PRI: VITTORIA BUTTATA

Isera Trento- Fortitudo= 2-2

Fortitudo Mozzecane: Terrazzani, Venturelli, Valenza, Costantini,Magalini (capitano) (80° Semeghini), Adami G., Negrin (50° Bottigliero), De Vincenzi, Tinelli (90° Adami F.), Scarcelli, Gastaldelli (62° Savioli).

A disposizione: Perina, Adami F,, Semeghini, Savioli, Bottigliero.

Isera Trento: Niosi, Festi, Castelli, Planchestainer (capitano), Casagranda, Ziliani, Omezzoli, Chemotti, Casapu, Bertolini, Torboli.

A disposizione: Benini, Vianini, Trevisan, Tovazzi.

Nella quinta giornata di campionato la primavera della Fortitudo mozzecane è impegnata in trasferta contro la squadra trentina di Isera.

Prima dell’ inizio della partita le due squadre si raccolgono in un minuto di silenzio per ricordare le vittime della strage che ha colpito Parigi in questi giorni.

Entrambe le squadre partono subito all’ attacco anche se le trentine riescono a mettere in difficoltà la difesa gialloblù, ma Terrazzani difende prontamente la sua porta.

La Fortitudo prova il contrattacco cerando una pericolosissima occasione da goal con Gastaldelli, che però manca l’ obiettivo.

Buona la prestazione delle due squadre che in questo primo tempo hanno creato molte azioni offensive. Il gioco è molto buono ma alla Fortitudo manca quel pizzico di grinta e di determinazione in più sotto la porta.

Le ragazze dell’ Isera, invece, dopo svariati e pericolosi tentativi, trovano il vantaggio.

La Fortitudo, allo scadere del primo tempo, sembra in difficoltà nell’ affrontare le agguerrite avversarie ma, l’ intervento decisivo di De Vincenzi, porta la squadra al pareggio. Questo primo tempo termina col risultato di 1-1.

Grande ripresa per le ragazze della Fortitudo che trovano il vantaggio grazie ad una buona intesa tra Tinelli e De Vincenzi che spiazzano sia il portiere che la difesa trentina.

Con la doppietta di De Vincenzi il risultato è di 1-2.

Le avversarie in questa prima parte di secondo tempo faticano a rispondere al buon gioco della Fortitudo, non riuscendo a creare occasioni particolarmente pericolose.

Non per questo le ragazze dell’ Isera  si perdono d’ animo dando del filo da torcere alle gialloblù e riuscendo a riportare il risultato in parità.

In seguito ad un intervento falloso nei confronti di Bottigliero, alla Fortitudo viene assegnato un rigore che però non riesce a mettete a segno.

Questa partita è stata abbastanza equilibrata ed entusiasmante grazie all’ impegno di tutte le ragazze schierate in campo.

Peccato per il risultato, perché ancora una volta le ragazze veronesi devo accontentarsi solo di un pareggio.

Valentina Bindella

P7 – TRIPLETE

FORTITUDO MOZZECANE – MOZZECANE =   3 – 0 (1-0, 2-1, 2-1)

Fortitudo: Sala (Giovannini), Venturelli (Iossa),  Pelorosso (Pena), De Bon (Bortuzzo), Scarcelli (Martari), Ferracuti, Morganella  All. Boni/Prencipe

Reti: Morganella, Ferracuri, Bortuzzo, Pelorosso (2), (Ferracuti)

A memoria la formazione pulcine non è mai riuscita a vincere tutti e tre i tempi, ma nel derby contro il Mozzecane le “pizzette” si sono esaltate e con uno spirito meraviglioso ed anche con giocate di qualità hanno avuto la meglio dei loro cuginetti. Rispetto alla partita di andata una bella rivincita ed anche una bella soddisfazione soprattutto derivante dai sensibili miglioramenti messi in mostra. Il primo tempo si conclude solo 1-0 sia per qualche errore in fase conclusiva, sia per merito di una difesa abbastanza attenta; ci pensa la furba Morganella a mettere il sigillo brava ad infilare in diagonale dopo rimessa laterale; assai confortante il secondo tempo proprio perché nonostante i 5 cambi effettuati la squadra non ha perso identità e spirito e pur rischiando in qualche occasione ha trovato due reti con l’estrosa Ferracuti e la solita punizione bomba della Bortuzzo; nel terzo tempo con squadra ancora rivoluzionata ci ha pensato Pelorosso a mettere tutti d’accordo grazie a due discese e due reti in fotocopia di pregevole fattura. Nel quarto tempo vince il Mozzecane per 1-2, ma questa volta troppa confusione e troppe incertezze difensive anche se la rete della Ferracuti merita applausi. Settimana di lavoro sulle uscite a vuoto. AVANTI COSI!!!

Giuseppe Boni

Serie B: UN PUNTICINO NIENTE MALE

AZALEE – FORTITUDO MOZZECANE –  = 2 – 2
Reti: 18’ Piovani, 22’ Cavallini, 29’ Ferrario, 72’ Ferrario
AZALEE: Moro, Scalise (63’ Seghetto), Segalini, Del Raso, Crestan, Brunini, Peripolli, Galati, Checkza, Ferrario, Barbini AD: Negri, Albizzati, Ingegneri, Kote, Pegoraro, Flamini All. Prestifilippo
FORTITUDO: Olivieri, Caliari, Welbeck, Bertolotti, Salaorni, Sossella, De Vincenzi (77’ Ivanova), Piovani,  Cavallini, Signori Mecenero (65’ Rizzi) AD Venturini, Ciresola, Dellera, Voltolini, All Manganotti
Arbitro:  Borca Edoardo di Torino Assistenti: Albusceri e Barbiero di Legnano e Busto
Ammonite: Salaorni
Espulse: –
Ovviamente farsi rimontare due reti, tra l’altro per due volte di seguito, non fa piacere a nessuno ma un pareggio esterno contro una squadra così in forma è da prendere  con soddisfazione. Il pareggio è un risultato giusto perché le Azalee hanno tenuto di più il campo ma la Fortitudo ogni volta che si è spinta in avanti ha creato problemi alle lombarde. Queste tre partite devono far capire che quanto si sta facendo finora in allenamento e in partita non basta ancora e quindi sia singolarmente che collettivamente bisognerà intensificare gli sforzi per adattarsi alla categoria. Ancora positivo il contributo fornito dalla classe ’99 De Vincenzi, alla sua seconda presenza da titolare.
Al 5’ punizione della Salaorni dalla trequarti che Cavallini controlla bene, poi evita il portiere e rimette al centro ma per un soffio ne Mecenero ne De Vincenzi riescono nella deviazione; al 12’ intervento magistrale della Olivieri che su velocissimo contropiede della Barbini riesce ad arpionare con le mani una palla scottante; al 18’ De Vincenzi si invola sulla destra e mette in mezzo una palla d’oro che Piovani in scivolata spedisce in fondo al sacco (prima rete in serie B); al 22’ è ancora De Vincenzi che vincendo due contrasti serve palla in lunetta alla Mecenero, bravisiima a vedere il movimento sul lato pposto della Cavallini, che dopo il controllo infila sapientemente in diagonale; al 28’, ritornano i fantasmi, quando Wellbeck cerca un facile appoggio che viene intercettato e prontamente rimesso in mezzo dove sbuca Ferrario che non trova difficoltà a riaprire la partita; al 40’ volata sulla sinistra della Scalise con perfetto cross al centro sul quale piombano in contemporanea Ferrario e Wellbeck per cui la palla schizza sopra la traversa; al 45’ ancora da un lungo lancio ne deriva una situazione pericolosa che Salaorni è brava a sbrogliare.
Per una ventina di minuti buoni, pressione delle Azalee che però non determina veri pericoli; al 62’ punizione dalla trequarti della Galati che Olivieri smanaccia in corner in extremis; al 65’ De Vincenzi in ripiegamento riesce a sventare un pericolo in zona lunetta; al 72’ su un cross dalla destra apparentemente innocuo, sbuca la testa della Ferrario che insacca il 2-2; al 76’ è ancora la regista Galati che dal limite dell’area spara un destro che impegna severamente  Olivieri aiutata in questo caso anche dalla traversa.; al 84’ bellissima azione gialloblu passante da Caliari, Signori, Piovani e Cavallini, brava ad effettuare un cross sul quale Piovani non trova l’attimo vincente; nient’altro da segnalare fino al fischio finale.
La prossima di campionato (4°) verrà disputata il 22\11\15 a Pizzoletta contro l’ Inter Milano, oggi vincente sull’Oristano per 4-0 ed una delle maggiori candidate alla promozione in serie A. La Fortitudo, fatto tesoro di queste prime tre partite, dovrà presentarsi assai agguerrita e concentrata evitando qualsiasi regalo al fine di portare a casa un risultato appagante.
AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’. E poi ti saluto per sempre”.
Giuseppe Boni

P7: A TESTA ALTA

FORTITUDO MOZZECANE – POVEGLIANO =   1 – 2 (0-3, 0-3, 1-0)
Fortitudo: Giovannini, Venturelli (Bortuzzo), Pelorosso (Pena), De Bon (Venturini), Scarcelli (Chiaramonte), Menegazzi (Ferracuti), Morganella (Martari)  All. Boni – Prencipe
Reti: Ferracuti
Ancora una buona prestazione per le “pizzette”, praticamente la terza di fila, anche se la formazione ospite è riuscita ad avere la meglio. Bella squadra quella del Povegliano che a prima vista sembra concorrere con quella del Dossobuono per il primo posto. Lo spirito è quello giusto anche se nel primo tempo si poteva fare qualcosa di più specialmente dalla cintola in su. Pur soccombenti anche nel secondo tempo resta la sensazione che quasi tutte abbiano dato il max proponendosi anche in avanti con qualche sortita pericolosa. Certamente di ottimo livello il terzo tempo con buona copertura difensiva (0 reti al passivo) ma una sola rete segnata anche per merito di un paio d’interventi spettacolari del bravo portierino ospite e di un altro paio di finalizzazioni al velluto. La strada sembra essere quella giusta, ma bisogna mettere più attenzione e concentrazione in ogni allenamento. AVANTI a TUTTA!!
Giuseppe Boni

Serie B: PUNTI SPRECATI

FORTITUDO MOZZECANE – BOCCONI MILANO = 2 – 3
Reti: 5 Signori, 10’ Cavallini, 30’ Biavaschi, 48’ Lazzari, 80’ Roncucci
FORTITUDO: Venturini, Caliari (40’ Mecenero), Welbeck, Bertolotti, Salaorni, De Vincenzi, Piovani,  Cavallini, Signori (87’  Dellera), Rasetti (84’ Voltolini) AD Olivieri, Ivanova, All Manganotti
BOCCONI: Vignati, Ronchi, D’Ugo, Pisani, Bassi, Roncucci, Calvo, Lazzari, Calgaro, Biavaschi (75’ Ivaniuc), Vai (85’ Possenti).  AD: Groni, Curati, Granello, Wolleb, Argiolas All. Reggiani
Arbitro:  Faraon Davide di Conegliano Assistenti: Marcomini e Valerio di VR
Ammonite: Calvo, Pisani
Espulse: –
Dopo l’ottimo avvio di gara era auspicabile un risultato positivo, ma la prima giornata casalinga della Fortitudo non è stata baciata dalla fortuna. La Bocconi ha espresso un gioco più ragionato e tecnico, ma la Fortitudo ha avuto più occasioni da rete, mentre le ospiti sono state più brave a capitalizzare quasi tutto. La formazione gialloblù, quasi completamente formata da elementi con poca esperienza in categoria, dovrà in breve tempo acquisire la necessaria mentalità vincente. Forse il prematuro e doppio vantaggio delle veronesi ha illuso la squadra che è sembrata concedere un po’ troppo. Da segnalare l’incoraggiante debutto della classe 99, Chiara De Vincenzi.
Al 5’ De Vincenzi viene falciata sulla ¾ e dalla susseguente punizione sbuca prima la testa della Cavallini, poi il tiro a botta sicura della stessa De Vincenzi che viene miracolosamente respinto sulla linea ma nulla possono le ospiti sul successivo tap-in della Signori; al 10’ millimetrico e meraviglioso lancio della Bertolotti per la Cavallini che si beve la diretta avversaria, poi il portiere ed infine deposita comodamente in rete; al 17’ sempre Cavallini sulla dx cerca Rasetti a centro area, ma trova il portiere avversario; al 30’ Sossella attende un attimo di troppo il rinvio, viene quindi rimpallata e fortunosamente la palla rimbalza perfettamente in lunetta x Biavaschi che con un pallonetto supera Venturini, riaprendo la gara; al 35’ Rasetti non regge la carica dell’avversaria e sfuma una bella puntata in area avversaria; al 38’ la Fortitudo perde palla a centrocampo, servizio per Biavaschi che dal limite spara un bel dx sul quale si allunga meravigliosamente Venturini smanacciando il pericolo; al 42’ ancora Bertolotti inventa per Cavallini che da ottima posizione spara un gran dx prodigiosamente respinto in scivolata da un avversaria.
Quello che non doveva succedere accade al 48’; punizione evitabile sulla ¾, palla lunga sul 2° palo dove Lazzari incontrastata e senza saltare incrocia di testa in rete il 2-2; al 52’ De Vincenzi infila x Cavallini che si allarga troppo ed il tiro finisce sull’esterno della rete; al 70’, sempre dopo calcio piazzato, grande mischia in area che Salaorni riesce a sbrogliare in extremis; poche occasioni da rete nel 2° tempo fino al 80’ quando Roncucci controlla una palla vagante col petto al limite dell’area e poi lascia partire un gran destro che s’infila proprio all’incrocio dei pali; qualche mischia nel finale pro Fortitudo senza esito.
La prossima di campionato (3°) si sposta a Gallarate contro le Azalee (4 punti) e la Fortitudo (1) dovrà affilare al massimo le proprie armi per tornare dal varesotto con punti pesanti. Forza ragazze!!!
AL VOLANTE: “Caro amico ti scrivo, così mi distraggo un po’. E poi ti saluto per sempre”.
Giuseppe Boni