito molto aggressive, con la coppia offensiva Croin- Mele che crea spazi. All’11’ minuto è proprio Mele che sblocca il risultato, con un tiro radente e angolato da centro area su cross di Bottigliero S. Al 16′, la Fortitudo sfiora il raddoppio con Joyce, che a pochi passa dalla porta manca la deviazione decisiva sul tiro di punizione di Adami. Nei dieci minuti successivi, una sfortunatissima Croin colpisce due traverse e un palo, ma le gialloblù sono in controllo della partita. Al 30′ Adami conquista palla nella mischia in area avversaria e gonfia la rete per il 2-0. Passano solo due minuti, Mele in una azione personale firma la doppietta: ricevuta palla, si gira, dribbla l’avversaria e spara sotto la traversa sorprendendo il portiere. Al 38′ l’Orobica si fa pericolosa per la prima volta, con una traversa colpita su calcio d’angolo. Al 41’, però, è ancora la Fortitudo a trovare il gol del 4-0, con una pennellata di Malvezzi su punizione dalla distanza.

Il secondo tempo procede con ritmi più rallentati. La Primavera torna in campo ancora molto propositiva, all’8′ minuto sfiora il gol con Bottogliero S., che servita in profondità nell’1 contro 1 con il portiere non mantiene la freddezza e gli calcia contro. Al 20′, Joyce si procura un calcio di rigore concretizzato da Malvezzi (5-0). Al 31′ è la stessa Joyce a trovare la rete del 6-0 finale, dopo una volata sulla fascia destra e un tiro potente e angolato. Nel complesso, insomma, un’ottima prestazione della Primavera fortitudina, che si dimostra fresca e intraprendente e fa ben sperare per i prossimi appuntamenti.

 

Francesca Castagna
Photo: Pierangelo Gatto
Copyright © Tutti i diritti riservati

Una Fortitudo spenta cade a Roma

Una Fortitudo spenta cade a Roma

ROMA – FORTITUDO MOZZECANE 1-0

Roma: Guidi, Pisani, Checchi, Silvi, Cortelli, Domi, Visentin (37’ st Ietto), Barbieri (26’ st Polverino), Kovacevic, Conte (19’ st Felgendreher), Filippi.

A disposizione: Di Cicco, Naticchioni, Cacchioni, Polverino, Chahid, Ietto, Felgendreher.

Allenatore: Colantuoni.

Fortitudo Mozzecane: Olivieri, Groff, Caliari (39’ st Marconi), Signori (1’ st Benincaso), Salaorni, Pavana (12’ st Bonfante), Pecchini (26’ st Dallagiacoma), Carraro, Pinna (12’ st Gelmetti), Peretti, Martani.

A disposizione: Meleddu, Marconi, Bonfante, Cinti, Benincaso, Dallagiacoma, Gelmetti.

Allenatore: Bragantini.

Arbitro: Arena (Torre del Greco).

Assistenti: Conte, Marchese (Napoli).

Reti: 17’ st Kovacevic.

Note: ammonita Visentin.

Primo tempo senza reti. Per i primi dieci minuti non ci sono occasioni degne di nota. È la squadra ospite che rischia parecchio al 12’, quando Kovacevic sfrutta un’incertezza dei centrali e dribbla Olivieri, ma si allunga troppo palla e il risultato non cambia. Due minuti dopo l’estremo difensore gialloblù si rifà respingendo sulla traversa una punizione insidiosa diretta in porta. Dopo un momento di difficoltà la Fortitudo alza il ritmo e nel giro di due minuti ci provano prima Peretti, con una bella rovesciata, e poi Carraro, il cui tiro da fuori area viene tolto dall’incrocio dal portiere della Roma. Al 33’ è ancora Olivieri che chiude la porta alle romane, respingendo il potente tiro di Kovacevic. Il primo tempo si chiude con la rasoiata in diagonale di Pinna, servita da Martani, che viene però parata.

Brutta ripresa per le ospiti, che si fanno schiacciare dalla Roma. Al 9’ Olivieri salva ancora il pareggio respingendo un pallone calciato da una mischia in area piccola. Il risultato muta al 17’, quando Kovacevic colpisce a botta sicura e supera un’incolpevole Olivieri. La Fortitudo non riesce a reagire e non ci sono occasioni che impensieriscono le padrone di casa. La retroguardia barcolla sui contropiedi di Visentin, che al 29’ salta Groff ma poi viene recuperata dal centrale gialloblù quando era ormai a tu per tu con la porta. Un risultato da dimenticare in fretta per la squadra di Bragantini in vista della prossima di campionato contro la Lazio.

Riccardo Cannavaro
Copyright © Tutti i diritti riservati