PRI: LEZIONE DI GIOCO

REGGIANA – FORTITUDO = 4-0
Reti: 15’ Menegazzi, 55’ Magalini
REGGIANA: Trouchè (22’ Obeng), Maretti (41’ Chiessi), Armao, Cocconi, Novelli S, Monticelli, Novelli G, Vioni (41’ Casini), Imprezzabile, Cavandoli, Galvani AD Alll. Anastasi
FORTITUDO: Perina, Tinelli (41’ Rebecchi), Adami F (41’ Mele C), Zanini (61’ Visentin), Costantini, Adami G, Scarcelli (41’ Zoetti), Menegazzi (51’ Valenza), Bonfante, Bottiglierro S, Bottiglierro A. (51’ Mele A) AD – Allenatore De Vincenzi
Al di sotto delle aspettative la prestazione delle giovani gialloblù, che nonostante l’impegno hanno mostrato poche idee e intraprendenza, girando spesso a vuoto e quasi sempre in ritardo nel giungere sulla palla e con pochissima malizia nel mettersi in mezzo o nei contrasti; per contro la Reggiana ha fatto un figurone giocando un calcio che non butta mai via palla a caso e quindi con tutte le compagne che si muovono nella direzione giusta, con più mestiere e con un centravanti degno di nota.
La Fortitudo è partita bene ed ha anche avuto delle occasioni per portarsi in vantaggio o pareggiare nel corso del primo tempo, ma col passare dei minuti la prestazione è scemata; anche all’inizio del secondo tempo c’è stata una fase pro Fortitudo, ma poi se ne sono perse le tracce. Intorno al 20’ la Galvani, dopo un rimpallo, è lesta a conquistare una palla vagante e dopo una finta spara un sx dal limite che lascia di stucco Perina; al 30’ Adami G non si capisce con Adami F contropiede dell’Imprezzabile che trova scarsa opposizione sia da Costantini che da Perina; al 35’ un lungo cross dalla dx viene smanacciato male dalla Perina, Bonfante sulla linea non spazza a dovere ed Imprezzabile rimette in fondo al sacco il 3-0; a metà del secondo tempo è ancora la 2001 Imprezzabile a bersi tutta la poco reattiva difesa gialloblù e poi infilare la quarta rete.
Da domenica prossima (Isera ore 15) ricomincia l’attività ufficiale e quindi per le ragazze di De Vincenzi arriva l’opportunità di dimostrare di aver capito la lezione e mettere in mostra uno spirito all’altezza della situazione.
Giuseppe Boni

P7: TRIPLO ATALANTA

FORTITUDO – ATALANTA: 0-2, 0-2, 1-4, 0-1

FORTITUDO: Giovannini (Magalini), Venturelli (Pena), Sala (Lippolis), Iossa, Chiaramonte (Bonetto), Ferracuti (Marini), Morganella (Melotti) All. Salaorni

Reti: Chiaramonte

Le “pizzette” della Fortitudo ricominciano il nuovo corso con la nuova allenatrice Salaorni, le nuove ragazzine arrivate e contro la novità Atalanta maschile (per capirci quella di Percassi di serie A) in versione femminile. Giornata di sport a tutto tondo con partite su tre campi diversi in contemporanea o quasi e sempre gialloblù contro nerazzurro. Le selezionate ragazzine lombarde hanno mostrato di avere qualcosa di più soprattutto come livello medio ed hanno vinto le tre partite.

Le Pizzette, al debutto stagionale, devono ancora sistemare qualche movimento e qualche posizione ma l’intelaiatura c’è ed il risultato complessivo è bugiardo, infatti le occasioni da rete sciupate dalle locali sono state innumerevoli ed il punteggio poteva essere più equilibrato. Il reparto su cui bisognerà porre le maggiori attenzioni è quello difensivo, ma queste gare servono proprio a questo scopo. Molto bella la rete della Chiaramonte con zampata sul secondo palo dopo pregevole azione sulla dx della Ferracuti. Di rilievo anche alcune parate della Magalini

Appuntamento a sabato prossimo (ore 15.15) con mini torneo a San Zeno contro Verona maschile, Verona femminile, Povegliano e Villafranca.

Giuseppe Boni

Eso: RITIRO BRENTONICO

Si è appena conclusa la preparazione di inizio stagione per le nostre ragazze, che si sono riunite presso L’Hotel Bucaneve di Brentonico (TN) dal 4 al 7 settembre, per iniziare e prepararsi al meglio al nuovo campionato. L’esperienza fatta è stata indubbiamente positiva ed è andata onestamente ben oltre le nostre aspettative.
La struttura alberghiera scelta dalla Società, con oltre 50 anni di esperienza nel settore, ha saputo soddisfare sia da un punto di vista logistico che sportivo le esigenze delle nostre calciatrici.
L’Hotel Bucaneve infatti, oltre a sistemare le nostre ragazze in comode stanze ed aver servito con la massima puntualità colazione/pranzo/cena, ha messo a disposizione della squadra tutti i loro impianti sportivi che oltre ai due campi da calcio dal buon manto erboso comprendeva campi da pallavolo, basket e tennis oltre ad una splendida piscina coperta; ben sfruttati inoltre dalle ragazze i tavoli da ping pong che hanno spesso rappresentato un momento goliardico e di gruppo.
L’attività sportiva della squadra si svolgeva con due sedute di allenamento improntate sulla parte tecnica al mattino e sulla preparazione atletica quella del pomeriggio. Al termine delle giornate, prima di riunirsi per la cena, per due volte l’uso della piscina ci ha fatto trascorrere un’oretta all’insegna del relax e del gruppo, gruppo che ha saputo inoltre divertirsi e rafforzarsi con le esibizioni serali al Karaoke.
Due sono stati i test amichevoli disputati dalle ragazze, uno con la Primavera della Fortitudo (che ci ha raggiunto nella giornata di martedì per il suo ritiro conclusi al Venerdì n.d.r.) ed uno con una compagine mista di una squadra di nuoto che alloggiava nel medesimo albergo.
Questo sommariamente il riassunto di un esperienza dagli aspetti assolutamente POSITIVI e che è stata organizzata al meglio e coadiuvata in modo professionale ed efficiente dai Misters Augusto e Corrado che ancora una volta si sono rivelati sportivi e soprattutto uomini di ottimo spessore.
Un plauso finale e significativo va a tutte le ragazze presenti in ritiro (in particolare modo per Annalisa, Giorgia e Letizia…… le più piccole del gruppo) che hanno saputo comportarsi in modo educato e maturo, sapendo gestire al meglio la fatica e l’impegno nelle ore di allenamento con giusti (e doverosi) momenti di divertimento; questo comportamento ha fatto si che la stessa direzione dell’Hotel Bucaneve abbia rivolto complimenti alla Società Fortitudo Mozzecane per l’eduzione manifestata dalle Nostre Ragazze.
Si ringrazia quindi la Società (anche per lo splendido KIT NUOVO che ottima figura ci ha fatto fare) e TUTTI i genitori per averci dato il modo di poter vivere in modo meraviglioso questa indimenticabile esperienza che sarà sicuramente da ripetere.
Valentina Bindella

Serie B: SQUADRA IN CRESCITA

UNTERLANDAMEN – FORTITUDO MOZZECANE = 0  – 2
Reti: Caneo, De Vincenzi
UNTERLANDAMEN: Spitaler (46’ Mastrototano), Marmentini, Bon (46’ Gottardi), Amort, Peer (46’ Ernandes), Turrini, Ferraris, Pasqualini (65’ Targa), Dalla Giacoma, Erlacher (46’ Muco)  AD Mayr, Francesconi, Barbacovi Allenatore Trentini
FORTITUDO: Venturini, Sossella, Welbeck (65’Fasoli), Brutti (60’ Dal Molin), Salaorni (60’ Malvezzi), Caliari, Peretti, Piovani, Rasetti (46’ Zorzi), Caneo (75’ Martani), De Vincenzi  AD Allenatore Comin
Arbitro:    di Assistenti,
Ammonite:
Espulse:
La Fortitudo torna dal trentino lasciando una buona impressione sia dal punto di vista atletico (decisamente superiore a quello delle locali) che da quello tecnico (la palla spesso rasoterra è circolata molto di più tra i reparti).  Ad un primo tempo abbastanza equilibrato con gioco più manovrato della Fortitudo, ma violente e pericolose ripartenze dell’Unterland terminato senza reti, ha fatto seguito una ripresa assai positiva per i colori gialloblù. Proprio questo secondo tempo potrebbe indurre a valutazioni errate, perché è certo che le future partite di campionato saranno di tutt’altro stampo e la giovane Fortitudo dovrà crescere molto come personalità ed imparare ad essere più concreta in zona goal.
Dopo breve fase di studio Peretti infila x Rasetti che da ottima posizione calcia malamente; al 10’ un contropiede della Dalla Giacoma viene sventato in extremis dalla coppia Caliari/Welbeck; al20’ Welbeck alza sopra la traversa di testa dopo calcio piazzato; al 35’ Pasqualini sul filo del fuorigioco si presenta davanti alla Venturini ma spreca calciando centralmente; al 38’ un bel cross della Sossella viene incornato sopra la traversa dalla Piovani; al 40’ ancora Dalla Giacoma crossa dalla sx ma la palla attraversa tutta l’area senza colpo ferire; al 44’ una punizione della Brutti viene stoppata sulla linea senza tap-in delle arrembanti gialloblù.
In avvio di ripresa Peretti mette una buona palla per Caneo che non riesce ad esprimere le sue doti tecniche; al 58’ Piovani sfonda sulla dx, scartando due avversarie e pennella al centro x Caneo che stoppa e insacca di prepotenza; al 68’ Zorzi si libera bene sulla dx ma non s’intende con l’arrivo della Peretti; al 72’ Caliari s’inventa uno slalom centrale fino a servire la De Vincenzi che dai 25 metri spara una bordata sotto la traversa imparabile; al 78’ Dal Molin dalla distanza sfiora l’incrocio dei pali; prima della chiusura un pallonetto sopra la difesa permette alla Caliari di mostrare un recupero prodigioso.
Il programma Fortitudo prevede per domenica 18/9 l’intitolazione del campo di Polesine (Pegognaga MN) con un doppio scontro tra le formazioni di Primavera e di serie B della stessa Fortitudo e della Reggiana. Appuntamento a tutti i curiosi ed appassionati alle ore 16.30 per le più giovani ed alle ore 18.00 per le più grandi.
AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’. E poi ti saluto per sempre”.
Giuseppe Boni

Serie B: BUONA VOLONTA’ NON BASTA

PRO SAMBONIFACIO – FORTITUDO MOZZECANE = 0  – 0
SAN BONIFACIO: De Beni, Pizzolato, Perobello E, Baldo, Casarotto, Menon, Rigon (70’ Guiotto), Meneghetti (80’ Belfanti), Cavallini, Cumerlato, Kastrati (88’ Bendinelli)  AD Frigotto, Filippini, Lunardi Allenatore Pignatelli
FORTITUDO: Venturin, Fasoli (55’ Sossella), Welbeck, Brutti, Salaorni, Caliari, Zorzi (46’ Martani), Piovani, Rasetti, Peretti (75’ Dal Molin), Caneo  AD Perina, Malvezzi, Rizzi, De Vincenzi Allenatore Comin
Arbitro:  Bullari Erman  di Brescia Assistenti,
Ammonite:  Peretti
Espulse:
Ad affrontare il Verona al 2° turno ci va il San Bonifacio che con molto mestiere ha saputo gestire il risultato dell’andata e senza troppo faticare ha portato a casa il risultato minimo indispensabile. La Fortitudo ha tenuto meglio il campo, ha spinto molto di più, ha provato a segnare la rete del pareggio ma il centrocampo non gira ancora a dovere ed il reparto avanzato fatica a trovare spunti pericolosi. Ai punti nel corso dei 180 minuti avrebbe avuto più titolo proprio la giovane Fortitudo, ma nel calcio vince chi riesce a spedire la palla in fondo al sacco ed in 180 minuti giocati in gare ufficiali le gialloblù non hanno segnato nemmeno una rete. Si conferma positiva la solidità difensiva ed anche il debutto della giovane Fasoli.
Primo tempo caldo ed abbastanza piatto fino al 28’ quando dopo un corner locale c’è una zuccata della Welbeck che finisce sui piedi della Menon che però spara alto da buona posizione; al 30’ Caneo serve Rasetti che si gira bene al limite dell’area ma il sx è telefonato; qualche minuto dopo Welbeck ruba palla appena fuori area e serve ancora Rasetti che si ripete con un tiro troppo centrale; al 45’ Brutti x Caneo che infila per Peretti, ma il tentativo dalla distanza è svirgolato ed esce a lato.
Al 61’ ottima invenzione della Peretti per Caneo che cincischia e perde l’attimo del tiro, pochi minuti dopo è Brutti ad innescare un’azione simile ma la stessa Caneo sciupa malamente da ottima posizione; al 74’ un gran contropiede del San Bonifacio crea l’unico pericolo locale che viene sventato in extremis dalla chiusura della Venturini e dal recupero della Piovani; difficile trovare altri spunti degni di nota nei restanti minuti.
La strada da percorrere è ancora lunga e le amichevoli con Unterlandamen e Reggiana dovranno servire alle ragazze della Comin per conoscersi meglio, per velocizzare il gioco, per crescere di personalità ed intraprendenza e per tentare alcuni correttivi.
Giuseppe Boni