Bertolotti: “A Napoli non abbiamo niente da perdere”

Bertolotti: “A Napoli non abbiamo niente da perdere”

Le due vittorie consecutive, tra campionato e Coppa Italia, dimostrano che il Chievo Fortitudo Women ha superato il momento difficile di inizio stagione. Infatti, con i due risultati utili consecutivi la squadra ha ritrovato la fiducia che sembrava smarrita e la serenità che permette di scendere in campo a convinte dei propri mezzi. Domenica le gialloblù saranno ospiti della capolista Napoli. Un test importante che mette di fronte due formazioni tra le più quotate del campionato. Lo spettacolo non mancherà e, come spiega la centrocampista Giorgia Bertolotti (due gol in due partite), le clivensi non avranno nulla da perdere.

Giorgia, siete reduci da due vittorie consecutive. Si può dire che avere superato il momento negativo?

Eravamo in un momento negativo perchè i risultati non arrivavano ma per il clima che c’era nello spogliatoio era tutt’altro che negativo. Questa serenità ci ha aiutato a far arrivare i risultati che attendavamo. Domenica abbiamo una partita difficile e anche se dovesse andare male non sarà un dramma. La vittoria o la sconfitta fanno parte del gioco quindi dovremo rimanere comunque positive.

Domenica affronterete la capolista Napoli. Che partita ti aspetti?

Loro sono prime e partono con i favori del pronostico ma posso dire che noi non abbiamo nulla da perdere. Non sarà semplice perchè si tratta comunque di una trasferta impegnativa, giocheranno in casa e avranno i tifosi dalla loro parte. Per noi però niente è impossibile perchè con il valore della nostra squadra possiamo portare a casa qualsiasi partita.

Hai timbrato il cartellino sia nell’ultima partita di campionato contro il Cittadella e sia domenica scorsa in Coppa contro la Novese. Senti di essere in un momento di forma e di essere importante per la squadra?

Sono contenta di aver segnato due gol soprattutto perchè giocando a centrocampo non sono abituata a segnare. Domenica scorsa ho giocato più avanti come seconda punta e sono riuscita a segnate e anche in campionato, giocando da trequartista riesco ad andare alla conclusione con maggior assiduità. Sto bene fisicamente e all’interno della squadra. Il mio contributo, che parta da titolare o subentri, riesco a darlo sempre ed è apprezzato quindi sono contenta.

In questa stagione ci sono state tante novità, a partire dall’affiliazione con il ChievoVerona. Cosa pensi di questo progetto?

Quest’anno abbiamo iniziato con grande entusiasmo anche grazie a questa novità dell’affiliazione con il Chievo. Le basi sono rimaste le stesse e anche questo ci ha aiutato a consolidare il lavoro fatto negli anni scorsi. Si sono aggiunte delle figure professionali competenti che posso dire siano il valore aggiunto. Siamo molto seguite anche dal Chievo maschile e questo è un motivo d’orgoglio. Affiancare, oltre allo stemma consolidato del Chievo, anche quello della Fortitudo può portare a far conoscere anche questa piccola realtà.

Quando scendi in campo senti la pressione di rappresentare una società blasonata come quella clivense?

Siamo più seguite dello scorso anno visto che rappresentiamo il Chievo ma il mister e la società ci mettono nelle condizioni di giocare tranquille e di non sentire questa pressione. La gente da noi si aspetta tanto e noi cerchiamo sempre di dare il massimo ma non ci puntano la pistola alla testa.

Hai un obiettivo per questa stagione?

Mi piacerebbe continuare di questo passo e visto che ho segnato già due gol mi piacerebbe realizzarne altri. Uno tira l’altro, come si dice.

A livello di squadra dove potere arrivare?

Il valore della nostra rosa è molto alto. Abbiamo il giusto mix di giovani che puntano in alto e ragazze con grande esperienza. Abbiamo chi corre e chi è brava tecnicamente. Siamo un insieme che può arrivare in alto. La classifica in questo momento è ancora bugiarda, le avversarie sono tutte forti ma penso che ce ne siano poche o forse nessuna forte come noi se riusciamo a mettere in campo il nostro vero valore.

Il weekend delle piccole gialloblù

Il weekend delle piccole gialloblù

Bella vittoria per le Under 15 clivensi nell’amichevole di sabato con la Polisportiva Curno. Approfittando di una giornata di sole, leragazze hanno dato vita a una partita di grande determinazione, avvincente e apertissima. Il risultato positivo arriva dal grande contributo di entrambi i portieri, che si sono dimostrati insuperabili, e dalla prestazione di tutta la squadra, capace di sfruttare al meglio le azioni create. La giornata è poi terminata con una bella tavolata, tra canti, buon cibo e tanti sorrisi.

Le Esordienti, invece, sono scese in campo per la 4^ giornata di ritorno contro il Team Santa Lucia, uscendo sconfitte dopo una prestazione cominciata davvero nel migliore dei modi. Sul campo di San Zeno a Mozzecane, reso pesante dalla pioggia di queste settimane, le ragazze fanno propria la prima lotteria di shoot out, vincendo 8-6 e  dimostrando capacità tecniche e concentrazione. Galvanizzate dal risultato conseguito e sorrette da un tifo incessante, le clivensi disputano una prima frazione di gara di tutto rispetto, forse il miglior tempo dall’inizio del campionato, mettendo alle corde nei confini della propria metà campo un avversario che all’andata si era rivelato impossibile, praticando un pressing totale e un gioco fluido degno delle migliori squadre. Si va a riposo a reti inviolate, dopo aver mancato un rigore a favore, grazie soprattutto all’abilità del portiere avversario. La seconda lotteria degli shoot-out vede le gialloblù sconfitte, e un po’ di scoraggiamento compromette il risultato del parziale. Terzo tempo giocato di nuovo alla pari, almeno fino al finale, quando la stanchezza fisica si è fatta sentire. Un po’ di rammarico, per la bella impresa che sembrava a portata, ma una grandissima prova di orgoglio delle Esordienti clivensi, nel loro incessante lavoro per migliorare.

Il derby con l’Hellas Verona delle Pulcine clivensi ha regalato tante soddisfazioni alle Pulcine. Vittoria sfiorata, mancata solo a causa della partenza a rilento nei giochi 3>3 disputati con un po’ di leggerezza. I tre tempi della partita hanno visto invece le clivensi mettere in campo tantissima determinazione, dimostrandosi quasi sempre padrone del gioco. Primo tempo vinto, gli altri due parziali terminati in parità, e quarto tempo letteramente dominato. Una prova che regala una bella iniezione di fiducia, nel percorso lungo, divertente e pieno di sfide che aspetta le nostre piccole campionesse.

Under 17: nel derby con l’Hellas vince l’esperienza

Under 17: nel derby con l’Hellas vince l’esperienza

Hellas Verona Women – Chievo Fortitudo Women Under 17: 11-1

Giornata di derby per le Under 17 del Chievo Fortitudo Women. La partita contro l’Hellas si mette subito in salita, dopo appena due minuti le padrone di casa passano in vantaggio e, colpite a freddo fin dalle battute iniziali, dopo 15 minuti le clivensi si trovano sul 3-0. Le avversarie possono contare su una maggiore esperienza, e anche su una notevole tecnica nel fraseggio. Le clivensi cercano di reagire con grande cuore, ma ad ogni affondo le padrone di casa colpiscono.

La prima frazione di gioco termina 8-0. Nel secondo tempo, la gara cala di intensità, l’Hellas trova altri tre goal ed il Chievo, a 10 minuti dal termine, trova a sua volta la rete della bandiera, con Alice Malaguti.

Ora è fondamentale la reazione del gruppo, che può trarre insegnamento da questo risultato pur pesante, mettendo un altro mattone sul costante processo di crescita.

Primavera: la corazzata Sassuolo supera le gialloblù

Primavera: la corazzata Sassuolo supera le gialloblù

Chievo Fortitudo Women – Sassuolo 1-5
Chievo Fortitudo Women: Ferrarini, Bonotto (cap.), Pachera (6’st. Mazzi), Zappa (1’st. Menegazzi), Malvezzi, Bernardi, Croin (6’st. Bottigliero S.), Cigolini, Schenato, Mele (19’ st. Sartori), Marcomini (28’st. Zoetti).
A disposizione: Magalini, Menegazzi, Bottigliero S., Sartori, Mazzi.
Allenatori: Crestani, Carazzato.
Sassuolo: Messori, Sassi, Rossi, Novelli S. (1’st. Benozzo), Zanni, Spallanzani, Fracas, Stirati, Pellinghelli, Remondini (1’st. Casini), Botti (1’st. Maretti).
A disposizione: Maretti, Novelli, Casini, Mosca, Benozzo, Coghetto.
Allenatore: Reami, Brandoli.

 

Dopo lo stop per maltempo della settimana scorsa, la Primavera torna in campo contro il Sassuolo, un’altra squadra ai vertici della classifica del girone d’andata. La sfida si prospetta molto impegnativa, e infatti la partita si sblocca a pochi minuti dal fischio d’inizio, in favore delle avversarie, quando Zanni, ricevuta palla al limite dal rimbalzo del tiro precedente sulla traversa, controlla e spara una cannonata, sorprendendo Ferrarini.

Il Sassuolo non si placa e la squadra di casa, ancora non entrata in ritmo partita si fa sorprendere nuovamente al 5’ da Zanni: pallone morbido a scavalcare la difesa, inserimento centrale e tiro che insacca la rete. A quel punto, le clivensi si riorganizzano e cominciano a fare pressione, intercettando numerosi palloni e spezzando  il gioco del Sassuolo. Al 20’ arriva anche la prima occasione gialloblù con Mele che, innescata da una punizione di Cigolini, colpisce di testa in prossimità del secondo palo. Ma il portiere è ben posizionato e con ottimi riflessi intercetta.

Manca ancora un guizzo, al Chievo Fortitudo Women, e dopo un contropiede Fracas, lasciata senza marcatura, insacca facile di testa un traversone per lo 0-3. Al 40’, un tiro del Sassuolo si stampa sulla
traversa, la palla torna in campo sulla testa di Zanni che schiaccia a terra, Ferrarini sfiora la palla ma non riesce a trattenere.

 

Nella ripresa i ritmi calano, la partita diventa equilibrata, e le gialloblù, nonostante lo svantaggio, combattono nelle mischie e recuperano palloni preziosi. Al 37’ arriva il gol meritato: punizione di Cigolini dai 30 metri che ribalza sulla traversa, la palla torna in campo, Bottigliero S. arriva per prima e pensa subito alla conclusione. La palla schizza sulla schiena del difensore del Sassuolo, si impenna, ma ricade spiovente dentro la porta. Al 43’ il Sassuolo non spreca l’unica vera occasione concessa dalle gialloblù nella ripresa: spizzicata di testa sbagliata dal nostro terzino, ne approfitta ancora Zanni per recuperare palla e crossare in mezzo per Fracas, che a rimorchio ferma il risultato sull’1-5.

Un risultato che non rende davvero merito alla prestazione della primavera clivense, beffata da una falsa partenza che ha reso complicato da subito rimontare. Un secondo tempo giocato alla pari dimostra come la squadra stia crescendo. Il cammino è quello giusto, testa quindi alla prossima partita.

Coppa Italia: vittoria e passaggio agli ottavi

Coppa Italia: vittoria e passaggio agli ottavi

F.C.D. NOVESE CALCIO FEMMINILE-CHIEVO FORTITUDO WOMEN: 1-3

NOVESE: Milone, Franchi (4’st Barbero), Malatesta, Tamburini (40’st Mariano), Accoliti, Basso (12’st Vitiello), Rigolino, Verna Perna, Levis, Zella. A disposizione: Rossi. Allenatore: Fossati.

CHIEVO FORTITUDO WOMEN: Salvi, Pecchini (25’st Bonfante), Faccioli, Pavana, Mele, Peretti (18’st Salaorni), Tardini, Benincaso, Bertolotti, Carabott, Martani (12’st Faccio). A disposizione: Olivieri, Caliari, Boni, Mascanzoni, Caneo, Dallagiacoma. Allenatore: Zuccher.

Arbitro: Abdoulaye Diop (Treviso). Assistenti: Rainieri e Monardo.

Reti: 18’pt Accoliti, 21’pt Bertolotti, 22’pt Martani, 41’pt Carabott.

Vittoria e passaggio del turno per le gialloblù in quel di Novi Ligure. Su un campo pesante, le ragazze di Zuccher, seppur con l’iniziale svantaggio, sono riuscite a chiudere i conti già nel primo tempo. Il mister ha dato spazio al turnover ma la sostanza non è cambiata. Secondo successo consecutivo, tra campionato e coppa che permette alle gialloblù di guardare positivamente alla difficile trasferta di domenica prossima a Napoli.

La prima occasione della partita è targata Cfw: Benincaso mette in mezzo un cross invitante che però non trova nessuno pronto a sfruttarlo. All’ 8′ altra azione pericolosa delle gialloblù con Carabott che sulla destra serve Peretti che da posizione favorevole calcia alto. Al 18′ arriva la doccia fredda: Accoliti lascia partire un tiro da fuori area che viene deviato da Faccioli e spiazza l’estremo difensore Salvi.

La risposta delle gialloblù però non tarda ad arrivare. Infatti al 21′ Bertolotti riporta il punteggio in parità: gran tiro da fuori area dove Milione non può fare nulla. 1-1. Passa un minuto e, spinte dall’entusiasmo del pareggio, le clivensi raddoppiano. Martani, con le sue grandi doti da centravanti, dribbla il difensore centrale e insacca in rete.

La Novese, dopo aver incassato il colpo, si fa vedere in area gialloblù al 26′. Zella calcia l’angolo, Malatesta colpisce di testa ma il pallone finisce alto. Dopo tre minuti clamorosa occasione per le padrone di casa: Salvi esce in maniera incerta ma Bassi da pochi passi non riesce a segnare, sprecando una ghiotta occasione.

Gli ultimi minuti del primo tempo mettono fine alla contesa. Al 41′ infatti, arriva il 3-1 clivense. Benincaso con un filtrante serve Carabott che dalla sinistra lascia partire un tiro molto potente che trafigge l’estremo difensore della Novese. Al 43′ Martani parte in contropiede, tira ma la palla si stampa sul palo.

Nel secondo tempo, oltre ai vari cambi, le occasioni scarseggiano e non impensieriscono più di tanto i due portieri. Il Cfw riesce ad amministrare il risultato guadagnandosi così i tre punti e il passaggio agli ottavi.