FORTITUDO MOZZECANE vs HELLAS VERONA WOMEN 0-4

Fortitudo Mozzecane: Perina, Bonfante, Schenato, Menegazzi (28’st Scarcelli), Malvezzi, Adami G.(cap.), Bottigliero S., Taverna (4’st. Zoetti),Messetti (28’st Leon), Croin, Mele (4’st Bottigliero A.).
A disposizione: Ferrarini, Pachera, Mazzi.
Allenatore: Malvezzi, Mirandola

Hellas Verona: Fenzi, Priolo, Cavalca, Tiberio, Esquilli, Mancuso, Pelucco, Zanoni, Vallani (24’st Bettinardi), Franco (32’st Prando), Osetta.
A disposizione: Scavone, Lovato, Gaspari, Gidoni, Mirandola.
Allenatore: Pachera

Arbitro: Bianco. Assistenti: Valerio, Vinco.

Nella prima partita del girone di ritorno, la Fortitudo cerca in casa la rivincita nel derby gialloblù contro l’Hellas Verona, unica squadra che nel girone di andata ha battuto le fortitudine. La partita inizia subito equilibrata, il gioco è intenso e veloce, ma nel primo quarto d’ora è la Fortitudo a realizzare l’azione più pericolosa con un uno-due che libera Messetti nell’area piccola, conclusione rasoterra ma il portiere è ben posizionato e intercetta. Al 17′ però è l’Hellas a sbloccare il risultato con un tiro-cross di Osetta dal fondo, che scavalca il portiere e rimbalza nell’angolino un secondo prima dell’arrivo di Bonfante. La Fortitudo ha un blackout, il Verona ne approfitta con Vallani, che vince una mischia in area con tre nostri difensori e piazza nell’angolo. Passa un minuto, la Fortitudo manca un gol clamoroso con Messetti che, trovatasi sola davanti al portiere, dopo un cross filtrante spara altissimo sopra la traversa. La Fortitudo prova a recuperare la partita ma manca un po’ di lucidità nella manovra di attacco.

Nel secondo tempo, la Fortitudo riprende con un po’ più di convinzione e prova la conclusione in porta in paio di occasioni, ma i tiri sono sempre troppo centrali. Al 20′ arriva la prima azione veramente pericolosa per la Fortitudo: bottigliero S. punta palla al piede la porta e serve un pallonetto per Croin, che si coordina, ma il portiere in uscita respinge la palla. Sulla ribattuta arriva Messetti che calcia in porta, ma un difensore dell’Hellas arriva in tempo per intercettare. 38′, ancora Fortitudo, con Zoetti che in azione personale taglia dalla fascia sinistra verso il centro e calcia rasoterra nell’angolo, ma la sfera si stampa sul palo. Al 41′ però è il Verona che va in gol ancora con Osetta, che concretizza l’unico tiro nello specchio fino a quel momento da parte dell’Hellas. La Fortitudo, demoralizzata, concede sempre più spazi alla squadra ospite, che trova pochi minuti dopo anche il 4-0 definitivo con Zanoni che, servita sola al limite dell’area, controlla e indirizza sotto la traversa.

Sconfitta dura da digerire per le nostre ragazze, complice la poca lucidità e un pizzico di sfortuna. Durante la sosta invernale ci sarà il tempo per ricaricare le pile e ripartire a gennaio con la grinta e la determinazione fino a qui dimostrata.

Francesca Castagna
Copyright © Tutti i diritti riservati